Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



... e le stelle si fanno guardare

Pagina 4 di 43 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 23 ... 43  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da picpiera il Mar 31 Mag - 21:19

Audrey Hepburn



Audrey Kathleen Van Heemstra Hepburn-Ruston nacque il 4 maggio 1929 a Bruxelles da un banchiere inglese e da una baronessa olandese; di famiglia agiata, frequentò una prestigiosa scuola di ballo, sognando di diventare come Margot Fonteyn: negli anni della guerra, dovette a lungo soffrire la fame, e si dice che la sua struttura fisica, così snella e flessuosa, si sia determinata quando la ragazza dovette cibarsi solo di bulbi di tulipano e insalata belga.

La prima persona che la notò fu la scrittrice allora 80enne Colette, in vacanza a Montecarlo.
Leggenda hollywoodiana vuole che, vedendola, Colette esclamò "Ecco la mia Gigi!" e la volle come protagonista dell'omonima commedia teatrale, tratta da un suo romanzo. In seguito, ventiduenne e agli albori della carriera, ottenne un ruolo di principessa birichina nel film "Vacanze Romane" di William Wyler, che le portò anche un Oscar come miglior attrice protagonista;
nel 1954, interpretò "Sabrina", uno dei suoi film più belli, in cui dimostra di essere una buona attrice (ma non ottiene alcun Oscar: quell'anno, vince Grace Kelly per il film "La ragazza di campagna");
in seguito, ottiene altre nomination - Quelle Due, Gli occhi della notte - ma quell'Oscar per Vacanze Romane rimarrà il primo e l'ultimo della sua carriera.

Nel 1954 conobbe Mel Ferrer e nello stesso anno lo sposò, e dal quale ebbe il primo figlio Sean (nato il 17/07/1960), e nel 1969 il medico italiano Andrea Dotti dal quale avrà il secondo e ultimo figlio Luca (nato l'8/02/1970): durante il matrimonio con Dotti si trasferì a Roma, città alla quale è sempre stata molto legata.
Troverà nel 1981, finalmente, il compagno della propria vita, Robert Wolders, ex-marito di Merle Oberon, che le starà vicino negli ultimi anni.
Ritiratasi dalle scene, si dedicò attivamente al volontariato nei suoi ultimi anni di vita e divenne Ambasciatrice di Buona Volontà per l'Unicef: le cause che la preoccuparono di più furono gli abusi sui minori e ogni genere di questioni legate ai bambini, lottò per queste cause anche quando era già malata di tumore.
Morì di cancro al colon all'età di 64 anni il 20 gennaio 1993, presso Tolochenaz, un paesino svizzero vicino Losanna, nel quale aveva vissuto per molto tempo.





(Segni particolari)
-Altezza: 170 cm (5' 7")
-Peso: 50 kg (110 lb)
-Misure: 82-50-90 (32-19,5-35)
-Taglia: 38
-Numero di scarpe: 39 (8)



(Curiosità)

Miscellanea:

-parlava fluentemente sette lingue: l'inglese, lo spagnolo, il francese, l'olandese, l'italiano, il tedesco e il fiammingo (lingua olandese);

-i suoi registi preferiti erano William Wyler e Stanley Donen, che entrambi la diressero in tre film: in Vacanze Romane, Quelle Due e Come rubare un milione di dollari e vivere felici Wyler, in Cenerentola a Parigi, Sciarada e Due per la strada Donen.

-i suoi unici vizi erano le sigarette e il cioccolato fondente svizzero;


Uomini:

-sul set di Sabrina nacque una love story con il co-protagonista William Holden, che lei interruppe perchè lui non avrebbe potuto darle figli.
Il set fu il più difficile nel quale si trovò a lavorare: mentre Holden si era innamorato di lei, Humphrey Bogart la considerava troppo ragazzina e considerava il regista Billy Wilder "un nazista figlio di puttana";

-si è parlato di una sua breve relazione con J.F.Kennedy, soprattutto dopo che cantò in suo onore Happy Birthday Mr. President nel 1963 (il suo ultimo compleanno, un anno esatto dopo la celeberrima performance canora della Monroe)

-mariti e partner cinematografici furono tutti più "vecchi" di lei;


Ruoli:

-le fu offerto, nel 1959, un ruolo di protagonista dal regista Alfred Hitchcock nel film "No Bail for Judge", il cui copione era scritto per lei, ma conteneva una lunga scena di stupro che la spinse a rifiutare;

-si era pensato a lei per il ruolo di Cleopatra (1963), ruolo che poi fu assegnato a Liz Taylor;

-ha sottratto, suo malgrado, i suoi due ruoli cinematografici di maggior successo a due regine di Hollywood: Marilyn Monroe (il ruolo di Holly Golightly in "Colazione da Tiffany") e Liz Taylor (il ruolo della Principessa Anna di "Vacanze Romane");


Stile:

-il suo sarto di fiducia fu, dalla giovinezza fino alla morte, Humbert De Givenchy, il quale diventò soprattutto un carissimo e intimo amico, e disegnò per lei gli abiti di scena di vari film (tutti tranne quelli in costume), e abiti per la vita di tutti i giorni.

-per le scarpe, si rivolgeva spesso a calzaturifici italiani, e in particolare all'atelier Ferragamo, che ha curato nel 1999 una mostra a lei dedicata (vd bibliografia del sito).


Animali:

-amava molto gli animali, e in particolare i cani.
Possedeva uno yorkshire terrier affettuosamente chiamato 'Mr Famous' e un cerbiatto, 'Heep', spesso ritratto con lei;


Riconoscimenti:

-25 marzo 1954: riceve l'Oscar 1954 come Miglior Attrice Protagonista per Vacanze Romane;

-1954: vince il Tony Award come Miglior Attrice Drammatica in 'Ondine';

-1990: scelta dal 'People Magazine' come una delle 50 persone più belle al mondo;

-il suo nome è stato utilizzato per designare una varietà di tulipani: Audrey, infatti, era olandese da parte di padre;

-1995: scelta dall''Empire Magazine' come una delle '100 Star più sexy della storia del cinema';

-1997: al cinquantesimo posto della classifica delle '100 più grandi star cinematografiche di tutti i tempi', della rivista Empire UK;

-2006: la sua interpretazione come Holly Golightly in Colazione da Tiffany (1961) si classifica al trentaduesimo posto nella classifica del 'Premiere Magazine' delle 'Cento migliori performance recitative di tutti i tempi';

- scelta dalle lettrici della rivista 'New Woman' come la più bella donna di tutti i tempi;
Sweetdevil.altervista.org/ah







avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da mambu il Mer 1 Giu - 18:47

Oggi sarebbero 85.

Auguri Marilyn

avatar
mambu
cometa
cometa

Messaggi : 518
Data d'iscrizione : 08.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da ubik il Mer 1 Giu - 19:00




_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da ubik il Mer 1 Giu - 19:02





Ultima modifica di ubik il Sab 12 Mag - 1:36, modificato 2 volte

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da picpiera il Mer 1 Giu - 19:30

Grande Marylin indimenticabile

e a proposito..

Jane Mansfield

Il suo vero nome era Vera Jayne Palmer. Dopo vari tentativi in concorsi di bellezza e apparizioni in spettacoli televisivi, ottiene dalla 20th Fox un contratto, determinato più dalla figura sexy che non dall'arte di recitare. Abbondantissima e dal fisico maggiorato, icona del sesso hollywoodiano a cavallo degli anni '60 e '70, è stata per diverso tempo l'alter ego di Marilyn Monroe e, dopo la morte di quest'ultima rimase il solo sex-symbol americano per diversi anni. Incapace di esprimersi a grandi livelli davanti la cinepresa, sempre in ruoli per commedie e melò, le migliori prestazioni si contano sulle punte delle dita e nei suoi film è più ciò che fa vedere che non quello che riesce ad esprimere. Avviata all'inesorabile declino, negli anni sessanta si trasferisce in Inghilterra e poi in Italia dove gira il penoso Gli amori di Ercole. I film da lei interpretati sono meno di nulla e anche la recitazione appare ormai datata. Si lancia nel teatro, dove interpreta la sex comedy "Promise Promise" e nell'analogo film si spoglia completamente nuda nel primo caso della storia artistica moderna; eravamo nel 1963. Muore improvvisamente per un incidente d'auto dove rimane decapitata. Aveva 34 anni. Nel 1980, in sua memoria, fu realizzato un Film-TV dal titolo 'The Jayne Mansfield Story', diretto da Dick Lowry e interpretato da Loni Anderson al fianco di Arnold Schwarzenegger nel ruolo del suo secondo marito, Mickey Hargitay. Sposata giovanissima a 17 anni con Paul Mansfield dal quale ha avuto una figlia, Jayne Marie, modella di Playboy. Dopo il divorzio del 1958 si è unita all'attore Mickey Hargitay (3 figli: Mickey, Zoltan e Mariska, attrice affermata). Dopo l'ennesima separazione, terzo matrimonio con il regista Matt Cimber e nascita del suo quinto figlio, Tony.
www.cinekolossal



avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Lucy Gordon il Mar 7 Giu - 16:44

Winona Ryder
Gli occhi del talento





Questa è una parte della storia dell' attrice che più amo. Vuoi perchè ha una storia tanto contorta, vuoi perchè ha gli occhi più belli del mondo, vuoi perchè dal vivo è ancora più bella e dolce e quando ti parla, anche solo per ringranziarti, ti apre l'anima.



L'ormai affermata attrice, immortalata con le sue impronte anche sulla Hollywood Boulevard (la celeberrima "strada delle stelle", disseminata di impronte dei divi sul cemento) è nata venerdì 29 ottobre 1971 alle 11:00 del mattino nella cittadina di Winona (nome di una dea del sesso, indiana Dakota, che significa "prima figlia nata") nel Minnesota, e di quel posto ha preso anche il nome, deciso dai due genitori .
Winona Ryder ha vissuto un’infanzia abbastanza movimentata, viaggiando per gli States su un singolare autobus, insieme ai genitori hippies
Suo padre è Michael Horowitz archivista del "guru hippy" Timothy Leary (massimo esponente lisergico della beat generation).

La famigliola (composta anche dagli altri tre fratelli di Winona, dotati anche loro di nomi poco convenzionali: la sorella Suhyata e i due fratelli Jubal e Yuri), cresce nel Nord della California in una comunità rurale senza elettricità. Quando Winona ha dieci anni si spostano a Petaluma, nei pressi di San Francisco. È un adolescente timida e riservata che viene spesso presa in giro dai compagni di scuola per l’aspetto mascolino. Dopo essere stata pestata da un gruppo di studenti che la scambiano per un ragazzo effeminato termina gli studi privatamente, finché non si iscrive all'American Conservatory Theater , dove scopre la sua vera vocazione e dove viene notata dal regista David Seltzer che la sceglie per il film "Lucas" del 1986. Inizia così l'incredibile carriera di Noni (è il suo soprannome) che cambia il suo cognome in Ryder in riferimento al cantante Mitch Ryder. Successivamente arrivano altri film come "Beetlejuice - spiritello porcello" di Tim Burton, "Schegge di follia" con Christian Slater e "Great balls of fire" accanto a Dennis Quaid, che interpreta il cantante "maledetto" Jerry Lee Lewis.

L'anno successivo è la protagonista di "Edward mani di forbice" (con Johnny Depp che diventerà il suo boyfriend) sempre diretto da Tim Burton e di "Sirene" grazie al quale ottiene una nomination al "Golden Globe". Il successo, arrivato così rapidamente, la fa diventare subito una grande star, ma a soli vent'anni Winona non regge i carichi di lavoro così intensi, al punto da passare un breve periodo in ospedale per crisi d'ansia dovute al troppo lavoro (ufficialmente). Questo le farà perdere il posto nel film di Coppola “ Il Padrino parte terza” che la Ryder lasciò improvvisamente, Coppola la sostituirà con la figlia Sofia, una decisione pessima visti i risultati. Di questo frangente si sa molto poco se non che il padre Michael obbligherà Winona a lasciare Depp. Mai nessuno ne saprà veramente il motivo pur sospettando qualcosa.

Non tarda a riprendersi e a rimettersi in moto con "Dracula" nel ruolo di Mina Murray sotto la regia dello stesso Francis Ford Coppola e con "L'età dell'innocenza" diretta da un altro grande regista come Martin Scorsese. Questa volta arriva anche la nomination all'Oscar come miglior attrice non protagonista, bissata l'anno dopo come protagonista di "Piccole donne".

Dopo "La seduzione del male" del 1996 (anno in cui ha una relazione con l'attore David Duchovny, il noto agente Mulder della serie "X-Files"), è nel cast del quarto capitolo di "Alien" mentre la rivista "People" la nomina tra le 50 donne più belle del mondo e la britannica "Empire" la mette al quarantaduesimo posto tra le migliori attrici di tutti i tempi.

Nel 1999 ottiene molte lodi per "Ragazze interrotte", il bel film indipendente da lei prodotto, diretto da James Mangold (per questa parte si è perfino parlato di Oscar, ma poi la sua interpretazione è stata offuscata da quella carismatica e toccante della coprotagonista Angelina Jolie, la quale si è portata a casa l'ambita statuetta), e nel 2000 ha recitato in "Autumn in New York" con Richard Gere e nel controverso "Lost souls".


Nel 2001 il fattaccio che le causa una battuta d’arresto. La Ryder viene infatti fermata per aver rubato nei grandi magazzini di Beverly Hills e, ritenuta colpevole dopo un processo, viene condannata a tre anni con la condizionale e a 480 ore di servizio comunitario. Decide così di ricoverarsi per curare la sua dipendenza da alcol e droghe oltre alla sua assurda cleptomania, che oscurerà per un certo periodo la sua luce.

Le difficoltà della vita privata non le impediranno tuttavia di prendere parte a pellicole come: “Mr. Deeds” (2002), “S1mOne” (2002), dove ritrova Al Pacino; “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa” (2004), dove è diretta dalla nostra Asia Argento; e il particolarissimo “A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare” (2006), dove lavora di nuovo con Keanu Reeves.Partecipa poi a film di minor spessore come: “The Darwin Awards – Suicidi accidentali per menti poco evolute” (2006), “The Ten – I dieci comandamenti come non li avete mai visti” (2007) e “Tutti i numeri del sesso” (2007). Il 2009 la vede nuovamente all’opera in “Star Trek – Il futuro ha inizio” di J.J. Abrams e “The Private Lives of Pippa Lee”. Ritornata ormai all’antico splendore è diretta da Darren Aronofsky in “Black Swan” (2010) accanto a Natalie Portman, e da Ron Howard in “The Dilemma” (2011). Nel 2011 sarà ancora una volta davanti alla macchina da presa in “Frankenweenie” di Tim Burton, il regista che l’ha resa la stella che il pubblico degli anni Novanta ha tanto amato e che è nuovamente tornata a splendere.
In lavorazione ora “The Stare”, un dramma che potrebbe rilanciarla definitivamente.

fonti: varie, più note personali.





OGGI








avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da picpiera il Mar 7 Giu - 18:48

lucy
avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Lucy Gordon il Mar 7 Giu - 21:00

picpiera ha scritto:lucy

giù le mani da Noni
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Lucy Gordon il Sab 11 Giu - 10:30


Quiz per gli attempati


.....................chi fosse?




avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da mambu il Sab 11 Giu - 14:29

troppo attempato... quella mascellozza e il nasozzo ce l'ho da in qualche angolino cranico ma non ricordo
avatar
mambu
cometa
cometa

Messaggi : 518
Data d'iscrizione : 08.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Strawberry Fields il Sab 11 Giu - 15:30

Ginger Rogers?
avatar
Strawberry Fields
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1139
Data d'iscrizione : 06.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da mambu il Sab 11 Giu - 15:42

Strawberry Fields ha scritto:Ginger Rogers?
nasoccio e mascellona da campagnola cresciuta a patate e bistecche sono quelli

versione pre-sofisticated?

Spoiler:
se hai indovinato è l'ennesima dimostrazione che sei una vecchietta ben conservata, fragolina What a Face
avatar
mambu
cometa
cometa

Messaggi : 518
Data d'iscrizione : 08.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Lucy Gordon il Sab 11 Giu - 16:07

Strawberry Fields ha scritto:Ginger Rogers?



sbarbagliato
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da anna il Sab 11 Giu - 16:10

eppure qualcosa c'è in un angolo, tra i neuroni dormienti...

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Lucy Gordon il Sab 11 Giu - 16:34

anna ha scritto: eppure qualcosa c'è in un angolo, tra i neuroni dormienti...


quando vi renderete conto di chi sia.........

penso che qualcuno (leggi mambu) si iscriverà all'europride per i prossimi 5 anni
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e le stelle si fanno guardare

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 43 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 23 ... 43  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum