Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» The Voice of Italy 2018
Da Saix91 Ven 16 Mar - 14:24

» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Iosonouncane

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Iosonouncane

Messaggio Da anna il Lun 7 Mar - 17:09

Iosonouncane


Summer on a spiaggia affollata*




Alzati, andiamo,
non fare il cretino
non fare il bambino
ti porto a casa
ti porto in braccio
tornando a casa ci fermiamo a fare colazione
un cappuccino
le paste alla crema
una sigaretta
andiamo a casa cosa vuoi fare?
vuoi stare lì tutta la notte sull'asfalto
vuoi riposare?
non lo senti il maestrale?
che umidità! mi spezza le ossa
mi sento male
andiamo a casa lasciati andare
ti tengo forte
ve l'ho detto mille volte di rallentare,
andiamo non pensi a tua madre?
non pensi a tua madre?
ci sta aspettando
ha appena preso la pensione
ma pensa a tua madre
è rimata lì inchiodata
crocefissa sul portone di casa
in bella mostra in mezzo alla strada

attenti al cane! attenti al cane! no!
attenti a tua madre! attenti a tua madre! attenti a tua madre!
non dice niente non si lamenta
sospira soltanto
dovresti vederla
sulla pancia con lo spray le hanno scritto JUVE MERDA
coi piedi coperti di fiori
si guarda la pancia,
la scritta intendo
e lo sa meglio di me lo sa meglio di te
che per un figlio appena dato
uno nuovo tale e quale è ricevuto
e me lo ha chiesto balbettando
di prendere in ostaggio il direttore di una qualche agenzia di viaggio
ma gliel'ho detto
non c'ho le palle,
non c'ho il coraggio

alzati, andiamo
è quasi mattino
mi sto addormentando
pulisciti il viso mi stai spaventando,
andiamo, lasciati sollevare
che pensi di fare?
se pensi di fare qualcosa di originale ti stai sbagliando
non c'è niente di più scontato
di più normale
è molto meno originale di quelle scarpe
che detto tra me e te davvero
le ho viste ai piedi di almeno 300 persone
andiamo, torniamo in paese
dovresti vedere cos'è successo,
ma non sei un po' curioso?
ma te lo giuro,
sembra di stare in un posto nuovo

dopo trent'anni abbiamo vinto le elezioni,
te lo giuro
è stato proprio un colpo duro per loro
mia madre ha pure pianto
ed io ho fatto lo stesso
si respira un'aria nuova
c'è un bell'entusiasmo
e da quest'anno si balla in un chiosco appena aperto sulla spiaggia
tutti i giorni
tutti a bere sulla sabbia
e i balli di gruppo, i latino americani,
poi fino all'alba con la tecno
e stiamo già organizzando un bel torneo di pallavolo
di calcetto
di biliardo
la caccia al tesoro
la sagra del pane
del pesce
del maiale
e se ti perdi tutto questo
sei proprio un fesso

allora hai deciso
sei proprio convinto di fare qualcosa di originale
non vuoi tornare
ma sai che ti dico?
sei proprio un cretino
non ci stupisci
non mi sorprendi
stammi ad ascoltare un pochino
quello come te lo sappiamo
stanno al mondo solo perchè c'è spazio
mani strappate all'enalotto le tue,
mani strappate all'enalotto
quelli come te lo sappiamo
son stati vivi solo quando sono morti
mani strappate al voto di scambio le tue,
mani strappate al voto di scambio
ma lasciati abbracciare, ti riporto a casa,
ti riporto da tua madre
ma guardami in faccia non mi riconosci?
andiamo a casa non farmi disperare
non so che cosa fare,
ormai non mi rispondi,
hai deciso
sei testardo
sei convinto
ascoltami bene ti stai sbagliando
ascoltami bene ti stai sbagliando
la verità sta nei dettagli
e allora te li elenco
ti regalo altri minuti del mio tempo

stada provinciale centosessanta
in lontananza un pezzetto di mare
notte fonda cielo sereno
l'estate alle porte
un leggero maestrale
fiat punto nera del duemila
trecentomila i chilometri percorsi
cerchi in lega da quindici pollici
un impianto stereo davvero eccezionale
il corpo steso sulla schiena
di un trentenne sull'asfalto
ha già smesso di respirare
abbigliamento sportivo curato
costoso nella media
niente di originale
nelle tasche cinque euro e pochi spicci
un mazzo di chiavi
due cellulari
sul braccio destro un tatuaggio tribale
e sulle mani calli e vesciche
profonde
da muratore.

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106

Torna in alto Andare in basso

Re: Iosonouncane

Messaggio Da anna il Lun 7 Mar - 17:28

Grandi magazzini pianura



sferragliano e scintillano
mandibole d'alto bordo
progettate per tritare
ingoiare digerire
in città come villaggi turistici sfollati
alla sorgente di un traffico d'organi avanzati
cellulari diserbanti lavatrici spazzolini insetticidi dentifrici dimagranti antidepressivi
si accalcano alla foce
si ammassano in pianura
a ingravidare pance cieche
dove è in voga la tortura
dove un prete meridionale
con due mani da arruolare
sta celebrando l'estrema unzione
per il mezzogiorno attaccato al respiratore

"maledetto sia il figlio ingrassato come un topo
tra i palinsesti a rovistare
maledetto questo calice di sangue marcio e renale
ogni mattina dentro al cesso da doversi pisciare
maledetta signorina e la sua igiene settentrionale
la sua fame da inviare
la sua coscienza da incorniciare
maledetto questo silenzio strisciante e velenoso
maledetti questi cadaveri da intervistare
e da portare a votare".

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106

Torna in alto Andare in basso

Re: Iosonouncane

Messaggio Da anna il Lun 7 Mar - 17:33

Torino pausa pranzo



sfila la morte muta vestita da funerale
per le vie del centro
tra le vetrine pronte a ringhiare nello scorrere delle imposte
la pratica del lutto non risparmia neanche gli addobbi di Natale
e dentro al duomo gelido
tra i santi impolverati
arrivano quattro bare con i fiori già invecchiati
sulle panche donate da qualche imprenditore
la democrazia siede in veste ufficiale
e il suo plotone di testimoni
saponette alla mano
ripassa il commiato per gli ultimi tra i cittadini
il coccodrillo commosso
parente stretto delle borsette
è il prezzo da pagare per i prezzi da scontare
Torino acciaierie
pausa pranzo liberata
nella pace bianca della zona industriale
e un minuto di silenzio negli stadi ansimanti
che poi riesplodono in un coro di voci tranquillizzanti
in collegamento dal bordocampo...

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106

Torna in alto Andare in basso

Re: Iosonouncane

Messaggio Da anna il Lun 7 Mar - 17:36

Gramsci (I superstiti)




grande attesa per lo scontro
domenica di grande calcio
si ferma stremato il Paese
l'Italia col fiato sospeso
cori in curva nord
si sbracciano si sgolano
con unghie da manovali,
pelle distesa da opinionisti
e lì, fermi e distanti,
i poliziotti infilano i guanti
digrignano i denti
con mani scafiste e sorrisi da emigranti
e da bordocampo tutto è pronto
brilla il manto
sotto l'assedio dei flash
maglietta nera colletto bianco
sguardo severo da vigile urbano
l'arbitro fischia e da inizio al match
corrono tesi
nervi da cane
facce abbronzate da cronaca rosa
dietro al pallone
lancio lungo sulla fascia
salta stoppa dribbla scatta
e lascia partire il cross
il traversone sorvola l'area
si forma un ingorgo
e nell'indecisione una mano si allunga e colpisce il pallone
piomba il silenzio nello stadio
e l'arbitro convalida il goal!
dopo aver scagliato la prima pietra in rete
il mattatore sudamericano
si concede agli inviati di radio giornali e TV
negli spogliatoi
sugli spalti esplode un'euforia liberatoria
la lapidazione cieca delle mani liberate
e volano sedie
accendini petardi bottiglie monete
stendardi striscioni bandiere cartelli stradali
i libri gli occhiali i preti le madri
asili e ospedali
le scuole i partiti i disoccupati
i rom i bambini e gli anziani.

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106

Torna in alto Andare in basso

Re: Iosonouncane

Messaggio Da anna il Lun 7 Mar - 17:43

Il ciccione (live)




questo è vero effettivamente *
al lavoro vado d'accordo con tutti
però oggi che giornata,
mamma mia che giornata
non sto in piedi
finlmente la poltrona

poverini li buttano nei canili
e poi se ne sbattono i coglioni
se avessi un po' di spazio ma con 35 metri quadri?
chissà Mariella se sta guardando
lei ha un sacco di spazio
le farebbe pure bene
ma quel cretino di mio cognato, che cosa ci sta a fare ancora insieme?

secondo me è sincero
anche se mi sembra assurdo che vadano lì e si innamorino davvero
ma a quella età è normale innamorarsi
stare assieme
dimostrarlo al mondo
è normale e poi lei è bella,
oh se è bella!
è alta... magra...
ma cambieranno pure loro
cresceranno pure loro

io per esempio
io sto benissimo da solo
non ho obblighi
non ho condizionamenti
da solo, senza moglie e senza figli io sto benissimo

e certo che piange
perdere il papà a tredici anni è un brutto colpo per tutti
babbo era un brav'uomo
ogni tanto beveva
allungava le mani

no caro mio,
oggi sei un po' confuso,
si, è così, è sicuramente così,
ci voleva bene
tremila euro tremila euro
un sistema d'allarme con il telecomando
con tutto quello che sta succedendo uno non è più sicuro
neanche quando va a fare la spesa
ma cosa fanno questi?
come vivono questi?
sanno solo fare figli, disgrazie e figli, schifezze e figli ah,
non siamo mica noi i pazzi
sono loro che devono starsene a casa
come faccio io
così si risolve
ah beh, certo, magari anche io faccio schifo,
certo ma qui dentro, dentro casa mia
nessuno mi vede
non ho mai fatto male a una mosca
non si è mai lamentato nessuno
i miei vicini sanno a malapena che esisto!

si è vecchio trito e ritrito
ma mi ha sempre divertito
io cadrei subito con questa pancia...
da quando ho smesso di giocare a calcio...
e invece loro ma tu guarda loro
non cadono mai
ma quelle sono le mutande...
secondo me oggi vince la squadra delle bionde
oh, finalmente il momento musicale
con l'orchestra dal vivo e il medley latinoamericano
quant'è bello questo ritmo
che ricordi questa melodia la fischiettava sempre zio Giovanni alle vendemmie,
è passata una vita ma quant'è bella,
mi vien voglia di ballare anche da solo,
di muovermi e di sudare
ma guarda il pubblico
tutti quanti in piedi a battere le mani e cantare
cantano tutti ballano tutti ridono tutti
lo psicologo le vallette il meteorologo il giornalista i calciatori il consigliere comunale
ballano tutti cantano tutti
si passano il microfono da mano in mano
e poi il trenino, oh il trenino,
come a capodanno no?
l'anno scorso a mezzanotte già dormivo!

gira il trenino
ordinato sempre in tondo
neanche un passo fuori posto
scende il pubblico dalle gradinate
e si unisce alla carovana
l'orchestrina incalzante ora attacca con la macarena
mani avanti
mani indietro
sulla testa
sopra i fianchi
scrollatina e balzo avanti
quanti sono? sono cento,
le telecamere non si lasciano sfuggire un movimento
e salutano chi sta a casa
i parenti i colleghi i conoscenti
chissà come son contenti ed invidiosi
dieci giri
venti giri dello studio in fila indiana
ordinati e rumorosi
educati e a culo fuori
come vacche come buoi
ora imboccano i corridoi gialli al neon e deserti
li immaginavo un po' diversi
filano dritti precisi coordinati
neanche un passo fuori tempo
mani avanti mani indietro si spalancano i cancelli
attravesano il cortile
vanno fuori
è quasi sera
sulla testa sopra i fianchi
ordinati in fila indiana
abbandonano gli studi
scrollatina e balzo avanti
educati e rumorosi
ora sfilano davanti al Colosseo
mani avanti mani indietro oltre il Pincio e il Quirinale
sulla testa sopra i fianchi
sono qui alla Garbatella
sono qui nel mio quartiere
quello è Luca il macellaio ma cosa fa?
si chiude dentro!
scrollatina e balzo avanti
la parrocchia di don Mario
il campetto l'oratorio
mani avanti mani indietro
come mai non c'è nessuno in piazza Biffi?
mi ricordo i pomeriggi e gli scherzi a Pomponelli
non lo vedo da trent'anni!
sulla testa sopra i fianchi
il ginnasio in Via dei Servi
che bei tempi
lì vicino c'abitava Paolo Neri il secchione
s'è sposato la cugina
hanno messo pure al mondo dei figli
ma cosa potevano fare due così?
Scrollatina e balzo avanti
stanno entrando in Via manzoni
sono sempre più vicini
mani avanti mani indietro
dove sono tutti quanti
è tutto chiuso non c'è un cane
sono solo a venti metri
dieci metri cinque metri

il 39 il mio portone lo riconosco
è il mio portone
sono sotto casa mia, cosa faccio?
vado anch'io?
che cosa devo fare?
devo scendere? devo andare?
no
è partito il televoto
oggi voto oggi scelgo oggi partecipo
oggi decido io
chiudo tutto non me ne perdo neanche un minuto
oggi partecipo
devo partecipare
lo diceva anche una canzone no?

la libertà è partecipazione...


* il cantato si alterna con registrazioni audio dalla televisione

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106

Torna in alto Andare in basso

Re: Iosonouncane

Messaggio Da anna il Lun 7 Mar - 17:58

Giugno