Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Sorrisi d'Opera....

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sorrisi d'Opera....

Messaggio Da Cantastorie il Ven 23 Set - 21:09

C'è un ampio repertorio d'opera che nulla ha a che fare con drammi, tragedie, dolori, destini grami...
L'origine è certo il genere opera-buffa...che ha attraversato il settecento operistico (napoletano in primis ma non solo là).Buona parte ad es, delle opere di Mozart hanno tema-commedia e vari esempi si hanno nel repertorio del primo ottocento italiano (Rossini e Donizetti su tutti...). E' solo con l'avvento del romanticismo europeo e di istanze musicali che privilegiano il drama in musica che l'opera-commedia viene tralasciata......fino alla fine dell'ottocento, quando il Verdi ottuagenario fa ciò che non ci si aspetta da un autore che non aveva nulla da dimostrare a nessuno: si mette in gioco e scommette su una sfida. Solo gli autentici grandi fanno ste robbbbe, i normali hanno di solito un apice/stato di grazia piu' o meo prolungato e quello si accontentano di mantenere piu' a lungo possibile, senz'ambizion di sfide e novità.

Inizio dalla fine ..di questo genere...l'ultima opera di Verdi, scritta oltre gli ottant'anni è una "Riscrittura della commedia in musica"....ed è il Falstaff, liberamente tratto dalla commedia "le allegre comari di Windsor" del buon Shakespeare.
Come per il grande scrittore inglese che s'è cimentato con la commedia e la tragedia umana, del quale lo stesso Verdi aveva musicato Macbeth e Otello in età diverse, il musicista ottuagenario sosteneva che era per lui maturo il tempo di misurarsi con l'arte della Commedia..
Falstaff è un signore anzianotto, convinto di poter sedurre alcune madames in contemporanea e all'insaputa l'una delle altre, nonchè dei loro sposi naturalmente. La solidarietà femminile avrà la meglio e l'anzianotto verrà ahilui smascherato.
Oltre al canto, nelle commedie d'opera la capacità d'attore è indispensabile...e ciò vale per i diversi personaggi in scena, non solo per il protagonista, anche perchè sono diverse le scene corali con piu' personaggi in azione...



L'opera in 10 minuti - titoli in inglese

Gobbi-Falstaff

Taddei-Falstaff


il final..

L'intento di questo topic è quello di fornire-raccogliere esempi di quel repertorio "commedia" che fa parte a pieno titolo dell'Opera.
avatar
Cantastorie
meteorite
meteorite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : Catanese - Terronica

http://www.tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sorrisi d'Opera....

Messaggio Da Cantastorie il Dom 25 Set - 20:40

Dulcamara - Elisir D'amore - Donizetti

...Ciarlatan-Scena..

La quiete del villaggio è turbata da uno squillo di tromba. I contadini entrano in scena alla spicciolata, cercando di capire chi e perché ha interrotto i loro lavori. Vedono arrivare da lontano una “carrozza dorata” , dalla quale scende un signore vestito elegantemente. “Deve essere un gran personaggio”, dice qualcuno. “Sì, un barone o un marchese in viaggio” risponde qualcun altro.


Spoiler:
Belcore
Come Paride vezzoso
porse il pomo alla più bella,
mia diletta villanella,
io ti porgo questi fior.
Ma di lui più glorioso,
più di lui felice io sono,
poiché in premio del mio dono
ne riporto il tuo bel cor.

Adina
(alle donne)
(È modesto il signorino!)

Giannetta e Coro
(Sì davvero.)

Nemorino
(Oh! mio dispetto!)

Belcore
Veggo chiaro in quel visino
ch'io fo breccia nel tuo petto.
Non è cosa sorprendente;
son galante, son sergente;
non v'ha bella che resista
alla vista d'un cimiero;
cede a Marte iddio guerriero,
fin la madre dell'amor.

Adina
(È modesto!)

Giannetta e Coro
(Sì, davvero!)

Nemorino
(Essa ride... Oh, mio dolor!)

Belcore
Or se m'ami, com'io t'amo,
che più tardi a render l'armi?
Idol mio, capitoliamo:
in qual dì vuoi tu sposarmi?

Adina
Signorino, io non ho fretta:
un tantin pensar ci vo'.

Nemorino
(Me infelice, s'ella accetta!
Disperato io morirò.)

Belcore
Più tempo invan non perdere:
volano i giorni e l'ore:
in guerra ed in amore
è fallo l'indugiar.
Al vincitore arrenditi;
da me non puoi scappar.

Adina
Vedete di quest'uomini,
vedete un po' la boria!
Già cantano vittoria
innanzi di pugnar.
Non è, non è sì facile
Adina a conquistar.

Nemorino
(Un po' del suo coraggio
amor mi desse almeno!
Direi siccome io peno,
pietà potrei trovar.
Ma sono troppo timido,
ma non poss'io parlar.)

Giannetta e Coro
(Davver saria da ridere
se Adina ci cascasse,
se tutti vendicasse
codesto militar!
Sì sì; ma è volpe vecchia,
e a lei non si può far.)

Belcore
Intanto, o mia ragazza,
occuperò la piazza. Alcuni istanti
concedi a' miei guerrieri
al coperto posar.

Adina
Ben volentieri.
Mi chiamo fortunata
di potervi offerir una bottiglia.

Belcore
Obbligato. (Io son già della famiglia.)

Adina
Voi ripigliar potete
gl'interrotti lavori. Il sol declina.

Tutti
Andiam, andiamo.

Partono Belcore, Giannetta e il coro.

Scena terza

Nemorino e Adina.

Nemorino
Una parola, o Adina.

Adina
L'usata seccatura!
I soliti sospir! Faresti meglio
a recarti in città presso tuo zio,
che si dice malato e gravemente.

Nemorino
Il suo mal non è niente appresso al mio.
Partirmi non poss'io...
Mille volte il tentai...

Adina
Ma s'egli more,
e lascia erede un altro?...

Nemorino
E che m'importa?...

Adina
Morrai di fame, e senza appoggio alcuno.

Nemorino
O di fame o d'amor... per me è tutt'uno.

Adina
Odimi. Tu sei buono,
modesto sei, né al par di quel sergente
ti credi certo d'ispirarmi affetto;
così ti parlo schietto,
e ti dico che invano amor tu speri:
che capricciosa io sono, e non v'ha brama
che in me tosto non muoia appena è desta.

Nemorino
Oh, Adina!... e perché mai?...

Adina
Bella richiesta!
Chiedi all'aura lusinghiera
perché vola senza posa
or sul giglio, or sulla rosa,
or sul prato, or sul ruscel:
ti dirà che è in lei natura
l'esser mobile e infedel.

Nemorino
Dunque io deggio?...

Adina
All'amor mio
rinunziar, fuggir da me.

Nemorino
Cara Adina!... Non poss'io.

Adina
Tu nol puoi? Perché?

Nemorino
Perché!
Chiedi al rio perché gemente
dalla balza ov'ebbe vita
corre al mar, che a sé l'invita,
e nel mar sen va a morir:
ti dirà che lo strascina
un poter che non sa dir.

Adina
Dunque vuoi?...

Nemorino
Morir com'esso,
ma morir seguendo te.

Adina
Ama altrove: è a te concesso.

Nemorino
Ah! possibile non è.

Adina
Per guarir da tal pazzia,
ché è pazzia l'amor costante,
dèi seguir l'usanza mia,
ogni dì cambiar d'amante.
Come chiodo scaccia chiodo,
così amor discaccia amor.
In tal guisa io rido e godo, (anche: io me la godo)
in tal guisa ho sciolto il cor.

Nemorino
Ah! te sola io vedo, io sento
giorno e notte e in ogni oggetto:
d'obbliarti in vano io tento,
il tuo viso ho sculto in petto...
col cambiarsi qual tu fai,
può cambiarsi ogn'altro amor.
Ma non può, non può giammai
il primero uscir dal cor.
(partono)
E’ il dottor Dulcamara, un cialtrone venditore di fumo, che si spaccia per professore, per guaritore, per mago, per santone, per tuttologo. E si presenta con un’aria deliziosa, “Udite, udite, o rustici”, che ci fa capire immediatamente il tipo di persona che abbiamo davanti. Dulcamara mostra una misteriosa bottiglia che a suo dire contiene un “elisir” miracoloso (e che a nostro dire contiene del semplice vino Bordeaux: buono, niente da dire, ma da qui a definirlo miracoloso ne passa) che guarisce dalle malattie, dalla sterilità, toglie le rughe, è efficace contro i topi e fa ringiovanire.

Spoiler:
Udite, udite, o rustici;
Attenti, non fiatate.
Io già suppongo e imagino
Che al par di me sappiate
Ch'io sono quel gran medico,
Dottore enciclopedico
Chiamato Dulcamara,
La cui virtù preclara,
E i portenti infiniti
Son noti all'universo ... e in altri siti.
Benefattor degli uomini,
Riparator de' mali,
In pochi giorni io sgombero,
Io spazzo gli ospedali,
E la salute a vendere
Per tutto il mondo io vo.
Compratela, compratela,
Per poco io ve la do.
È questo l'odontalgico
Mirabile liquore,
Dei topi e delle cimici
Possente distruttore.
I cui certificati
Autentici, bollati
Toccar, vedere e leggere
A ciaschedun farò.
Per questo mio specifico,
Simpatico, prolifico,
Un uom settuagenario
E valetudinario,
Nonno di dieci bamboli
Ancora diventò.
Per questo «Tocca e sana»
In breve settimana
Più d'un'afflitta vedova
Di piangere cessò.
O voi matrone rigide,
Ringiovanir bramate?
Le vostre rughe incomode
Con esso cancellate.
Volete voi, donzelle,
Ben liscia aver la pelle?
Voi, giovani galanti,
Per sempre aver amanti?
Comprate il mio specifico,
Per poco io ve lo do.
Ei muove i paralitici;
Spedisce gli apopletici,
Gli asmatici, gli asfitici,
Gl'isterici, i diabetici,
Guarisce i timpanitidi,
E scrofole e rachitidi,
E fino il mal di fegato
Che in moda diventò.
Comprate il mio specifico,
Per poco io ve lo do.
L'ho portato per la posta
Da lontano mille miglia,
Mi direte: quanto costa?
Quanto vale la bottiglia?
Cento scudi? ... trenta? ... venti? ...
No ... nessuno si sgomenti.
Per provarvi il mio contento
Di sì amico accoglimento,
Io vi voglio, o buona gente,
Uno scudo regalar.
Ma una frase in particolare di Dulcamara, cattura l’attenzione di Nemorino: volete “voi, giovani galanti, per sempre avere amanti?” Nemorino non è di certo così pretenzioso, ma se tanto gli dà tanto, quell’”elisir” non dovrebbe trovare nessun ostacolo a far cadere Adina nelle sue braccia.



Traducendo quindi il pensiero di Dulcamara, possiamo dire che il pesce ha abboccato. Nemorino chiede subito un colloquio con il nostro ciarlatano, e domanda quale sia il prezzo di una bottiglia. A Dulcamara va benissimo quello che Nemorino ha in tasca: uno zecchino. Il nostro giovanotto, riempie il ‘dottore’ di domande sull’utilizzo e sui tempi che servono per vedere gli effetti della bevanda. Dulcamara spiega con cura ogni cosa (esagerando molto) concludendo che servirà un giorno intero per vedere i primi effetti dell’”elisir” (il tempo esatto che gli serve per lasciare indisturbato il paese).

Nemorino è al settimo cielo. Se avesse fatto 6 al Superenalotto, forse non sarebbe stato cosi contento. Ora è sicuro di avere la ricetta giusta per arrivare al cuore di Adina. Ma non sarà così facile….



Spoiler:
Duetto Nemorino Dulcamara

Nemorino
Voglio dire, lo stupendo
elisir che desta amore.
Dulcamara
Ah! Si' si' capisco, intendo,
io ne son distillatore.
Nemorino
E fia vero ?
Dulcamara
Si', se ne fa gran consumo,
gran consumo in questa eta'.
Nemorino
Oh! Fortuna ! E ne vendete?
Dulcamara
Ogni giorno a tutto il mondo
Nemorino
E qual prezzo ne volete ?
Dulcamara
Poco assai.
Nemorino
Poco ?
Dulcamara
Cioe'... secondo.
Nemorino
Un zecchin, null' altro ho qua.
Dulcamara
E' la somma che ci va.
Nemorino
Ah ! Prendetelo, dottore.
Dulcamara (cava una bottiglia)
Ecco il magico liquore.
Nemorino
Obbligato, ah! si' obbligato!
Son felice, son contento.
L'elisire di tal bonta'
benedetto chi ti fa !
Dulcamara (fra se)
Nel paese che ho girato
piu' di un gonzo ho ritrovato
ma un eguale in verita'
non di trova, non si da'.
(il dottore sta per partire)
Nemorino
Ehi ! Dottore, un momentino.
In qual modo usar si puote ?
Dulcamara
Con riguardo, pian pianino,
la bottiglia un po' si scuote
poi si stura, ma si bada
che il vapor non se ne vada.
quindi al labbro lo avvicini
e lo bevi a centellini
e l'effetto sorprendente
non ne tardi a conseguir.
Nemorino
Sul momento ?
Dulcamara
A dire il vero,
necessario e' un giorno intero
(fra se) tanto tempo sufficiente
per cavarmela e fuggir.
Nemorino
E' il sapore ?
Dulcamara
Eccellente.
Nemorino
Eccellente ?
Dulcamara
Eccellente !
(fra se) E' Bordo', non elisir
Nemorino
Obbligato, ah ! si', obbligato !
Son felice, son contento
Elisir di tal bonta'
benedetto chi ti fa !
Dulcamara
Gonzo uguale in verita'
non si trova, non di da'.
(Nemorino sta per partire)
Giovinotto ! Ehi! Ehi !
Nemorino
Signore ?
Dulcamara
Sovra cio', silenzio, sai ?
Silenzio, silenzio.
Oggidi' spacciar l'amore
e' un affar geloso assai.
Sicuramente e' un affar geloso assai;
impacciar se ne potria un tantin l' Autorita'.
Dunque silenzio.
Nemorino
Ve ne do la fede mia:
neanche un'anima il sapra'
Dulcamara
Va, mortale fortunato
un tesoro io t'ho donato:
tutto il sesso femminino
te doman sospirera'.
Nemorino
Ah ! Dottore, vi do parola
ch'io berro' per una sola;
ne' per altra, e sia pur bella,
ne' una stilla avanzera'.
Dulcamara (fra se')
Ma doman di buon mattino
ben lontan saro' di qua.
Nemorino
Veramente amica stella
ha costui mandato qua.

Fonte del testo-commento
avatar
Cantastorie
meteorite
meteorite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : Catanese - Terronica

http://www.tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sorrisi d'Opera....

Messaggio Da Cantastorie il Lun 3 Ott - 20:44

Rossini - Italiana in Algeri - Finale 1mo atto - "Nella testa ho un campanello"

Funnier than Ponnelle's Production, this colourful Hampe's version of L' Italiana in Algeri is conducted by Ralph Wiekert, and its stars are Doris Soffel (Isabella), Gunther von Kannen (Mustafa), Robert Gambill (Lindoro), Enric Serra (Taddeo), Nuccia Focile (Elvira). Stuttgart Theatre

[b]Rossini - Viaggio a Reims - Finale a 14 voci

bis, Pesaro 1992, Abbado
In the video you can see pretty much every opera star of the 90's. From Sam Ramey and Raimondi to Cheryl Studer and Gasdia. One of the most beautiful pages of operatic history.

Rossini - Comte Ory - Inizio 1mo atto


All'opera ci si dispera e si drammatizza? Mica sempre e comonque
dalla scola napoletana del 1700....ci si può anche rilassare, sorridere, ristorà

o no? .....basta aprire il giusto scrigno
avatar
Cantastorie
meteorite
meteorite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : Catanese - Terronica

http://www.tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sorrisi d'Opera....

Messaggio Da miki il Mar 11 Ott - 23:30

Canta : All'opera ci si dispera e si drammatizza? Mica sempre e comonque
noi abbiamo una opéra-comique con elementi di horror affraid
Straszny dwór - Il castello dei fantasmi di Stanislaw Moniuszko
Spoiler:
vi posto questo link perche se io comincio a raccontare non finisco mai piu http://delteatro.it/dizionario_dell_opera/c/castello_dei_fantasmi_il.php
aria di Skoluba Questo orologio vecchio come il mondo...
ma se un sconosciuto improvvisamente si avvicina, riesce di far un concertino da paura che non ve lo dico..hai paura What a Face no?! prendi il tabacco...


Spoiler:
con questa aria mi lega un ricordo particolare, tanto tempo fa avevo un fidanzato che dopo aver bevuto un po molto spesso la cantato , aveva un bel basso, una volta si è messo sulla seggiola ed entrato cosi nel ruolo che l'ha rotto
avatar
miki
inviata dall'estero
inviata dall'estero

Messaggi : 2308
Data d'iscrizione : 11.03.11
Età : 51
Località : varsavia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sorrisi d'Opera....

Messaggio Da Cantastorie il Sab 15 Ott - 16:16

Andiamo da papà Mozart....
Ratto del Serraglio


Overture






petit cadeau per voce basso (Osmin-pascià): Mozart ha l'abilità, anche nelle opere "a tema semiserio" di inserire pagine nostalgico-melanconico-riflessive....
perchè non c'è pura parentesi-svago per il pubblico-teatral: ogni tot ...tac: gli si lancia un tema-riflessione da portarsi a casa:D
Il basso in questione è uno dei miei preferiti...specie appunto quando il ruolo richiede "introspezione": Boris Christoff, basso bulgaro in auge nella seconda metà novecento....


qualche notarella...


Spoiler:

http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/04/12/news/il_serraglio_di_mozart_all_opera_un_capolavoro_esotico_e_spassoso-14827412/

"E' un capolavoro fondamentale nel percorso di Mozart: segnò l'approdo del compositore a Vienna, sancì il suo grande interesse per il teatro e da questa partitura nasce tutta la successiva musica strumentale e sinfonica mozartiana", sostiene Gabriele Ferro, che la dirigerà dal podio. Promette bene l'allestimento del regista inglese Graham Vick, uno dei più ammirati specialisti di lirica nel mondo, che con l'aiuto dello scenografo Richard Hudson, premiatissimo autore delle scene del musical "Il re leone", ha dislocato il succedersi delle azioni attorno e dentro un mega-cubo girevole piazzato in scena e foderato, nelle pareti interne, da piastrelle di ceramica dipinte con affreschi arabeggianti e dai colori intensi.

È esotico e incalzante il plot di quest'opera datata 1782, "di straordinaria qualità musicale", sottolinea il maestro Ferro, che ne segnala "l'irresistibile fantasia dal punto di vista armonico e strumentale e la profonda attenzione, dall'inizio alla fine, allo sviluppo drammaturgico dei personaggi". La storia narra avventure, passioni e accidenti del nobile Belmonte e della sua amata Konstanze, che è stata fatta prigioniera, con la sua ancella Blonde, nell'harem del pascià turco Selim; toccherà all'intrepido Belmonte liberarle entrambe, in un succedersi di colpi di scena che ricorda gli intrecci ludici e fitti della commedia dell'arte.

"Cantata in tedesco e scritta sul modello del Singspiel, cioè alternando al canto parti di recitazione", spiega ancora Ferro, "l'opera affida il ruolo del sultano a un personaggio recitante, facendone, nel finale, una sorta di moderno sovrano illuminato, capace della somma virtù del perdono: chiaro omaggio all'imperatore austriaco Giuseppe II, che era un acceso promotore di una drammaturgia in lingua tedesca, come all'epoca fu notato anche da Goethe, ammirato spettatore del "Ratto dal serraglio" a Weimar".

avatar
Cantastorie
meteorite
meteorite

Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : Catanese - Terronica

http://www.tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sorrisi d'Opera....

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum