Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



La TV & la stampa

Pagina 6 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 5, 6, 7 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Gio 23 Giu - 22:32

Suspect di solito Maggio ci azzecca...

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da Lucy Gordon il Gio 23 Giu - 22:35

anna ha scritto: Suspect di solito Maggio ci azzecca...


a dire il vero sembra confermato. La sua trasmissione su 105 è insopportabile ..........spero che la tv gli giovi
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Gio 23 Giu - 23:20

Vieniviaconme in onda su La7
La conferma da Roberto Saviano
E' ufficiale: la trasmissione condotta da Roberto Saviano e Fabio Fazio, andrà in onda su La7. Accordo vicino anche con Michele Santoro, dal punto di vista economico nessun problema. L'annuncio nel corso della conferenza stampa di presentazione dei palinsesti di La7. Garimberti: "Autolesionista perderla"


La Rai perde un gioiello e La7 lo raccoglie. Andrà in onda sull'emittente di Telecom Vieniviaconme, seconda serie del programma con Roberto Saviano e Fabio Fazio, andato in onda con straordinari risultati d'ascolto lo scorso inverno su RaiTre. Ad annunciarlo è stato lo stesso Saviano, che ha telefonato all'amministratore delegato di Telecom Italia Media Giovanni Stella nel corso della conferenza stampa di presentazione dei nuovi palinsesti di La7 a Milano.

Stella ha chiarito che la trasmissione arriverà sugli schermi di La7 a partire dal 1 maggio del 2012. Occorrerà infatti aspettare la conclusione del contratto che lega Fazio a Rai3 con Che tempo che fa. "Fazio è impegnato fino a maggio con la Rai - ha spiegato Stella - Vieniviaconme avrà quattro puntate dal 1 maggio a giugno. Saviano sarà invece con noi prima di questa data per 4 speciali con volti ancora da individuare".
Dopo la telefonata di Saviano, Stella ha espresso il suo rammarico per quanto accaduto allo scrittore “E’ poco decente – ha dichiarato - che una persona come Roberto sia costretto a lavorare per una tv piccola”.

Garimberti: "Scelta autolesionista". Il presidente della Rai Paolo Garimberti ritiene però che che "vi possano essere ancora dei margini perchè Roberto Saviano lavori per la tv pubblica insieme a Fabio Fazio. Dice Garimberti:"Mi sembra assurdo, direi quasi autolesionista, che la Rai dopo averlo celebrato in questi giorni nella presentazione dei palinsesti come il programma più visto della stagione autunnale 2010 (secondo solo alla Formula Uno), perda un successo come 'Vieniviaconme'. In questo senso mi affido alla esperienza e alla sensibilità del direttore generale". Spiega il presidente Rai: "Penso che su scelte come queste non possano esserci posizioni ideologiche ma solo posizioni aziendali. Troppo spesso infatti gli interessi della Rai sembrano venire dopo rispetto a quelli di parte, atteggiamento che considero inaccettabile da chi è incaricato di difendere e tutelare il valore di questa azienda".

Novità annunciate anche su Michele Santoro, per il quale il contratto sarebbe in via di definizione. Per chiudere la trattativa, però, manca ancora un pezzo, anche se non si tratta dell'aspetto economico della questione. Ad annunciarlo lo stesso Stella, che ha spiegato: "Dal punto di vista economico non c'è nessun problema, con Santoro è stato trovato un accordo di massima e spero che possa arrivare presto". Dal top manager anche l'auspicio "di riuscire a firmare questo contratto. Non è facile - ha detto ancora Stella - Santoro è un volto di pregio e giustamente vuole avere delle tutele". Parole successivamente precisate da Ti Media, che in un comunicato spiega: "Con il dottor Michele Santoro non è ancora stato trovato un accordo".

Tra le altre novità dei palinsesti di La7, l'arrivo di Benedetta Parodi, che condurrà un programma dedicato a cucina e lifestyle, quello del giornalista Luigi Nuzzi, con un programma di inchiesta dedicato ai casi irrisolti, e quello del giornalista Filippo Facci, che condurrà un talk show di approfondimento.
Per il resto, a parte l’addio di Ilaria D’Amico, confermati i nomi forti del palinsesto de La7, da Gad Lerner che però ha dichiarato che quest’anno sarà l’ultimo per l’Infedele, a Daria Bignardi (che rivedremo solo nel 2012) ad Antonello Piroso per il quale si sta preparando un nuovo programma
repubblica

il presidente si è risvegliato dal coma per un attimo

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anny_skod il Gio 23 Giu - 23:31

Lucy Gordon ha scritto:
anna ha scritto: Suspect di solito Maggio ci azzecca...


a dire il vero sembra confermato. La sua trasmissione su 105 è insopportabile ..........spero che la tv gli giovi

questo qui non piace neanche a me..se la tira e non é neanche bravo.Non che facchinetti fosse tutta questa bravura,pero mi ci ero affezionata al suo push de bottom
avatar
anny_skod
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1336
Data d'iscrizione : 06.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Gio 23 Giu - 23:42

ci mancherà il Facchy

visto che non abbiamo Sky, la sera della puntata apriremo il 3D 'Facchinetti addicted' e guarderemo i video con le sue presentazioni, i discorsi... tutto tutto

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da ubik il Gio 23 Giu - 23:49

..........................

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Sab 25 Giu - 12:00

Guzzanti: “Il mio massone? E’ Bisignani”

Il PdL? Un dopolavoro della P2″. E’ un Corrado Guzzanti indubbiamente diverso quello che si rivela a Luca Telese del Fatto Quotidiano: un Guzzanti più introverso forse, meno vivace di quanto ci si aspetterebbe dal creatore dei personaggi che più di tutti gli altri hanno plasmato la comicità del paese. Figure memorabili come Funari, Vulvia, Rokko Smitherson, Quélo, e chi più ne ha più ne metta. Ma come sempre succede, la comicità e l’arte rischiano addirittura di anticipare la cronaca.

IL MASSONE – Secondo Guzzanti questo è quello che è successo con il personaggio del Massone, creato per Il Caso Scafroglia e recentemente riproposto su Aniene, lo show per Sky che è “involontariamente”, racconta Guzzanti, campione di ascolti, tanto da venir riproposto ormai a giro sulla rete generalista satellitare: due ore di record, che lo stesso autore non si aspettava. Sotto la maschera del massone, a capo della loggia della “Uallera d’oro” che controllerebbe l’intero paese chi c’è? Luigi Bisignani, dice Guzzanti: la somiglianza è incredibile.

La profezia dell’i n c ap p u c c i a t o ?
Era cronaca, prima di Bisignani. Il Pdl sembra un dopolavoro per piduisti, le manovre coperte sono la regola, è quello che si vede a occhio nudo, ma viene celato dalla propaganda.
Stai ritagliando un dossier P4?
Sono cialtroni, pericolosi, ma non riescono a diventare drammatici. Sono più ridicoli di quelli che portiamo in scena.
Battuta.
Il nostro incappucciato dice: “Basta con la P3 e la P4. È ora di passare alla Q…”
Sottotesto satirico?
È serio: la gente avrà notato che dopo ogni P salta fuori una legge bavaglio?
Sconfinamento fra satira e indignazione di cittadino.
Il tormentone lo hanno già inventato loro. “D ov ’è… ’ndo sta.. il reato?” Come se non esistesse colpa oltre la rilevanza penale. Ci vorrebbe un programma satirico settimanale per stargli dietro
Un programma settimanale, dice Luca Telese, e non è escluso che succeda davvero, visti gli stratosferici ascolti di Aniene che, come abbiamo detto sorprendono lo stesso Guzzanti.

PRESTO IN TV – A suo dire il programma avrebbe dovuto totalizzare al massimo qualche decina di migliaia di spettatori.

E invece…..
Te lo aspettavi questo successo?
Scherzi? Avevo accettato di fare una cosa a giugno pensando: bene che vada mi vedranno 20 mila persone così posso sperimentare in clandestinità. Invece…
Sembri deluso!
Al contrario, sono contento. Doveva essere una prova generale per vedere se potevo funzionare sul satellite (ero convinto di no!) è andata.

E dunque? Corrado Guzzanti torna in attività? Pare di sì.

A domanda diretta, il comico non nega. Farai quattro puntate su Rai3?
L’ho letto. Ma non ne so nulla!
Allora farai questo programma di nuova satira su Sky?
Speravo che Aniene andasse male, e così non se ne parlava più. Ma se lo volessero d av ve ro …Qualche cosa farò.

Probabile dunque che si potranno vedere tutti i programmi che hanno reso Guzzanti famoso sugli schermi delle nostre Tv, in un modo o nell’altro, da settembre.
giornalettismo

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Lun 27 Giu - 22:27

CLAMOROSO! SIMONA VENTURA VERSO SKY?

Questa è cla-mo-ro-sa! Ha tenuto banco negli scorsi mesi ed era una delle ‘riconferme’ più discusse e attese della tv pubblica; ma proprio nel momento in cui Simona Ventura e il suo Quelli che il Calcio sono stati confermato per l’autunno 2011, arriva la bomba.

A DM risulta che sia pronto un contratto eccellente che porterebbe sui lidi di Sky Mona Nostra che, così, abbandonerebbe dopo anni di onorata carriera la Radio Televisione Italiana.

A differenza di quanto trapelato negli scorsi giorni, infatti, e sempre stando ad indiscrezioni che raggiungono la nostra redazione, Simona Ventura non avrebbe firmato alcun rinnovo con la Rai (si parlava di un contratto da 3 milioni per 3 anni) e starebbe valutando un passaggio alla piattaforma satellitare di Murdoch. Un passaggio che qualora andasse in porto avrebbe dell’incredibile.

Visto il trasloco di XFactor su Sky c’è già chi ipotizza anche la realizzazione dell’Isola dei Famosi sulla pay tv nostrana che diventerebbe, così, la nuova roccaforte della Magnolia tanto cara alla conduttrice piemontese.

Che ne sarebbe, poi, del contenitore domenicale di Rai2? Tornerebbe in lizza Caterina Balivo?

dm.it

Suspect Suspect Suspect

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da seunanotte il Lun 27 Giu - 23:04

Ma allora è vero? se penso che quest'anno non vedrò X factor io seguivo anche i day time e persino il processo
ma sky non mi avrà ugualmente,con quello che costa!!
avatar
seunanotte
cometa
cometa

Messaggi : 495
Data d'iscrizione : 08.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Lun 27 Giu - 23:06

Suspect se penso che potrebbe significare il suo ritorno in XF direi che non è una cattiva notizia

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Mar 28 Giu - 21:30

LIOFREDI PROPONE MA LA RAI BOCCIA. A QUELLI CHE IL CALCIO LA SPUNTA VICTORIA CABELLO

Il Direttore di Rai2 propone (Facchinetti e Balivo) ma la Rai boccia. A pochi minuti dalla proposta di Massimo Liofredi per la conduzione della nuova edizione di Quelli che il Calcio, arriva un lapidario comunicato della RAI:

Victoria Cabello sbarca in Rai e condurrà la prossima edizione di “Quelli che il calcio” su Rai2. Sarà legata con un contratto di esclusiva per i prossimi due anni.

Una situazione paradossale, quella della seconda sere e del suo Direttore, contro il quale aveva riaperto le polemiche il Consigliere Giovanna Bianchi Clerici secondo il quale l’addio di Simona Ventura è “la spia di un disagio profondo a Rai2” al quale “il cda Rai deve porre rimedio”.

Dichiarazioni alle quali ha fatto seguito la replica di Liofredi: “Si tratta dell’ennesimo tentativo di strumentalizzare anche le libere e rispettabili scelte professionali degli artisti per osteggiare pretestuosamente la direzione di Rai 2”.

C’è chi è pronto a scommettere che il Direttore di Rai2 sia pronto a dare mandato ai propri avvocati.
dm.it

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Mer 29 Giu - 13:08

qualcosina in più, anche riferito al discorso che facevo con Lucy nel 3D di XF, si può capire da questo articolo


Berlusconi giù, Mediaset ko

Il titolo in Borsa ha perso un quarto del suo valore da inizio anno. La controllata Endemol va a picco. La pay tv è in perdita. E gli spot sono svenduti. Il tramonto politico del Cavaliere coincide con quello delle sue tv?


Mai fidarsi degli alleati. Chissà se nei giorni scorsi Pier Silvio Berlusconi ha rivolto un pensiero critico al proprio socio John De Mol. Nelle ultime settimane, infatti, l'imprenditore olandese diventato ricco grazie al successo del "Grande Fratello" si è ritrovato al centro di un micidiale corto circuito.
Proprio mentre tiene banco la crisi finanziaria della sua storica casa di produzione, la Endemol, nella quale lui è oggi un semplice azionista assieme al gruppo Mediaset dei Berlusconi e alla banca Goldman Sachs, De Mol ha infatti piazzato un colpo di tutto rispetto. Un suo programma, "The Voice", è stato inserito nel palinsesto Rai per la prossima stagione.

Una novità che può dar filo da torcere a Mediaset: in Olanda il programma è partito forte, mentre negli Stati Uniti, dove gode della partecipazione di una star come la cantante Christina Aguilera, ha permesso al canale Nbc di triplicare i propri ascolti. Piccolo dettaglio: "The Voice" è una creatura di una nuova società personale di De Mol, la Talpa Media Holding, che il creativo produttore dirige operativamente giorno per giorno. E che, in Italia, ha ceduto i diritti del nuovo programma a un altro concorrente di Endemol e Mediaset, la Toro Produzioni.

Sono mesi difficili per Mediaset. In Borsa il titolo perde terreno (-24 per cento da inizio anno, a fronte di un indice Ftse Mib, quello dei principali titoli milanesi, quasi in pari), proseguendo una discesa iniziata a novembre, in coincidenza con i tremori della maggioranza del governo di Silvio Berlusconi. Al di là del contesto politico, le preoccupazioni degli investitori sembrano soprattutto legate alle difficoltà che sta incontrando nella trasformazione del proprio business. La prima è rappresentata dalla spinosa vicenda Endemol, nella quale la regina delle tivù italiane rischia di fare la fine del pollo da spennare. Quando nel 2007 Pier Silvio ne annunciò l'acquisto, la definì un passo fondamentale nell'internazionalizzazione del gruppo. Valutata 3,6 miliardi, dopo soli quattro anni Endemol rischia di non poter più rifondere i debiti fatti dai soci per comprarla, e caricati sulla società grazie a un meccanismo di leva finanziaria.

La seconda questione è legata al decollo della tivù a pagamento: il pareggio di bilancio, raggiunto per la prima volta a fine 2010, ha lasciato il posto quest'anno a una nuova perdita, in parte causata dagli investimenti per il lancio di nuovi canali. Tra i quali, è la novità delle novità, uno interamente dedicato alle notizie, atteso in autunno. Il terzo problema, infine, è il crollo degli spettatori della tivù tradizionale che, per la prima volta, inizia a ripercuotersi anche sulla pubblicità.

Quanto per Mediaset sia difficile cambiar pelle, lo racconta proprio il caso Endemol. Quando fu acquistata, Pier Silvio disse di aver messo le mani "sul più importante patrimonio creativo internazionale dell'intrattenimento". Endemol era il colosso dei format, i programmi che possono essere replicati in tutto il mondo. E, con il Grande Fratello, aveva cavalcato la rivoluzione dei "reality show", nei quali persone comuni sono messe alla prova in situazioni difficili.

Il vero reality, fatto di fortune improvvise e cadute fragorose, sembra però quello vissuto in questi anni dalla Endemol stessa. Per capire i fatti, bisogna tornare all'anno 2000, quando De Mol e il socio Johannes van den Ende, un impresario teatrale, vendettero una prima volta la loro società al colosso spagnolo Telefónica. Incassarono una cifra mostruosa: 5,5 miliardi, pagati in azioni. Pochi mesi dopo, tuttavia, il numero uno di Telefónica, Juan Villalonga, finì nel mirino del premier spagnolo José María Aznar, che lo accusò di insider trading e lo cacciò, non prima di avergli pagato una liquidazione milionaria. Nel giro di poco tempo, il gruppo realizzò che di Endemol non se ne faceva nulla. E decise di venderla. Lasciando il campo a Goldman Sachs, al ritorno di De Mol (attraverso il fondo Cyrte) e al gruppo Mediaset, che nell'avventura puntò 456 milioni: un investimento che, ora, è stato interamente svalutato.
l'espresso

tralascio le intercettazioni sulle manovre per 'adattare' il palinsesto Rai ai bisognio di Mediaset perchè quello l'avevano capito anche all'asilo nido

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Ven 1 Lug - 12:00

La7 interrompe trattativa con Santoro
“Prova di un colossale conflitto d’interesse” Telecom Italia Media annuncia di aver sospeso la discussione con il conduttore di Annozero sul suo possibile arrivo sul settimo canale. "Naturalmente non possiamo fornire le prove dell’esistenza di interventi esterni, ma parla da solo l’interesse industriale che avrebbe avuto la rete a ospitare un programma come il nostro nella sua offerta"


”Siamo di fronte ad una nuova, eloquente e inoppugnabile prova dell’esistenza nel nostro Paese di un colossale conflitto di interesse”. Michele Santoro non ha dubbi sulle motivazioni che hanno spinto La7 a interrompere con lui le trattative. “Un accordo praticamente concluso – prosegue il giornalista -, annunciato dallo stesso telegiornale dell’editore coinvolto, apprezzato dal mercato con una crescita record del titolo, viene vanificato senza nessuna apprezzabile motivazione editoriale. Naturalmente non possiamo fornire le prove dell’esistenza di interventi esterni ma parla da solo l’interesse industriale che avrebbe avuto La7 ad ospitare un programma come il nostro nella sua offerta”.

Già il 16 giugno, intervenendo al programma radiofonico “Un giorno da pecora“, in modo un po’ criptico, Santoro aveva fatto riferimento alla sostanziale mancanza di libertà di Telecom. ”Improvvisamente – spiega oggi il giornalista – ci sono stati posti gli stessi problemi legali che la Rai pone a Milena Gabanelli e norme contrattuali che noi consideriamo lesive della libertà degli autori e dei giornalisti. Per non tradire le attese del pubblico, ci siamo impegnati a farci carico delle eventuali conseguenze legali delle nostre trasmissioni, ad autoprodurle e a procedere per gradi, senza un contratto quadro, con una prima serie di undici puntate. In questo modo, sia noi che l’editore, avremmo potuto liberamente valutare l’opportunità di continuare la collaborazione”.

“Ricordiamo a tutti – aggiunge Santoro – che il dottor Stella, amministratore delegato di Ti media aveva pubblicamente dichiarato che non c’erano divergenze economiche e che La7 non aveva nessun problema a mettere in onda un programma come Annozero. Un programma che, tra infinite difficoltà e attacchi di ogni tipo, è sempre stato realizzato in completa autonomia”. Inevitabile allora chiedersi: “Perché hanno cambiato idea? Chi ha interesse ad impedire che si formi nel nostro Paese un terzo polo televisivo che rompa la logica del duopolio?”

“Per tornare a crescere – conclude Santoro – l’Italia deve liberarsi del conflitto di interesse e di tutti coloro che non hanno avuto il coraggio di opporgli le ragioni della libertà di opinione e della libertà di mercato. Sulla scia del successo di Tuttiinpiedi, con l’aiuto fondamentale del pubblico, dimostreremo presto che un Paese semilibero non ci basta. Tutto cambia”.

Intanto, dopo l’annuncio dello stop alle trattative con Santoro, il titolo Ti Media scivola in borsa cedendo il 3,9% per cento a 0,21 euro.

E sul mancato arrivo di Santoro sulla rete per la quale lavorano, Gad Lerner ed Enrico Mentana si dicono “dispiaciuti” e si chiedono la ragione dell’annuncio dello stop augurandosi che la trattativa possa riprendere. Non solo – spiegano all’Ansa – perché la sua è una voce importante nel panorama della libera informazione, ma anche perché siamo convinti che una trattativa condotta più sobriamente avrebbe limitato le interferenze esterne, comunque inaccettabili, e favorito un accordo professionale basato sui principi dell’autonomia e della lealtà reciproche, già vigenti a La7. Ci chiediamo, inoltre: che bisogno c’era – dicono ancora Lerner e Mentana – di decidere e annunciare con questa fretta lo stop alla trattativa con Santoro? Ci auguriamo che si possa riprendere più serenamente il filo della trattativa nell’interesse di tutti, come suggeriscono le ragioni del libero mercato”.

Non si sono fatte attendere le reazioni politiche. ”Non sappiamo se risponde al vero la notizia dell’interruzione delle trattative tra Telecom e Michele Santoro e non sta a noi entrare nel merito. Tuttavia, se fosse vero, sarebbe quanto mai opportuno che il gruppo dirigente della Rai riconvocasse immediatamente il conduttore e la sua squadra ed accogliesse la disponibilità piu volte manifestata a rientrare perfino al costo di 1 euro”, scrivono in una nota il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti e il senatore Pd Vincenzo Vita.

Critico anche il portavoce dell’Italia dei Valori, Leoluca Orlando: ”La notizia del mancato accordo tra Santoro e La7 è la conferma che il regime berlusconiano sta vivendo gli ultimi pericolosi colpi di coda. E’ chiaro a tutti che l’editto bulgaro emanato dal presidente del Consiglio nei confronti di trasmissioni sgradite a Palazzo Chigi come ‘Annozerò non solo è ancora in vigore, ma ha ormai superato il duopolio Rai-Mediaset”.

Contro il ‘santone Santoro’ si scaglia invece il vicepresidente dei deputati del PdL, Osvaldo Napoli: ”La notizia delle trattative saltate fra Michele Santoro e Ti Media può sorprendere gli sprovveduti. Siamo in presenza della vendetta della realtà nella quale il “santone” Santoro è stato brutalmente richiamato”. “Trovare un altro editore libero come la Rai non sarà facile per Santoro – prosegue Napoli -. Una Tv che ti lascia fare il bello e il brutto non è semplice. Santoro ha sempre sostenuto di aver dato alla Rai molto di più di quanto ha ricevuto. Si chiederà ora perchè mai La7 rinuncia a tanta grazia di introiti?”
ilfattoquotidiano

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anny_skod il Ven 1 Lug - 14:41

non ho capito bene perchè hanno interrotto la trattativa...
avatar
anny_skod
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1336
Data d'iscrizione : 06.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da anna il Ven 1 Lug - 15:03

stamattina ho letto un'intervista a Santoro del Fatto, che ancora non è online, appena la mettono la posto, in pratica spiegava un po' come è andata la trattativa, pare che all'iniziono gli avessero proposto il contratto standard che prevede che l'editore (Bernabè in questo caso) abbia diritto di veto su contenuti, ospiti dei quali deve prendere visone, poi sembrava che queste cose fossero superate, dice Michele che secondo lui Stella era pronto ma ha ricominciato a fare richieste che gli hanno fatto pensare a qualche ripensamento di Bernabè
ieri sera ne ha Parlato Mentana, diceva che anche non volendo pensare a una censura politica, è plausibile si tratti di censura di mercato, insomma conflitto di interessi, concorrenza falsata

edit
comunque alcuni stralci del'intervista sono riportati nell'articolo sopra

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La TV & la stampa

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 5, 6, 7 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum