Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



La TV da evitare

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da picpiera il Gio 18 Dic - 19:01

ubik ha scritto:      il concerto della Amoroso su Italia 1, per fortuna sono riuscito a schivarlo
l
non mi è giunta notizia di ciò....peccato
avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da ubik il Gio 18 Dic - 19:52

e questa sera invece, sempre su Italia 1, possiamo schivare il concerto degli One Direction

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da anna il Gio 18 Dic - 20:07

 schiviamo

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da picpiera il Gio 18 Dic - 20:10

ubik ha scritto:e questa sera invece, sempre su Italia 1, possiamo schivare il concerto degli One Direction
quella Band che avevo visto a Sanremo e che mi avevano preso per un'extraterrestre perché non la conoscevo voglio continuare ad essere un'aliena
avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da ubik il Dom 18 Gen - 23:10

Selvaggia Lucarelli per Liberoquotidiano.it 
 
Ora abbiamo capito il titolo della trasmissione. Il nuovo talent della Carrà non è brutto forte. È brutto Forte forte forte. E non è neanche un problema di scarsa originalità, perché tanto ormai i talent si somigliano tutti. Certo, questo ha l’aggravante di somigliare a tutti i talent andati in onda dal ’68 ad oggi, dalla Corrida a Italia’s got talent, ma riesce nella rara impresa di non superare neppure quel confine tra il brutto e il trash, tanto da farlo diventare cult. Intanto, partiamo col problema principale, ovvero quello che doveva essere il punto di forza del programma ed invece è la sua debolezza: Raffaella Carrà.
 
Inutile fare un programma corale, se poi si costruisce una scaletta all’insegna dell’auto- celebrazione. I primi dieci minuti ci mostrano una Carrà che fa il suo ingresso negli studi in minigonna, con gli stivali ad altezza coscia abbinati a un piumino.
 
Che voglio dire, nessuno le chiede di vestirsi da Rosy Bindi che scende a dar da mangiare ai gatti, ma forse a 70 anni la stivalata da cubista è un po’ eccessiva. Poi c’è la Carrà che sale sul palco con l’accappatoio bianco stile «vado dieci minuti in spa, aspettami all’angolo tisane», e per un attimo si teme di scoprire che anche lei la tiene como todas o che entri la Cuccarini pure lei in accappatoio e al gong comincino a prendersi a mazzate, ma è solo un altro pretesto per autocelebrarsi. Poi ci sono vecchi filmati della Carrà. Poi c’è la sigla cantata dalla Carrà, che tra parentesi è di una modernità che al confronto le pettinature della Madia sono avanguardia pura.
 
Poi c’è la Carrà che passa il Viakal sul piatto doccia. Poi c'è la Carrà che smonta una plafoniera in salotto. A quel punto uno dice: vabbè, ma non faceva prima a chiamarlo «La Carrà è forte forte forte e voi non siete un cazzo» (cit.) e lasciare a casa gli altri? E non sarebbe stata neanche una cattiva idea, visto il resto del cast. In piena sindrome renziana, il premier Raffaella ha pensato bene di circondarsi di scialbi ministri che non facciano ombra alle sue luccicanti spalline.
 
A partire dalla giuria. I giudici di Forte forte forte andrebbero portati davanti ai giudici dell’Aia per genocidio di mass-media. Già sulla carta era il caso di domandarsi se un ballerino di flamenco, uno stilista tedesco e un’attrice fulminata potessero essere le premesse per un nuovo talent o per una nuova barzelletta. Poi, se Mika che è libanese cresciuto a Londra s’era presentato a X factor parlando l'italiano di Dante, Plein, Cortes e la Argento si sono presentati a Forte forte forte parlando a stento l’italiano di Flavia Vento.
 
Philipp Plein regala perle a profusione, dimostrando notevoli dosi di empatia con i concorrenti: «Io non cerca un artista, cerca un packaging», «Io sei scioccata, tu sei un animaletto». E in effetti uno che ha avuto come fidanzate la Yespica e la Capriotti, è proprio l’uomo giusto per riconoscere la nuova Liza Minelli. Joaquin Cortes, con un giacchetto di pelle che gli comprime a stento la pancia, dimostra di aver smesso con flamenco e iniziato col flambè. Ma soprattutto, è talmente schiacciato dalla Carrà che alla fine uno si convince che Raffaella sia la ballerina e Cortes il fidanzato di Japino.
 
Poi c’è il capitolo Asia Argento. Apprezzabile il fatto di aver finalmente deciso di seguire le orme del padre e con Forte forte forte di essersi data all’horror pure lei. Apprezzabile quel look tra il vintage e il lussurioso per cui uno si aspetta sempre che stia per dire «Ti andrebbe una Schweppes solo io e te?». Il problema è che dice altro. O meglio, con un’inflessione romanesca e la grazia di un capocantiere bergamasco, farfuglia illuminanti consigli su come diventare veri artisti. Lei. Che è un po’ come se Balotelli desse consigli su come diventare veri gentleman.
 
E poi ci sono i concorrenti. Tra cantanti che in un programma come X factor non sarebbero presi neanche per passare il mocho sul palco, ballerine che sembrano resuscitate da Non è la Rai e ci fanno rimpiangere con dolore Pamela Petrarolo, ex Carramba Boys che sono diventati drag queen, criptogay, giovani vecchi, lolite e finti simpatici, l’impressione è quella di assistere al Non-talent show più bollito della storia e che forse, il vero talent che poteva avere un senso, era quello per trovare i giudici di Forte forte forte. L’unico elemento da salvare nel programma è il conduttore Ivan Olita.
 
Il problema è che essendo lui un fotografo, modello, regista e attore, gli è stato dato lo spazio che ha avuto la Cucinotta in 007. Manco il tempo di un ciao. Del resto, in un programma in cui è stato detto «Tu sei un talento» a ragazzine che ballavano come volpi con la zampa nella tagliola, uno che il talento vero ce l’ha è ridondante. Scomodo. Molesto. In tutto questo, c’è una sola vincitrice: Lorella Cuccarini. Silurata per evidenti ragioni di eccessiva competenza e per il rischio che potesse oscurare la regina come aveva fatto J-Ax in The Voice, come minimo, nell’assistere a questo scempio televisivo, ieri sera deve aver festeggiato dando fuoco a una Scavolini annata 1991 in giardino.
 
Non per niente, durante la diretta, il programma l’ha celebrata con l’hashtag #jesuislo- rellacuccarini. Infine, nota dolente anche gli ascolti. Forte forte forte ha realizzato uno scarso 15% di share, vincendo comunque la serata. Ironia della sorte, il secondo programma più visto è stata la fiction Senza identità.
Che forse, era il titolo giusto per questo non talent il cui unico scopo è ricordarci che la Raffa non è l’ombelico più famoso della tv, ma l’ombelico del mondo.

fonte


_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da anna il Lun 19 Gen - 0:27

 Ne ho visti 30 secondi per sbaglio e devo dire che fa veramente schifo 

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da Bellaprincipessa il Lun 19 Gen - 9:50

porca miseria me lo son perso...
avatar
Bellaprincipessa
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1622
Data d'iscrizione : 21.03.13
Età : 43
Località : Roquebrune Cap-Martin Costa Azzurra Francia

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da ubik il Dom 25 Gen - 22:15

Forte forte forte? Raffa: vai alle Maldive, tra un mese ti perdoneremo

Questa più che una trashcronaca è un trattato sociologico. Ognuno arriva, infatti, a un punto della sua carriera in cui si espone. In cui scrive i suoi “versetti satanici”. Sì perché se Rushdie è sotto scacco degli islamici da anni, io dopo questo articolo subirò la fatwa gay da qui all’eternità. Preparatevi. Io oggi parlerò male di sua Raffità.
Ma andiamo con ordine. Sono le 21.15 e su Raiuno ci sono uno spagnolo bolso, un tedesco fascinoso e una che strascica le parole che accompagnano un’anziana. No, non è l’inizio di una barzelletta ma la sigla di Forte, Forte, Forte, la cui visione è la nuova minaccia di tutti genitori italiani. I miei vicini di casa verso le 20 gridavano: “eh, no troppo poco mandarti a letto senza cena! Per quello che hai fatto ti meriti la visione di Forte Forte Forte!”. Ah, le nuove generazioni di genitori.
Io comunque voglio concedere una chance e mi concentro sui concorrenti: la prima è Rosa che dice di venire dalle Canarie, in verità sembra che arrivi dalla tangenziale. Dovrebbe fare una roba tipo Burlesque, ma a pensarci bene mia nonna quando sale sulla sedia ha più stile di questa finta spagnola. “Hai fatto delle acrobazie su quella sedia. A tanto talento mi arrendo.” A Raffaè, daje per cortesia! Poi arriva una russa con delle battute così tristi che nemmeno Colorado. Passa anche lei. A questo punto parte una carrellata sui trashissimi, tra cui uno che canta Telephone in versione Katia Ricciarelli. Il migliore fino a questo momento. Eliminato.

Mi sembra che con i concorrenti non ci siamo e mi chiedo se li prelevino il martedì dall’umido di Amici 14 e X Factor 8. Allora passiamo alla giuria: il bono per mancanza di indizi è Philip Plein, stilista, playboy. Dicono che la Merkel ce l’abbia imposto per permetterci di sforare il 3%. Poi c’è Joaquin Cortes, ultimo sex symbol delle neocinquantenni che possono così tranquillamente arrendersi al passare degli anni. Volendo essere buoni ricorda il killer di “Questo non è un paese per vecchi”. Non volendolo essere alcuni hanno affermato che l’unica cosa forte forte forte di questo programma è lo sgabello che deve sorreggerlo (insieme alle spalline in vetro luccicante della Raffa, già fuori moda negli anni ’50). E poi c’è Asia, la meravigliosa Asia. Qualcuno ha scritto che scritturandola pensavano di trovare l’alter ego di Morgan e invece hanno acquistato Ronfo della Melevisione. Asia, piena di talento: attrice, regista, donna bella e dannata, colei che come motivazione per scegliere un concorrente dice: “tu sei un essere vivente” superando di diritto la Tatangelo come miglior giudice ever di un talent. Io consiglio ad Agon Channel di scritturarla con uno show della mattina del tipo “Il buon risveglio di Asia” o già che ci siamo diamo tutto Forte Forte Forte ad Agon e non se ne parli più. Anche se dubito che se lo possa permettere, visto che costa 1 milione (sì avete letto bene 1 milione di Euro) a puntata. E Asia dice a un concorrente: “ti vedremo per le prossime 10 puntate”. Come sei ottimista cara, ho la sensazione che qua non si arrivi a mangiare la colomba.

E anche se la tentazione di andare a vedere la maratona del “Boss delle cerimonie” su Real Time è forte forte forte, per spirito giornalistico decido di andare oltre e la serata prosegue tra un crossover sfigatissimo con Federica di “The Voice”, una con un microfono nero ad archetto (che amica diciamocelo, quello solo se sei Britney e canti in playback a Las Vegas), una che imita la Carrà e sembra Amadeus, una che fa Umbrella mentre Rihanna decide di lanciarle un terra-aria dalle Barbados, una scenografia che pare una serranda con le luci e dei residuati di Maria che (a parte il bonissimo sempre Pasquale di Nuzzo) dovrebbero ormai aver capito che l’unico trampolino di lancio per il quale sono pronti è verso Calzedonia. Dietro a un bancone.
Poi arriva il momento topico, epocale. Quello che Selvaggia Lucarelli ha definito “il più imbarazzante della storia della tv”. Praticamente sono stati scelti 40 “talenti” o pseudo tali. Ora vanno ridotti a 14. E in che modo? Raffaella (mentre loro cantano una nenia da offertorio del tipo “ce la farò come un gabbiano quando cerca un nido”) passa tra di loro e li sfiora: eliminandoli e nel contempo rubandogli la giovinezza.
Un corto circuito epocale che qualcuno ha definito come “Pippo Baudo meets Papa Boys meets Charles Manson”. Io non ce l’ho più fatta. Stanotte ho sognato l’Angelo della Morte che vagava per il girone degli artisti esclusi cantando “ce la farò” a cappella.

Mi sembra il momento della chiosa: arriva per tutte il momento in cui bisogna dargliela su. In cui è giusto godersi la pensione e passarsi i pomeriggi ai videopoker di quartiere. In cui le epoche finiscono. Ecco Raffa, ascoltami: ora ci siamo. Perché già con “The voice” e “Amore” quel programma sulle adozioni a distanza scricchiolavi. Per evitare poi di ricordare la caduta di stile della checchina che cantava e tu “ah, ma sei maschio?” mentre ridevi di gusto. Che poco stile. Ora però c’è il baratro. Fai un disco ogni tanto, un’apparizione da star quale sei o torna fare le fagiolate o le sorprese di Carramba. Scappa alle Maldive o anche solo a Chivasso. Ma lascia quello scempio al suo destino. E giuro che tra un mese ti avremo, a fatica, perdonato anche questa.
Sempre tuo Matty.

fonte


_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da Bellaprincipessa il Lun 26 Gen - 9:41

ma é davvero cosi' brutto???
ma é possibile?
avatar
Bellaprincipessa
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1622
Data d'iscrizione : 21.03.13
Età : 43
Località : Roquebrune Cap-Martin Costa Azzurra Francia

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da anna il Lun 26 Gen - 12:34

 si

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da picpiera il Lun 26 Gen - 17:38

non ho visto la Carrà
mi dovrei rifare con "L'isola di famosi" che ne dite ? ....appena vedo la Marcuzzi mi si raddrizzano i capelli
avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV da evitare

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum