DarkOver accendi una luce
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti attivi
» The Voice of Italy 2018
Da Saix91 Ven 16 Mar - 14:24

» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Music Press

+12
mambu
ubik
Strawberry Fields
valestella817
maledimiele
seunanotte
Lucy Gordon
Stellaneltempo
istinto
Zoe
anna
anny_skod
16 partecipanti

Pagina 9 di 14 Precedente  1 ... 6 ... 8, 9, 10 ... 14  Successivo

Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da ubik Mar 23 Ago - 16:18

Amy Winehouse, da autopsia niente droga
Trovate nel corpo tracce di alcol

(ANSA) - LONDRA, 23 AGO - Nel corpo di Amy Winehouse non sono state trovate tracce di droga. Lo ha detto un portavoce della cantante citando i risultati dei test tossicologici condotti dopo l'autopsia.

Il portavoce ha spiegato che nel corpo di Amy sono state trovate tracce di alcol. La cantante di Back to Black e' morta un mese fa nella sua casa di Camden a Londra.


ansa

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch
Music Press - Pagina 9 Tumblr_m48op8vCUr1qercxjo2_r3_250
Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
ubik
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mer 24 Ago - 12:39

Concerto per Michael Jackson, arriva (via satellite) Beyoncé. Ma i fan club...

Sarà presente anche Beyoncé - seppure per mezzo di un collegamento satellitare - al concerto-tributo a Michael Jackson progammato allo stadio di Cardiff per il prossimo 8 ottobre al Millennium Stadium di Cardiff, in Galles: la popstar statunitense - hanno fatto sapere gli organizzatori per mezzo di un post sulla pagina Facebook ufficiale della Global Live Events - "si esibirà in uno show mai portato in scena prima, che la vedrà eseguire per il pubblico una delle sue canzoni preferite dei Jackson 5". La scorsa settimana la cantante, nel corso della serie di spettacoli "4 intimate nights with Beyoncé", aveva offerto al proprio pubblico una rilettura di "I wanna be where you are", brano appartenente al repertorio del primo gruppo del Re del Pop. Al momento, tra i nomi più in vista nella line-up dell'evento sono da annoverare Christina Aguilera, Cee Lo Green, Leona Lewis, Smokey Robinson e gli Alien Ant Farm, che nel periodo d'oro della loro carriera portarono al successo una versione in chiave rock della hit "Smooth criminal".
Tuttavia l'evento - supportato da parte della famiglia della star scomparsa, ma avversato tanto dagli esecutori patrimoniali del cantante quanto dai fratelli Jermaine e Randy - è stato messo nel mirino da un network di 35 fan club dell'artista, che ne invocano il boicottaggio esprimento forti perplessità su diverse caratteristiche dell'iniziativa: a non piacere, innanzitutto, è la concomitanza con la prossima udienza del processo per omicidio involontario a Conrad Murray, il dottore che (secondo le ricostruzioni) somministrò a Jackson la dose letale di Profofol, vista come una mera mossa di marketing per sfruttare la scia mediatica che sicuramente il procedimento lascerà nei media mondiali. Invisi ai fan, poi, ci sono anche i prezzi di biglietti, che vanno da un minimo di 90 dollari ad un massimo di 390: cifre che potrebbero fruttare un incasso record, che - secondo gli organizzatori - verrebbe interamente donato in beneficenza. Donazione sulla quale, però, il Michael Jackson Estate pretende assicurazioni, richiedendo agli organizzatori i dettagli sulle modalità di devoluzione e sugli enti coinvolti.
rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da squeegy_beckinheim Gio 25 Ago - 15:54

E' cinema? E' musica? Boh, io intanto lo posto qui, poi scegliete voi dove piazzare il post... Music Press - Pagina 9 378480

Ecco il trailer del documentario di Martin Scorsese su George Harrison

Il documentario sulla vita di George Harrison realizzato da Martin Scorsese sta per arrivare. Il film, intitolato "Living in the material world", andrà in onda sul network americano HBO il 4 e 5 ottobre prossimi mentre il DVD sarà in tutti i negozi a partire dal 10, come già anticipato da Rockol. Nel frattempo però in Rete è disponibile il trailer della pellicola, nel quale si vedono alcuni "colleghi" e amici di George come Paul McCartney, Tom Petty e Eric Clapton, oltre ai membri della sua famiglia.
Il progetto "Living in the material world" è stato realizzato dal regista e Premio Oscar americano insieme alla vedova di George, Olivia, e raccoglie filmati inediti e interviste con diversi personaggi del mondo della musica e della famiglia dell'artista: il documentario ricostruisce tutta la vita dell'ex chitarrista e membro dei Beatles, dagli esordi a Liverpool fino agli anni della carriera solista e della sua attività di filantropo. Harrison, oltre ad essere con la sua chitarra uno dei punti di forza del suono dei Fab Four, ha scritto anche brani importanti come "Here comes the sun", "Something" e "While my guitar gently weeps". George Harrison è scomparso il 29 novembre del 2001, dopo aver lottato inutilmente contro un cancro ai polmoni. Ecco il trailer del film.



Martin Scorsese, che ha trionfato di fronte alla giura dell'Academy Award nel 2006 con il film "The departed" e ha firmato grandi capolavori del cinema americano, non è nuovo al mondo del rock. Celebre il suo documentario "The last waltz", tratto dal concerto-evento tenuto da The Band nel 1976. Più recentemente, Scorsese ha firmato altri due progetti importanti: "No direction home", dedicato alla vita di Bob Dylan, e "Shine a light", realizzato insieme ai Rolling Stones.

http://www.rockol.it/news-283025/Ecco-il-trailer-del-documentario-di-Martin-Scorsese-su-George-Harrison
squeegy_beckinheim
squeegy_beckinheim
meteorite
meteorite

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 07.03.11

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Gio 25 Ago - 19:43

Music Press - Pagina 9 30341 che poi sarebbe anche tv visto che lo manda HBO
Music Press - Pagina 9 378480 lasciamolo qui

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Lun 29 Ago - 12:09

MTV Video Music Awards 2011, l'elenco dei vincitori

Si è conclusa poco fa al Nokia Theatre di Los Angeles la cerimonia di premiazione degli MTV Video Music Awards: grande protagonista della serata è stata Adele, che ha visto la clip della sua celebre "Rolling in the deep" venire premiata in quattro categorie, "Editing", "Cinematography", "Art direction" e "miglior regia", mentre le colleghe Lady Gaga e Katy Perry hanno dovuto accontentarsi rispettivamente di due e tre statuette, la prima nelle categorie "miglior video femminile" e "video with a message" (per "Born this way"), la seconda per la "miglior collaborazione", i "migliori effetti speciali" (per "E.T.", realizzata insieme a Kanye West) e l'ambito riconoscimento "video dell'anno", per la clip di "Firework". A "Walk" dei Foo Fighters è andata la palma per il "miglior video rock", e a "Super bass" di Nicki Minaj per il miglior video hip hop.
Miglior video maschile" è stato votato "U smile" di Justin Bieber, mentre il titolo di "miglior video" in assoluto è stato conquistato da "Till the world ends" di Britney Spears. Ecco l'elenco dei vincitori:

Pop Music Video: Britney Spears, “Till the world ends”
Rock video: Foo Fighters, “Walk”
Hip-hop video: Nicki Minaj, “Super bass”
Collaboration: Katy Perry con Kanye West, “E.T.”
Male video: Justin Bieber, “U smile.”
Female video: Lady Gaga, “Born this way.”
Video with a message: Lady Gaga, “Born this way”
Choreography: Beyonce, “Run the world (Girls)”
Editing: Adele, “Rolling in the deep”
Special effects: Katy Perry con Kanye West, “E.T.”
Cinematography: Adele, “Rolling in the deep”
Art direction: Adele, “Rolling in the deep”
Direction: Adele, “Rolling in the deep”
Best new artist: Tyler, The Creator, “Yonkers”
Video of the year: Katy Perry, “Firework”
rockol

Music Press - Pagina 9 30341 e noi ci lamentiamo per i vincitori delle varie rassegne da noi?

Music Press - Pagina 9 633622 Music Press - Pagina 9 633622 Music Press - Pagina 9 633622 Music Press - Pagina 9 72045 Music Press - Pagina 9 72045 Music Press - Pagina 9 72045

togliendo Adele e lady Gaga è il peggio del peggio Suspect

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Gio 1 Set - 16:19

Intervista a Osvaldo Supino: l'artista che ha fatto impazzire il web
L'artista italiano più cliccato e discusso su Internet, venerdì 2 settembre si esibirà nel capoluogo felsineo. Per l'occasione, BolognaToday ha voluto indagare meglio questo straordinario fenomeno mediatico


Un successo mediatico dilagante e velocissimo quello guadagnato dalla web star italiana, Osvaldo Supino, l'artista più cliccato, discusso e provocatorio del panorama italiano. Supino, nato prevalentemente dal web, è riuscito a conquistare in breve tempo la ribalta mediatica. Al suo attivo numerose conquiste: 3 singoli piazzati nella top10 di Itunes, record come unico artista italiano nominato 3 volte consecutivamente ai Bt Digital Music Awards di Londra dove ha battuto con oltre 42.000 voti Kylie Minogue nella categoria “miglior sito ufficiale”. 100.000 utenti unici al mese al suo sito ufficiale, Icona Gay 2011 grazie al videoclip “LOL” con cui l’artista ha sdoganato, come primo cantante italiano nella storia, un bacio gay all’interno di un videoclip.

Osvaldo Supino, tornerà nel capoluogo emiliano - venerdì 2 settembre a partire dalle 23 allo Chalet Giardini Margherita - con il suo LIKE THIS LIVE TOUR 2011. Quella di Supino è una delle partecipazioni più attese all’interno del programma estivo di Bologna, dato il successo del suo ultimo singolo, classificato quarto nella top10 di itunes e alla numero uno nella classifica dei video più visti di youtube e vimeo. Uno show, colorato, dinamico e curato nei particolari quello promesso da Osvaldo, che prevede effetti speciali, coreografie mozzafiato accompagnate agli outfit eccentrici dello stilista JAY P.

In occasione del suo show in città, BolognaToday ha voluto conoscere meglio questa irrefrenabile stella "cibernetica", rivolgendo qualche domanda.


Pochi giorni fa è stato il suo compleanno e per l’occasione tra facebook, twitter e sito ufficiale ha ricevuto oltre 12.000 messaggi d’auguri. Come vive questo successo?
"Non puo immaginare che bello... Non ho la popolarità di Lady Gaga, niente sento mi sia dovuto perciò ogni rappresentazione d'affetto rappresenta davvero per me una grandissima soddisfazione. Tutto questo non fa che darmi ancora più grinta per continuare questo percorso."

C'è molta attesa riguardo il suo ep in uscita. Come lo descriverebbe per i più impazienti?
"E' sicuramente un lavoro maturo, voluto da tempo e inaspettato. Sono tutti brani con nuove sonorità più evolute rispetto ai miei singoli precedenti. Non vedo l'ora di condividerlo con la gente".

Viene definito "l'artista italiano delle provocazioni". E' stato il primo a mostrare un bacio gay in un videoclip, le sue copertine hanno sollevato non poche polemiche. Ma lei è davvero così trasgressivo?
"Se essere trasgressivi vuol dire lasciarsi andare e non mettere censure nella comunicazione, si sono trasgressivo. Ma non ho mai visto tutto ciò in maniera così scandalosa. Mi esprimo per quello che sono. Che senso ha cantare, o farsi rappresentare in una foto fingendosi qualcuno che in realtà non si è? Trovo così bizzarro questo atteggiamento di continua censura che abbiamo in Italia nell'arte. Da noi Italiani che ne abbiamo creata tanta nei secoli, ci si aspetterebbe molto di più".

Come concilia la pressione mediatica dovuta alla sua figura con la vita privata?
"Cerco di vivere il tutto nella maniera più naturale possibile senza farmi assorbire da tutto questo. Cerco di prendermi i miei spazi e fare quello che mi piace tranquillamente. Adoro guardare i film o fare gite. Partire così senza meta... ".

Fonte

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da mambu Gio 1 Set - 22:55

Beato e Re Supino Music Press - Pagina 9 50867
mambu
mambu
cometa
cometa

Messaggi : 518
Data d'iscrizione : 08.03.11

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Lun 5 Set - 11:36

Music Press - Pagina 9 1315210479338_google

Google celebra Freddie Mercury

Il doodle dedicato a Freddie Mercury


Un video animato per celebrare i 65 anni dalla nascita di Freddie Mercury. E' l'omaggio di Google al cantante dei Queen scomparso nel '91. Basta cliccare sul logo del motore di ricerca e partono le note di 'Don't stop me now', celebre brano del gruppo britannico. Mercury appare nei costumi indossati nelle sue performance. Prima è impegnato al pianoforte con gli altri membri della band, tra il delirio delle fan, poi finisce nello spazio cavalcando una tigre e a bordo di una navicella. Appare anche come superman e nei panni delle casalinga vestiti nel video di 'I want to break free'. Malato di aids, Mercury si spense a 45 anni a seguito di una broncopolmonite.

ansa.it

Music Press - Pagina 9 561231 il video è qui https://darkover.forumattivo.it/t17p690-il-giradischi#16236

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Lun 5 Set - 13:10

Anche in Europa la grande mostra su George Harrison


Il Grammy Museum di Los Angeles inaugurerà la prima grande mostra su George Harrison il prossimo 11 ottobre. In questo periodo, curiosamente, sono da registrare altre due iniziative sull'ex Beatle: il documentario di Martin Scorsese, del quale Rockol ha diffusamente riferito, e che negli USA l'emittente HBO trasmetterà nei giorni 5 e 6 ottore, e un libro di Olivia, la moglie del musicista, che sarà commercializzato dal 27 settembre. Parte del materiale che sarà esposto al Grammy proviene dalle ricerche effettuate da Scorsese per
il documentario. Le ricerche sono durate cinque anni e, ha detto Olivia, "sarebbe stato un peccato non condividere con la gente tutto il materiale che Marty alla fine non è riuscito ad usare". Bob Santelli, direttore del museo, ha detto: "George era un uomo intensamente spirituale". Molti oggetti fino ad oggi non avevano mai lasciato Friar Park, la straordinaria villa di Henley-on-Thames in cui Harrison abitò fino alla sua scomparsa nel 2001. Tra i "memorabilia" che sarà possibile ammirare spiccano le sue chitarre, anche quelle suonate con i Beatles, vestiti (anche quello indossato allo Shea Stadium e al concerto per il Bangladesh), testi per canzoni inedite, diari, fotografie e lettere. La mostra "George Harrison: living in the material world" si protrarrà sino al 12 febbraio 2012, poi diventerà itinerante. "Stiamo decidendo in questi giorni in quali città andrà, ma si tratterà di un po' di posti negli USA e poi si fermerà per un po' di tempo in Europa, Londra inclusa", ha affermato Santelli.

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mer 7 Set - 12:41

Mercury Music Prize, ecco chi ha vinto


Il Mercury Music Prize, considerato tra i più interessanti e prestigiosi premi britannici, è stato assegnato a "Let England shake" di PJ Harvey. Fino a poche ore prima dell'assegnazione, avvenuta a Londra, venivano dati come possibili vincitori anche Anna Calvi, Adele e James Blake mentre gli Elbow erano considerati in calo. PJ diventa la prima artista, da quando nel 1992 il premio è stato istituito, a vincere due volte. La volta precedente per la cantautrice non è però avvolta da buoni ricordi: la cerimonia si svolse l'11 settembre 2001. "E' bello essere qui", ha detto l'artista, "quando ho vinto 10 anni fa ero in albergo a Washington DC e dalla finestra vedevo il Pentagono che stava bruciando". Tra i giudici è stata notata Corinne Bailey Rae. Gli album in lizza, presentati da Lauren Laverne (DJ ed ex cantante delle Kenickie, gruppo anni Novanta di Sunderland che affascinò parecchio il defunto settimanale "Melody Maker") e Jools Holland, erano questi:

Anna Calvi – ‘Anna Calvi’
Elbow – ‘Build a rocket boys!’
James Blake – ‘James Blake’
Katy B – ‘On a mission’
Metronomy – ‘The English riviera’
PJ Harvey – ‘Let England shake’
Gwilym Simcock – ‘Good days at Schloss Elmau’
Tinie Tempah – ‘Disc-Overy’
Everything Everything – ‘Man alive’
Ghostpoet – ‘Peanut butter blues & melancholy jam’
King Creosote & Jon Hopkins – ‘Diamond mines‘
Adele – ’21'.
Il Barclaycard Mercury Prize, quest'anno assegnato ad un album pubblicato tra il luglio 2010 ed il luglio 2011, è generalmente considerato piuttosto imprevedibile in quanto alterna come vincitori sia nomi ben conosciuti sia firme che al grande pubblico dicono poco. Non sempre gli artisti vincitori, nel caso in cui siano poco conosciuti, fanno il grande salto; è il caso, ad esempio, del vincitore 2002 (Ms Dynamite) e 2009 (Speech Debelle).

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da ubik Gio 8 Set - 2:53

mambu ha scritto:Beato e Re Supino Music Press - Pagina 9 50867
Music Press - Pagina 9 79629 un grande Music Press - Pagina 9 731826434

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch
Music Press - Pagina 9 Tumblr_m48op8vCUr1qercxjo2_r3_250
Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
ubik
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da ubik Ven 9 Set - 16:21

LE DIECI HIT NEGATIVE

Le canzoni più brutte degli anni Novanta «Barbie girl» vince il primo premio

La classifica della rivista Rolling Stone. In classifica anche la Macarena, Ice Ice Baby e Céline Dion

MILANO - E' stato il decennio del grunge e dell’alternative rock, in cui band già affermate o emergenti hanno prodotto canzoni indimenticabili. Da «One» degli U2 a «Losing my religion» dei Rem fino alle liriche arrabbiate e struggenti dei Pearl Jam e degli Smashing Pumpkins, sono innumerevoli le canzoni degli anni '90 che resteranno nella storia della musica. Peccato che - come scrive Rolling Stone, la bibbia del rock - alla radio in quel decennio non si ascoltassero solo le hit dei Nirvana e dei Radiohead. In quel periodo infatti è stata prodotta tanta, troppa musica-spazzatura. Partendo da questa constatazione la rivista americana ha effettuato un sondaggio tra i propri lettori per stabilire quali siano le canzoni più brutte degli anni '90 e i seguaci di Rolling Stone hanno dimostrato che vi è davvero l'imbarazzo della scelta.

PRIMATO -A vincere il sondaggio è Barbie Girl singolo di successo del gruppo danese Aqua che imperversò nelle radio e nelle discoteche di tutto il mondo nell'estate del 1997. Appena uscita, la canzone divise l'opinione pubblica. Da una parte ci fu chi apprezzò i suoni orecchiabili e bizzarri della hit, mentre altri la bocciarono senz'appello soprattutto per il suo dissacrante videoclip. Nel filmato musicale i due cantanti Lene Nystrøm e René Dif impersonificano Barbie e il suo storico fidanzato Ken: la bambola non solo dichiara di essere «un’oca bionda in un mondo di fantasia», ma chiede più volte al compagno di fare sesso e di essere spogliata in qualsiasi posto. La Mattel, azienda che produce la famosa bambola, non la prese bene. Accusò la band danese di diffamazione e trascinò in tribunale il gruppo che in seguito fu assolto perché la canzone fu giudicata una parodia.

PODIO - Al secondo posto si piazza un altro tormentone musicale di quel decennio: la Macarena del duo Los del Rio. Questa hit, un mix di suoni brasiliani e africani, ottenne un successo planetario e per quattordici settimane di fila nel 1996 è stato il singolo più venduto e più trasmesso in radio negli Stati Uniti. Sul gradino più basso del podio Achy Breaky Heart dell'allora poco più che ventenne Billy Ray Cyrus. La canzone ebbe un grande successo internazionale, ma fu bocciato dai critici per il suo testo smielato e strappalacrime. Segue Ice Ice Baby , hit del 1990 di Vanilla Ice, rapper americano che con questo brano riscosse un successo clamoroso. To the Extreme, l'album che conteneva la canzone ha venduto più 17 milioni di copie. Tutto merito di Ice Ice Baby che non piacque ai puristi della musica perché al suo interno vi era riprodotto un passaggio della indimenticabile hit dei Queen Under Pressure. Dopo un improvviso successo, tutti si dimenticarono di Vanilla Ice. Solo recentemente ha ritrovato negli Usa una certa fama come star di reality show e magnate immobiliare.

LE ALTRE - Seguono altre canzoni più o meno conosciute dal pubblico italiano. Al quinto posto si piazza Tubthumping della band inglese Chumbawamba (in Italia la hit la ricorderanno certamente gli appassionati di Playstation come colonna sonora di Fifa World Cup ’98). Questa canzone che invita a non arrendersi mai di fronte alle sconfitte, già qualche anno fa fu definita da Rolling Stone una delle liriche più noiose nella storia della musica. Al sesto posto MMMBop del gruppo americano Hanson. Pubblicata nel 1997 resta uno dei singoli di debutto di maggior successo negli Stati Uniti. Segue la celebre My Heart will go on di Célin Dion, colonna sonora del film Titanic di James Cameron che ha venduto 27 milioni di copie nel mondo. «Nonostante ciò - scrive Rolling Stone - proprio come il film Titanic è invecchiata molto male. Tuttavia se l'avessimo ascoltata a 13 anni - continua il magazine - magari guardando la pellicola, probabilmente ci saremmo messi a piangere». Chiudono la classifica Who Let The Dogs Out? di Baha Men che sebbene sia uscita nell'estate del 2000 è considerata da Rolling Stone un tipico prodotto degli anni '90, I'm too sexy di Right Said Fred e il successo del 1993 What's up delle 4 Non Blondes, canzone poi rinnegata dalla sua autrice Linda Perry.

corriere della sera

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch
Music Press - Pagina 9 Tumblr_m48op8vCUr1qercxjo2_r3_250
Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
ubik
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Sab 10 Set - 23:56

DavideMaggio.it: intervista a Giusy Ferreri


_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 9 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anny_skod Dom 11 Set - 0:17

“I’M WITH YOU” – Red Hot Chili Peppers – Recensione

Etichetta: Warner Music
Anno: 2011
Tracklist:
1. Monarchy of Roses
2. Factory of Faith
3. Brendan’s Death Song
4. Ethiopia
5. Annie Wants a Baby
6. Look Around
7. The Adventures of Raindance Maggie
8. Did I Let You Know
9. Goodbye Hooray
10. Happyness Lovers Company
11. Police Station
12. Even You Brutus?
13. Meet Me at The Corner
14. Dance Dance Dance



Si, lo ammetto, io sono una di quelli che rimpiange John Frusciante. E dopo l’ascolto di questo nuovo lavoro, lo rimpiango ancora di più. Non che questo ultimo album dei Red Hot Chili Peppers sia un completo fiasco, sia chiaro, ma è certo che “I’m With You” ha perso qualcosa durante la sua strada.
Forse mi ero abituata troppo a quei ritmi funkeggianti su quella chitarra squillante che oramai erano diventati un’impronta distintiva di questa band. Quel che è certo è che Kiedis & soci non ne hanno colpa e, questo si vede, ce l’hanno messa tutta per sopperire a questa perdita. Anche il nuovo acquisto, Josh Klinghoffer, allievo dello stesso Frusciante, ha fatto del suo meglio perché il sound rimanesse lo stesso, unico ed inconfondibile, e tutto sommato è convincente. Ma lui non è John Frusciante.

Ma partiamo per gradi, con questo “I’m With You”, che si presenta con un’artwork relativamente semplice e pulita, come, del resto, è la musica dei Red Hot.
L’album si apre con “Monarchy of Roses”, un pezzo in pieno stile RHCP, un filo conduttore con il precedente “Stadium Arcadium”. Segue “Factory of Faith”, un pezzo funkeggiante, ed è qui che comincio ad avere i primi rimpianti: la chitarra è in secondo piano, il basso di Flea domina la scena, con un giro che spacca, ma ovviamente viene da chiedersi: se ci fosse stato John, questo pezzo avrebbe suonato così?
La terza traccia si intitola “Brendan’s Death Song”, un sentito tributo ad un amico di Kiedis scomparso prematuramente, che si apre con un dolce arpeggio, ma che col passare dei secondi scoppia letteralmente, in un crescendo che coinvolge chi ascolta. Il disco ritorna alle sonorità tipiche dei Red Hot, con le tracce successive, “Ethiopia”, “Annie Wants a Baby” e “Look Around”, in cui la ricetta resta sempre la stessa collaudata: un martellante giro di basso in primo piano, la chitarra che sostiene e, in qualche occasione si sbilancia con qualche riff azzeccato, e la batteria chiara e decisa che scandisce le battute.
Ed è a questo punto che troviamo “The Adventures of Raindance Maggie”, primo singolo estratto dall’album, caratterizzato da un ritmo incalzante, una voce melodica nel ritornello, ma che nella strofa scandisce i battiti, martella ed entra in testa come un tormentone.
Un sapore quasi da musica latinoamericana, dato dall’intramezzo con la tromba, con un retrogusto indie, caratterizza la ballata “Did I Let You Know”, seguita dalla trascinante “Goodbye Hooray” pezzo di impronta tipicamente hard rock.
Si sale di qualità con “Happyness Lovers Company” che ci porta all’emozionante ballata “Police Station” caratterizzata da dolci sonorità, un genere che viene molto bene agli ultimi Red Hot, uno dei momenti più interessanti dell’album. Segue il pezzo “Even You Brutus?”, una ballata che mischia le componenti dell’Hip Hop con quelle del Funky e del Rock’n Roll.
Viene qui inserita l’ultima ballata dell’album, “Meet Me at The Corner” per poi chiudere la tracklist con “Dance Dance Dance”, che come dice il titolo è tutta da ballare.

In definitiva “I’m With You” è un album che si lascia ascoltare, semplice ed orecchiabile, ma che, tranne in rari momenti, non propone nulla di nuovo.
Ed ora, non ci resta che attenderli dal vivo a dicembre, per i concerti di Milano e Torino, i cui biglietti sono già esauriti da settimane, per vedere se dal vivo i RHCP sapranno trasmetterci tutta l’energia che pare un po’ perduta in questo nuovo album.


http://www.lineamusica.it/2011/09/“i’m-with-you”-–-red-hot-chili-peppers-–-recensione/

L'album non l'ho ascoltato tutto,solo tre tracce.Factory of Faith,Look Around e Annie wants a baby e la sensazione è più o meno simile a quella della recensione,sembra partire bene ma dopo la musica si perde e diventa anche noiosa,non vedo tanta originalità se non in piccoli pezzi musicali con chitarre e bassi. Eppure credevo fossero ritornati alla grande Music Press - Pagina 9 197349 Music Press - Pagina 9 13558
anny_skod
anny_skod
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1336
Data d'iscrizione : 06.03.11

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da ubik Gio 15 Set - 18:44

CANDIDATA A MILANO A FIANCO DELLA MORATTI NELLE SCORSE AMMINISTRATIVE
La Vanoni canta a Ostia. E fa il comizio:
«Berlusconi è un ladro»

Attacco al premier della cantante in un concerto a Ostia: «Ha triplicato il suo capitale togliendoci tutto, me ne vado dall'Italia». L'assessore la denuncia

ROMA - «L’Italia fa schifo. Io me ne vado da questo Paese. Berlusconi è un ladro. Lui ha triplicato il suo capitale e a noi ci ha tolto tutto. Non esiste più il ceto medio». Così dopo la prima canzone. Applausi. Pochi. Ma anche fischi e buu. Molti. Perché chi era lì, seduto all'aperto nell'isola pedonale di Ostia, in una bella e calda serata di settembre, aspettava di sentir risuonare le note delle canzoni di Ornella Vanoni. Invece, la cantante milanese si è lanciata in una specie di comizio politico anti-Berlusconi. Proprio lei che alle scorse amministrative nel capoluogo lombardo si era candidata a fianco del sindaco uscente Letizia Moratti nella lista civica «Milano al Centro».

NOTE E POLITICA - Ma no, domenica sera, nel concerto di chiusura di «Ostia Classic», la rassegna estiva che per il terzo anno si è svolta nella cittadina sul litorale romano, la Vanoni rosso-vestita ha deciso di prendersela con il presidente del Consiglio, nonché leader di quel Pdl per cui lei si era schierata solo pochi mesi fa. «Berlusconi è un ladro - esordisce - me ne vado da questo Paese, l'Italia fa schifo». E ancora: «Berlusconi ha triplicato il suo capitale e a noi ha tolto tutto». Le parole arrivano dopo aver cantato un brano. «Ma che sta 'a dì questa?» si sente tra il pubblico. Qualche timido applauso c'è anche. Ma la maggior parte sono fischi e buu. E non pochi si alzano e lasciano il concerto. Perché dopo il mini-comizio, la rossa Vanoni riprende a cantare come se niente fosse. Fa qualche altra pausa, parla anche, ma non più di politica.

LA DENUNCIA - Però in platea tra i vari in ascolto c'è Amerigo Olive, assessore ai Lavori pubblici e Mobilità del XIII Municipio, quello di Ostia appunto. «Non voglio fare commenti», smorza oggi. Ma domenica sera era molto arrabbiato, tanto da andare di filato dai carabinieri e denunciare Ornella Vanoni per comizio non autorizzato. «Confermo la denuncia», dice oggi, ma non aggiunge altro. E infatti i militari hanno chiesto il filmato della serata all'emittente locale «Canale 10» e ora valuteranno il da farsi.

LA POLEMICA - Immediato scoppia il caso. Anche perché secondo il quotidiano romano Il Messaggero, quella sera stessa Olive avrebbe detto: «Vent'anni fa gli avrei menato». Parole che oggi l'assessore del XIII Municipio non vuole commentare, ma che scatenano la reazione dell'opposizione con il Pd (Paolo Orneli, consigliere del XIII) che chiede le sue dimissioni: «Il fatto che un rappresentante delle istituzioni si permetta di denunciare un'artista che ha espresso una sua opinione sulla situazione politica del Paese, richiama da vicino quello che accadeva durante il fascismo. Il tutto condito da espressioni volgari e maciste ancor più gravi perché riferite nei confronti di una donna». E chiede un intervento del sindaco Alemanno: «Se non fa niente vuol dire che è d'accordo».

«NO COMMENT» - Da parte sua invece l'assessore capitolino alle Attività Produttive Davide Bordoni, organizzatore della rassegna, fa sapere di essere arrivato al concerto solo dopo l'esternazione della Vanoni e che comunque «gli artisti vengono scelti per il loro valore professionale e non per la loro fede politica». Tra coloro che si sono esibiti a «Ostia Classic 2011» anche Ron, Ramona Badescu e Mariano Apicella.

corriere della sera

Music Press - Pagina 9 30341

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch
Music Press - Pagina 9 Tumblr_m48op8vCUr1qercxjo2_r3_250
Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
ubik
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 109
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 9 Empty Re: Music Press

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 9 di 14 Precedente  1 ... 6 ... 8, 9, 10 ... 14  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.