Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Rassegna Stampa

Pagina 4 di 27 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 15 ... 27  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da ubik il Sab 22 Dic - 20:48




_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da ubik il Sab 22 Dic - 21:00

DAGOREPORT

Ma perche' Monti Mario un giorno e' in campo come castigamatti centrista, novello De Gaulle Charles della Terza Repubblica italiana, e il giorno dopo appare come un timoroso burocrate che teme di perdere i suoi privilegi attuali se si infila in un terreno che, quasi per contratto, non avrebbe dovuto nemmeno calpestare?

E come fanno i poveri italiani a tenersi aggiornati sull'offerta politica a poco piu' di due mesi da elezioni di una certa importanza per un Paese stremato dall'effetto congiunto di una crisi economica che si incattivisce e dall'insipienza complessiva delle proprie classi dirigenti, se la cosiddetta grande stampa quando sembra che l'ormai ex premier si candidi ne traccia in pensosi editoriali le magnifiche sorti e progressive e quando appare piu' chiaro che non lo fa spiega con presunzione (dei fatti) che ha ragione a non farlo e che e' meglio che si acconci a sperare in uno strapuntino istituzionale all' ombra del grande Pd prossimo venturo?

Tuttavia, ci sono fatti che vanno aggiunti al racconto di questi giorni e che spiegano perché alla fine un sano esercizio di umiltà servirebbe a tutti, a cominciare da un ex premier che questa domenica ci propinerà le sue tavole della legge, dimenticandosi di aggiungere che tante cose di cui parla ha preferito non farle e che altre le ha fatte male, senza nemmeno riconoscere che anch'egli, sia pure per poco, ha usato le istituzioni per le sue ambizioni politiche e non c'è riuscito perché ha calcolato malissimo le forze in campo, la sua popolarità nel Paese, e la sua stessa conseguente determinazione ad andare avanti costi quel che costi.

Non a caso, come gli ricorda Luigi Zingales sul "Sole 24 Ore", Mose' nella Bibbia incitava il suo popolo a combattere per affermare la legge del Signore contro i falsi idoli. La citazione biblica equivale a dare a Monti Mario del pomposo Don Abbondio. Ecco comunque i fatti di cui sopra:

1. Martedì scorso presso la Comunita' di Sant'Egidio si e' tenuta la prima vera riunione organizzativa delle forze della nascente lista Monti per l'Italia. Accanto agli uomini di S.Egidio erano convenuti i rappresentanti nazionali e regionali di Italia Futura, Cisl e Acli con l'obiettivo di lanciare la raccolta firme e mettere in contatto tra di loro i rispettivi referenti regionali. In tutto c'erano una settantina di persone. La riunione va malissimo, le lingue, le aspettative, le storie personali sono nettamente diverse. Allora si decide di spezzettare la riunione, dividendola subito in tante riunioni regionali, ma la musica non cambia. Insomma, disarticolazione completa tra i contraenti, difficoltà anche dentro Italia futura per le dimissioni del coordinatore lombardo e la trattativa personale di quello pugliese con l'Udc. La cosa rimbalza ai piani alti della nascente creatura, con effetti immaginabili.

2. Nel frattempo Monti Mario pensa bene di andare a Melfi, a sceneggiare con Marchionne Sergio, Elkann Yaki e un po' di operai ad applaudire in favore di telecamera, la parabola dell'azienda senza confini che non si dimentica dell'Italia. Un errore di sostanza che avrà immediate conseguenze politiche perché propone plasticamente uno scontro tra padroni e popolo, cosa che nemmeno chi, come Bonanni, era fisicamente presente in seconda fila a Melfi poteva accettare. Il giorno dopo il capo della Cisl scrive al Corriere e prende le distanze dall'avventura montiana. La stessa cosa fanno le Acli, che votano Pd e non il futuribile Centro per Monti e che non sono in realtà rappresentate da Olivero, il quale non casualmente deve dimettersi dalla presidenza del movimento cattolico per candidarsi.

Ma come si fa ad andare a sposare il marchionnismo spinto (flessibilita' totale, esclusione della Fiom, investimenti solo nei Paesi dove e' conveniente farlo) mentre il governo dallo stesso Monti presieduto ha ammazzato con la riforma del lavoro targata Fornero quel poco di flessibilità che c'era obbligando le aziende a mandare via migliaia di giovani e mettendo gli stessi in condizioni ancora peggiori? Come si fa a pensare di inaugurare la campagna elettorale, come pure e' stato scritto senza smentite e timori di smentite, in questo modo?

3. Il famoso incontro tra Monti Mario, Casini Pierferdinando (accompagnato da Cesa Lorenzo) e di Montezemolo Luca a palazzo Chigi, ebbe a produrre anche una conferenza stampa improvvisata sul momento dal Casini, conferenza stampa dalla quale in effetti nacquero tutte le prime pagine sulla imminente discesa in campo del Professore. Il giorno dopo infatti, consapevole di essere stato strumentalizzato da Casini, Monti ordina al suo ufficio stampa di frenare i bollori, di qui la frenata dei giornali di sabato 22 dicembre, primo giorno post Maya.

4. Grazie al ragionier Cesa Lorenzo, segretario Udc che non ha mai creduto alla lista unica, il partitino di Casini e' l'unico in grado di presentare le sue liste, anche se e' difficile che possa essere presente al Senato perché non ha più la Sicilia cuffariana dove poter superare lo sbarramento dell'8 per cento.

5. Italia Futura resta declinata al futuro. In fondo, e' quasi un peccato poiché era l'unica formazione che sul territorio aveva mobilitato adesioni fuori dai soliti noti, anche se talvolta inadeguate o sopravvalutate.

Dissoltosi il grande bluff di Monti Mario, ben sintetizzato nella foto della solita Fornero che si tappa le orecchie per non sentire le critiche (della Lega, ma potevano essere di chiunque altro) al suo operato, e' opportuno riprendere l'osservazione del Pd e di Lega/Berlusconi.

Nel Pd funziona l'asse Bersani/Renzi. Il partito tira un respiro di sollievo per il ritorno di Monti a orizzonti meno velleitari ed e' alle prese con le deroghe ai propri parlamentari per la ricandidatura. Ne sono state chieste 100 e autorizzate 50, con relative tensioni e incazzature degli esclusi. Tensioni tuttavia in parte mitigate dall'attesa di vittoria, con relativi posti di governo e sottogoverno (alla fine, i migliori) da distribuire. Intanto l'asse diretto tra il segretario e lo sfidante Renzi funziona benissimo: la prova regina la si avrà con la scelta dei capilista nelle varie circoscrizioni, dove il sindaco di Firenze avrà ampi riconoscimenti per i suoi uomini sia alla Camera sia al Senato.

La Lega e il candidato premier diverso da Berlusconi. E' chiaro, al di la di ogni scaramuccia per buttare fumo negli occhi, che Maroni si accorda con Berlusconi riconoscendolo come leader della coalizione. Come candidato premier, quello da indicare insieme al deposito firme, simbolo e programma, la base della Lega vuole pero' un altro. Il punto e' che Alfano secondo i sondaggi prende meno di Berlusconi e diversi altri personaggi testati pure. L'unico che davvero può andar bene alla Lega e' Tremonti Giulio. Cosa farà' il fidanzato di Francesca Pascale, quello rivendicato con forza da Katarina Kzenevic e che con il suo ex ministro dell'Economia non si prendeva? Può essere che convenga anche a lui restare leader della coalizione di centro destra, fare lo stesso la campagna elettorale come sta facendo ma non intestarsi la sicura sconfitta. Lo vedremo ai primi di gennaio, termine ultimo per il deposito di simboli, liste e candidati premier.

Il Senato in bilico e Berlusconi si candida per il Senato in tutte le circoscrizioni. Per non ripetere l'esperienza Prodi, il Pd deve avere una maggioranza in Senato che vada oltre i senatori a vita (Monti non viene incluso nelle simulazioni che fanno alla sede del Pd). Solo la Lega in alcune regioni del Nord può superare l'8 per cento, mentre l'Udc e' a forte rischio.

Il tentativo del Pd e' di dar vita a liste locali con animatori non iscritti al partito che possano eleggere un senatore da far convergere sul sostegno al governo. Berlusconi Silvio ha studiato bene la situazione, tanto e' vero (decisione gia' presa) che sara' capolista al Senato in tutte le circoscrizioni. La sua speranza e' che il Pd abbia la maggioranza solo alla Camera, così può riproporre un governo di salute pubblica, affidato questa volta a politici, per rimettersi in gioco. Difficilmente il Pd, dopo l'esperienza con Monti Mario, potrebbe ricascarci.

dagospia

finalmente una analisi che cerca di essere lucida ma che pare scordarsi di qualche piccolo particolare tipo l'effetto sul voto del Movimento 5 Stelle e quello delle astensioni Suspect What a Face

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Sab 22 Dic - 21:47

mi pare che in questo momento ci sia qualche difficoltà a tenere conto di tutto

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da ubik il Dom 23 Dic - 19:16





dagospia

Suspect

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Dom 23 Dic - 19:34

spero che sia fornita di apparecchiatura per elettroshock Suspect

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da ubik il Mer 26 Dic - 23:47

Alessandro Giglioli per il suo blog

Sia chiaro, c'è anche qualcosa di buono nell'Agenda Monti e va detto, se non altro perché senza tante pressioni probabilmente non ci sarebbe neanche quello: l'attenzione alla green economy e alla Rete, la questione di genere nel lavoro, un vago piano per l'occupazione giovanile, la promessa lotta all'evasione fiscale, perfino una bozza di reddito minimo garantito (per anni demonizzato, anche a sinistra, come ‘demagogia' e oggi considerato indispensabile strumento di reintegro nella società perfino dai liberisti, ben svegliati a tutti).

Poi ci sono proposte talmente ovvie e generiche che sfido chiunque a trovare qualcuno contrario: «fare più asili nido», «valorizzare il ruolo del volontariato», «promuovere l'invecchiamento attivo», «costruire una società più giusta e moderna», fino al mitico «meno casta» e - ripeto - trovatemi uno che invece ne vuole di più.
Poi ci sono le dimenticanze, che tuttavia non credo affatto siano tali.

Ad esempio, zero riferimenti alla finanza speculativa, zero. In tutto il pdf non c'è nemmeno la parola "speculazione". L'idea che in merito ci sia un problemino da gestire (visto tra l'altro che il patacrac è iniziato lì) non sfiora il Professore e i suoi.
Zero diritti civili. Non una parola. Zero passi in avanti per quanto riguarda biotestamento, diritti dei gay, fecondazione assistita etc. Zero, il medioevo gli piace.
Oppure, zero tagli alle spese militari: forbici ovunque tranne che lì, inclusi gli F35, il Forza Nec, la guerra in Afghanistan, che evidentemente per lui non costituiscono spesa pubblica.

Poi naturalmente zero tagli ai privilegi del Vaticano, per carità, quelli sono tra gli sponsor.
E zero accenni a uno dei bivi centrali della spesa pubblica: ad esempio, investire miliardi di euro nelle grandi opere come il Tav o al contrario nel salvataggio di un territorio dello Stato che frana ogni volta che piove.

E ancora, zero riferimenti agli ultimi di questa società, i detenuti o i migranti, che schiattino nelle nostre sovraffollate galere e nei Cie.
Zero, insomma: come i passi in avanti in termini di civiltà, laicità, umanesimo.

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Mer 26 Dic - 23:52

ubik ha scritto:
Zero, insomma: come i passi in avanti in termini di civiltà, laicità, umanesimo.
e dove sta la novità? siamo in Italia

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Gio 27 Dic - 13:07


L'odio di don Corsi per le donne arriva da lontano

Il parroco di San Terenzo (Lerici) che ha rilasciato frasi choc sul femminicidio, è in realtà in linea con l'enciclica di Giovanni Paolo II Mulieris dignitatem.

Ha già fatto il giro dei giornali la notizia che tale Piero Corsi, parroco di San Terenzo, ha affisso un orribile insulto alle donne sulla bacheca di una chiesa di Lerici: "Siete state stuprate e uccise? Ve la siete cercata". Questo, nella sostanza, il suo messaggio.

Oggi è giustamente universale il biasimo nei confronti di quel prete, anche da parte del Vaticano, ma già si tenta di minimizzare sul fatto che la sua violenta invettiva prendeva le mosse da una lettera apostolica intitolata Mulieris dignitatem e firmata nel 1988 da Karol Wojtyla. E al tempo nessuno biasimò abbastanza il papa - così amato e già santo della Chiesa romana - un altro pastore di anime, che in perfetta sintonia con l'organizzazione che rappresentava, in più di una occasione si è scagliato contro la "dignità delle donne", chiamandole assassine e paragonando i loro aborti al nazismo; o dicendo che fuori dal matrimonio non c'è amore e che, fuori dalla coppia fertile, nessuno ha il diritto di mettere al mondo dei figli.

L'odio di don Corsi per le donne, dunque, arriva da lontano e dall'alto: questa sarebbe la notizia da dare.

fonte
se commentassi dovrei autobannarmi...

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Gio 27 Dic - 15:38

Prezzi: consumatori, arriva stangata 2013, +1.500 euro

Allarme lanciato da Adusbef e Federconsumatori

Una stangata ''drammatica'' da quasi 1.500 euro a famiglia. E' quella in arrivo nel 2013, secondo le previsioni di Adusbef e
Federconsumatori. Tra alimentari, biglietti dei treni, rc auto, bollette, bolli e servizi postali e bancari, pedaggi, tariffa rifiuti e ricadute dell'Imu gli aumenti saranno ''insostenibili'', pari a 1.490 euro.

Un vero e proprio balzo, stimano le associazioni dei consumatori, sara' quello della tariffa rifiuti che aumentera' da aprile dell'anno prossimo del 25%, pari a 64 euro in piu' a famiglia. A salire sarannopero' anche i prezzi degli alimentari (+5%, 299 euro in piu' legati all'incremento dei prezzi internazionali delle derrate), l'assicurazioneauto (+5%, 61 euro in piu'), le tariffe professionali e artigianali (114 euro in piu'), le tariffe aeroportuali (dopo il rinnovo dei contratti di programma di Sea a Milano e Adr a Roma) oltre alle bollettedi luce e gas, anche se in modo piu' contenuto rispetto al 2012, e dell'acqua, la cui tariffa sara' presto aggiornata dall'Autorita' per l'energia.

Piccolo rincaro infine (1,5 euro in piu') anche per il canone Rai, a cui si aggiungono pero' anche gli aumenti di bancoposta, francobolli e raccomandate. ''Pesanti ricadute su prezzi e tariffe deriveranno dall'Imu applicata sui settori produttivi a cui si aggiungera' - sostengono Adusbef e Federconsumatori - anche il malaugurato aumento dell'Iva da luglio. Il risultato quindi, anche per l'anno alle porte, sara' drammatico. La stangata prevista, infatti, sara' di +1.490 euro a famiglia''. Si tratta, proseguono, di aumenti ''insostenibili che determineranno nuove e pesantissime ricadute sulle condizioni di vita
delle famiglie (gia' duramente provate) e sull'intera economia, che dovra' continuare a fare i conti con una profonda e prolungata crisi deiconsumi''.

Le parole d'ordine per risollevare le sorti dell'economia sono quindi, secondo le associazioni, ''ripresa della domanda di mercato, liberalizzazioni, investimenti per l'innovazione e lo sviluppo tecnologico e, soprattutto, per il lavoro che rimane il problema fondamentale del Paese. In assenza di un serio progetto che vada in questa direzione, la fuoriuscita dalla crisi si fara' sempre piu' lontana ed improbabile'', dichiarano i presidenti di Adusbef e Federconsumatori Elio Lannutti e Rosario Trefiletti.

ansa

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Sab 29 Dic - 16:12

Ragazza stuprata sul bus, India in lutto: "La sua morte non sarà vana"

Vittima di una violenza di gruppo su un autobus, era stata trasferita in un ospedale di Singapore, ma le lesioni subite le sono state fatali. Il governo promette misure per aumentare la sicurezzadelle donne. Manifestazione di protesta a New Delhi. Arrestati i presunti colpevoli per omicidio.

L'india divisa fra il lutto e la rabbia per la morte della studentessa che era stata stuprata su un autobus a New Delhi. La giovane, 23 anni, era stata vittima di un'aggressione, il 16 dicembre, daparte di sei uomini che viaggiavono come lei su un autobus privato.
Date le gravi lesioni subite, ma soprattutto per tentare di placare la rabbia della piazza, il governo indiano si era fatto carico di trasferirla a spese dello stato in un ospedale di Singapore dove però laragazza è morta ieri a causa delle ferite e delle lesioni riportate durante la violenza di gruppo.

Il suo decesso ha accentuato il clima di dolore e rabbia che ha portato in piazza migliaia di persone per protestare contro la violenza sulla donne. Il governo sembra più preoccupato degli effetti della protesta che della gravità del atto,soprattutto perché domenica scorsa un centinaio di persone erano rimasteferite e un poliziotto aveva perso la vita durante le proteste
suscitate dal caso. In vista del rientro del corpo della ragazza è stataconvocata una manifestazione nella capitale e il centro della città, inuna vasta area attorno all'India Gate, è presidiato da un gran numero di agenti di polizia, fra cui 28 compagnie delle Forze paramilitari indiane in tenuta anti-sommossa. Strade chiuse, e chiuse anche 10 stazioni della metropolitana circostanti l'area in cui sono previste le proteste.

Idimostranti sono giunti a poco a poco nel corso della mattinata al Jantar Mantar, sfilando in fila per due e mostrando cartelli di protesta firmati da organizzazioni studentesche. La portavoce della polizia di Nuova Delhi, Rajan Bhagat ha lanciato "un appello alla calmae a manifestare pacificamente". Finora l'unico momento di tensione si èregistrato quando il ministro del governo indiano a New Delhi, Sheila Dikshit, è stata costretta a far dietro front, allontanata da uomini e donne furiosi dal vederla. Intanto le autorità indiane hanno confermato che la salma della ragazza - la cui identità non è ancora stata ufficialmente confermata dalle autorità - arriverà a New Delhi in serata con un aereo speciale.

Commossi dall'altissimo numero di messaggi di affetto e solidarietà ricevuti da ogni parte, i genitori della 23enne hanno espresso "la speranza che la morte della loro figlia possa portare ad un futuro migliore per le donne a Delhi e nell'intera India".

Il primo ministro indiano Manmohan Singh ha commentato le azioni dei manifestanti, descrivendole come "reazioni perfettamente comprensibili da parte di una giovane India, e di un'India che desidera in modo genuino un cambiamento". Aggiunge che "sarebbe un vero omaggio alla memoria della studentessa se riuscissimo a incanalare queste emozioni ed energie verso una linea d'azione costruttiva".

Singh ha fatto poi sapere che il governo sta esaminando le pene per crimini come lo stupro "per aumentare la sicurezza delle donne". "Spero che l'intera classe politica e la società civile - ha quindi proseguito - mettano da parte gli interessi e le proprie agende e ci aiutino a raggiungere il fine che tutti desideriamo, ossia rendere l'India un luogo chiaramente migliore e più sicuro per le donne che ci vivono".

Gli autori del brutale assalto sono stati arrestati e si trovano in carcere. Tra questi, l'autista dell'autobus in cui è avvenuto lo stupro,suo fratello e un quindicenne, tutti originari di una baraccopoli a sud della capitale indiana. La polizia indiana ha aggiunto oggi 'imputazione di omicidio ai reati già formalizzati nei confronti dei sei colpevoli, finora accusati di violenza, stupro collettivo, sequestro, offesa contro natura e furto. Il commissario di polizia Dharmendra Kumar ha precisato che il reato di omicidio è regolato dalla sezione 302 del Codice penale indiano e che l'inchiesta è in mano ad un procuratore speciale che studierà il caso contro gli imputati sfruttandouna "corsia preferenziale". Per completare il rapporto della polizia
bisognerà però attendere l'esito dell'autopsia già realizzata nell'ospedale Mount Elizabeth di Singapore. I risultati dell'inchiesta saranno pertanto presentati al giudice il 3 gennaio prossimo.

SoniaGandhi ribadisce l'invito a mantenere la calma e a lottare collettivamente contro la violenza verso le donne. La situazione è tragica ed in peggioramento: New Delhi registra il più alto numero di crimini sessuali tra le maggiori città indiane, con in media uno stuproogni 18 ore. Secondo i dati del governo, i casi di violenza sessuale sono aumentati di quasi il 17% tra il 2007 e il 2011. La leader del Partito del Congresso indiano ha tuttavia promesso che la giovane "avrà giustizia e la sua lotta non resterà vana", sottolineando la determinazione a "combattere questa mentalità e questi comportamenti sociali vergognosi che permettono agli uomini di molestare e stuprare ledonne con una tale impunità".

fonte

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Sab 29 Dic - 18:14

Ingroia: “Dimettermi dalla magistratura? Al momento non ci penso”

Antonio Ingroia si candida a Presidente del Consiglio con la lista nazionale ‘Rivoluzione civile’.
Il magistrato sostenuto dalla società civile e da Rifondazione comunista, Verdi, Italia dei Valori, partiti che non presenteranno il oro simbolo, ma candideranno i loro segretari (leggi l’articolo integrale). A ilfattoquotidiano.it, Ingroia ha spiegato che, al momento, è in aspettativa e non intende dimettersi.
Sull’inopportunità di scendere in politica dove troverà rivali che di recente sono stati interessati dal suo lavoro di magistrato, Ingroia ha replicato: “Non mi sento un’anomalia, l’anomalia sono i partiti che candidano imputati o condannati”. Nel suo intervento il magistrato ha attaccato Piero Grasso, candidato del Partito democratico: “Il procuratore nazionale antimafia Grasso che voleva dare il premio al governo Berlusconi per la lotta alla mafia, è diventato Procuratore grazie ad una legge che approvò il governo Berlusconi, con la quale venne escluso Gian Carlo Caselli, colpevole di aver fatto i processi tra mafia-politica

VIDEO Fonte

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da ubik il Dom 30 Dic - 15:02



Al Berluschione

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Dom 30 Dic - 15:37

mi farai venire un infarto

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Ven 4 Gen - 20:16



a me sembra scelta cinica...

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da anna il Ven 4 Gen - 20:30

infatti


_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna Stampa

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 27 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 15 ... 27  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum