Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



La biblioteca di DarkOver

Pagina 1 di 12 1, 2, 3 ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da anna il Ven 4 Mar - 22:02

letti, da leggere o rileggere

Comincio da quello che per me non è soltanto uno scrittore,ma uno dei simboli della parte migliore della nostra 'Povera Patria'
In questi giorni sta promuovendo il libro tratto dall'esperienza televisiva 'Vieni via con me' che ha lo stesso titolo
Alla Feltrinelli di Pavia legge le sue '10 cose per cui vale la pena vivere


_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da ubik il Gio 10 Mar - 23:04

questa sera in Tv hanno dato Il curioso caso di Benjamin Button da una novella di Francis Scott Fitzgerald

anche Philip K. Dick ha scritto una storia simile:

... In senso inverso

che io ho letto qualche anno fa, per cui mi limito a postare la pagina di wikipedia

« L'Anarca disse in un sussurro frusciante, simile a quello del vento: «Ho visto Dio. Ne dubitate? »

In senso inverso (Counter-Clock world), è un romanzo di fantascienza di Philip K. Dick del 1967. Deriva dal racconto breve Il suo appuntamento è fissato per ieri (Your Appointment Will Be Yesterday) pubblicato nel 1966 sulla rivista pulp americana Amazing Stories. È stato pubblicato anche con il titolo Redivivi S.p.A. e Ritorno dall'aldilà.
Il romanzo è ambientato in un ipotetico 1998, in cui il tempo ha iniziato a scorrere in senso contrario. Questo perché nel 1986 si è verificato un fenomeno siderale chiamato Fase Hobart che ha comportato l'inversione della freccia del tempo che ha iniziato a risalire dal presente al passato. L'autore immagina un mondo in cui gli umani resuscitano dalla morte, ma solo per ripercorrere al rovescio la loro vita, passando dalla vecchiaia al ritorno nell'utero.

Trama
La storia è centrata attorno alla figura dell'Anarca Peak, un leader religioso nero che è morto nel 1971 ed è prossimo al ritorno in vita. Il protagonista è invece Sebastian Hermes, il proprietario di un piccolo Vitarium (ditta specializzata nella riesumazione e reinserimento in società dei defunti che ritornano in vita) che per caso scopre il luogo di sepoltura di Peak. Per evitare che qualche ditta concorrente possa anticiparlo, Hermes decide di riesumare in gran segreto il corpo, essendo consapevole dell'enorme valore del suo cliente. Il risveglio dell'Anarca rischia infatti di cambiare gli equilibri del potere, scatenando una nuova ondata di violenze razziali.
Nonostante le intenzioni di Hermes, la notizia del risveglio dell'Anarca si diffonde in fretta, scatenando una lotta per avere il suo corpo che vede protagonisti la Biblioteca, (la più temuta organizzazione del mondo che ha il compito di cancellare le testimonianze scritte degli eventi non più accaduti), gli Uditi (il culto religioso fondato da Peak) e sullo sfondo anche la Chiesa di Roma.

Curiosità

L'Anarca Peak è stato chiamato così in omaggio al vescovo episcopale James Pike, un ricercatore biblico convinto di poter comunicare con i morti, con cui Dick era entrato in contatto tramite la matrigna di sua moglie. Il personaggio è comunque chiaramente ispirato alla figura di Malcolm X, assassinato qualche anno prima della stesura del libro.

L'esclamazione più comune dei personaggi del romanzo è "Cibo!", che dal punto di vista biologico rappresenta l'opposto della comune esclamazione in cui vengono citati i nostri escrementi.

Ciascun capitolo è introdotto da una citazione tratta dalle opere dei filosofi medioevali Sant'Agostino, Severino Boezio, Giovanni Scoto Eriugena, San Tommaso D'Aquino e San Bonaventura da Bagnoregio.

http://it.wikipedia.org/wiki/In_senso_inverso

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da W.Matilda il Sab 12 Mar - 12:02

Qualcuno conosce lo scrittore tedesco di (diciamo) fantascienza Andreas Eschbach? Che ne pensate?
Spoiler:
Io al momento sono un pò perplessa, avevo letto un suo libro e l'avevo trovato un capolavoro, poi ho letto un secondo libro e mi è sembrata una ciofeca paurosa, banale e mal scritta...varrà la pena dargli una terza occasione?
avatar
W.Matilda
polvere cosmica
polvere cosmica

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da ubik il Sab 12 Mar - 15:58

W.Matilda ha scritto:Qualcuno conosce lo scrittore tedesco di (diciamo) fantascienza Andreas Eschbach? Che ne pensate?
dopo vado in libreria e cerco

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da ubik il Sab 12 Mar - 21:13

ubik ha scritto:
W.Matilda ha scritto:Qualcuno conosce lo scrittore tedesco di (diciamo) fantascienza Andreas Eschbach? Che ne pensate?
dopo vado in libreria e cerco
credo tu abbia letto "Milardi di tappeti di capelli" era finito
se mi confermi che è quello e che è interessante lo acquisto, già ne ero stato tentato quando era uscito perchè il titolo mi intrigava

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da ubik il Sab 12 Mar - 21:19

ho letto da poco un romanzo di Theodore Sturgeon

... "Nascita del superuomo", del 1953 considerato di fantascienza, ma che a me è sembrato un'altra cosa

che meravigliaaaaaaaaaaaaaaa

tre racconti raccolti insieme a formare un romanzo, e questa cosa si sente, il passaggio da una parte all'altra è piuttosto brusco e alcune cose sono difficilmente spiegabili

per tutto il resto invece mi è piaciuto tantissimo

Sturgeon affronta e scrive storie piuttosto inverosimili e a tratti surreali con una apparente facilità che mi ha particolarmente colpito

alcune pagine mi sono sembrate, al contrario, iperealiste

ma al di là dello stile, la cosa sorprendente è la scelta dei protagonisti e lo sviluppo della vicenda

il parallelismo tra soggetto svantaggiato, handicappato o comunque diverso e l'essere dotato di "superpoteri", pubblicato nel 1953, mi pare qualche cosa di molto avanguardistico o quantomeno di molto moderno per l'epoca

il tutto per giunta assemblato in modo da terminare con la creazione del "superuomo" del titolo del romanzo
bello

adesso ho riletto "Cristalli sognanti" che avevo già letto, ma troppo tempo fa, difatti non ricordavo quasi nulla ma mi è piaciuto da matti
appena trovo qualche minuto scriverò le impressioni ricavate


Ultima modifica di ubik il Gio 24 Mar - 0:03, modificato 1 volta

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da ubik il Dom 20 Mar - 18:48

... sto leggendo il terzo romanzo breve di Theodore Sturgeon

Qualche goccia del tuo sangue 1961

fantastico, a mio parere anticipa e forse ispira un altro grande della letteratura americana, Cormac McCarthy che però inizia a pubblicare nel 1965

in questo breve romanzo di Sturgeon per ora trovo la stessa prosa e gli stessi inquietanti argomenti di romanzi come "Figlio di Dio", "Non è un paese per vecchi", "La strada".

sono proprio contento di avere riscoperto questo autore, erroneamente definito di fantascienza

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da ubik il Gio 24 Mar - 0:01

... Cristalli sognanti - Theodore Sturgeon 1950

Bizzarri protagonisti, una nana albina, un'altra musicista, un bambino che non cresce e mangia formiche, che poi si chiude in casa per qualche giorno e ne esce adulto
un chirurgo caduto in disgrazia, di nome Cannibale, che gestisce un Luna Park con annessi e connessi: l'uomo pesce, lo scoiattolo senza pelo, ...

odio, amore, amicizia e vendetta

e sogni, tanti sogni che si materializzano

Noi non lo sappiamo, ma non siamo soli al mondo; nascosti nella terra, a volte impolverati e scambiati per comuni ciottoli, ci sono i cristalli, i cristalli sognanti

essi sognano e sentono i nostri pensieri

ma cosa sognano? Cannibale lo sa, Bunny, la nana albina, lo sa; lo sanno anche Zena e Horty, il bambino adulto...

se lo vuoi sapere anche tu, leggiti il libro

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da Stellaneltempo il Gio 24 Mar - 14:50

Letti di recente...









Tre libri molto diversi.

"Accabadora" è stato faticoso all'inizio, ma poi mi ha conquistato.

"Il profumo delle foglie di limone" mi ha appassionato fin dall'inizio e mi ha lasciato un gusto amaro alla fine della lettura.

"Le Beatrici" non mi ha convinto del tutto, anche se ho amato tantissimo il monologo "Attesa", in cui ho ritrovato molto di me stessa.
avatar
Stellaneltempo
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1731
Data d'iscrizione : 15.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da Lucy Gordon il Gio 24 Mar - 16:24

Dopo due mesi di agonia, nevralgia, mal di denti, giramenti di testa e sangue dal naso sono riuscita a finire questo:






..........ciavessi capito qualcosa
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da camila il Gio 24 Mar - 17:11

Lucy Gordon ha scritto:Dopo due mesi di agonia, nevralgia, mal di denti, giramenti di testa e sangue dal naso sono riuscita a finire questo:
Spoiler:

..........ciavessi capito qualcosa

il piacere della lettura...
Dopo la tua esauriente recensione penso che schiverò questo libro
avatar
camila
meteorite
meteorite

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : un pò qui un pò altrove

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da Lucy Gordon il Gio 24 Mar - 17:21

camila ha scritto:
Lucy Gordon ha scritto:Dopo due mesi di agonia, nevralgia, mal di denti, giramenti di testa e sangue dal naso sono riuscita a finire questo:
Spoiler:

..........ciavessi capito qualcosa

il piacere della lettura...
Dopo la tua esauriente recensione penso che schiverò questo libro


No guarda bella patata, il libro è molto interessante tocca temi storici in modo originale e narra la doppiezza dell'individuo.



Spoiler:
...e che cazzo, mica devo soffrire solo io
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da camila il Gio 24 Mar - 17:54

Lucy Gordon ha scritto:

No guarda bella patata, il libro è molto interessante tocca temi storici in modo originale e narra la doppiezza dell'individuo.



Spoiler:
...e che cazzo, mica devo soffrire solo io

ah,quindi qualcosa si capisce,non hai patito invano...

Spoiler:
io ho già dato una trentina di anni fa...ho letto l'Ulisse di Joyce,tutto.Quando lo riportai in biblioteca,scusandomi per il ritardo nella riconsegna mi fu risposto:l'ha letto tutto? Non lo finisce nessuno...
avatar
camila
meteorite
meteorite

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : un pò qui un pò altrove

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da Pancaspe il Ven 1 Apr - 22:24

L'ombra del vento

Carlos Ruiz Zafòn





Questo romanzo mi ha aspettata a lungo.
Sono felice di essermi fatta desiderare perchè sentire che un libro, con lui i suoi protagonisti, è arrivato al momento giusto è sempre un dolce piacere.

L'ho iniziato ieri sera e finito tre ore fa, quindi devo ancora metabolizzarlo del tutto, intanto mi sono rimaste l'ottima storia (seppur con qualche elemento troppo prevedibile) e l'ottima scrittura.
La cosa che più mi è piaciuta è che mi è sembrato allo stesso tempo un romanzo di formazione e un romanzo storico, e nessuno dei due "tipi" è stato trascurato a favore dell'altro.
avatar
Pancaspe
meteorite
meteorite

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da Stellaneltempo il Lun 4 Apr - 19:17

Curiosità...qualcuno ha letto un libro di Jonathan Franzen?
Ho letto un articolo di Alessandro Piperno su questo autore e mi ha incuriosito...era una recensione su "Libertà" in cui faceva, però, riferimento a un romanzo precedente "Le correzioni"...
avatar
Stellaneltempo
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1731
Data d'iscrizione : 15.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La biblioteca di DarkOver

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 12 1, 2, 3 ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum