DarkOver accendi una luce
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti attivi
» The Voice of Italy 2018
Da Saix91 Ven 16 Mar - 14:24

» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Music Press

Pagina 4 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente

Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mar 17 Mag - 17:37

Moby, il sito di 'Destroyed' con SoundCloud e Instagram



Moby, che con il nuovo album "Destroyed" in uscita questo mese torna in auge dopo un'assenza dalle scene piuttosto prolungata, ha scelto di offrirlo in anticipo ai suoi fans attraverso un'esperienza multimediale autentica, composta di suoni e immagini, in perfetto stile-'music cloud' e realizzata attraverso la tecnologia di SoundCloud e di Instagram che sono parte integrante del minisito dedicato (destroyed.moby.com). Il primo è il partner che mette a disposizione la piattaforma per lo streaming dei brani e quella di Moby è apparsa una scelta, tra le numerose disponibili in tal senso, accurata e ragionata, che rimarca il posizionamento molto 'indie' di un personaggio che ha conseguito livelli di vendita assolutamente mainstream. Il secondo è stato selezionato per l'upload delle immagini, nella fattispecie una serie di fotografie che immortalano le città dormienti alle due di mattina, quando l'insonnia ha colto frequentemente Moby durante il tour, all'ora in cui mentre tutti riposavano componeva i brani che sarebbero finiti su "Destroyed". Instagram ha anche funzionalità social e i fans sono invitati a caricare e condividere online anche le proprie immagini usando l'hashtag #destroyed, finendo così sulla mappa delle stesse.

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da valestella817 Mar 17 Mag - 20:42



Nuovo album di Noel Gallagher
Spoiler:
Quando da dell'idiota a Liam fa scassare! Music Press - Pagina 4 378480
Music Press - Pagina 4 769300
valestella817
valestella817
meteorite
meteorite

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 07.03.11

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mar 17 Mag - 20:47

Music Press - Pagina 4 57089 Vale

Spoiler:
come all'asilo Music Press - Pagina 4 2546660598 Music Press - Pagina 4 633622

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mer 18 Mag - 14:50

Sabato a Detroit la festa per i 50 anni della Motown


Per mettere in piedi l'etichetta discografica Motown Records, cinquant'anni fa Berry Gordy si fece prestare 800 dollari. Oggi con quella cifra si comprano due biglietti per la festa del mezzo secolo della label. Si terrà sabato, a Detroit, il Golden Gala per le cinquanta candeline dell'etichetta-simbolo della musica black. Ci sarà, con una rarissima uscita pubblica, il fondatore Gordy (81 anni) che cedette la sua quota alla MCA e Boston Ventures nel 1988 per 61 milioni di dollari. Ci sarà Aretha Franklin (cavallo da corsa non-Motown), che pare ristabilita dopo i problemi di salute manifestati nello scorso dicembre. Ci saranno i Temptations, o meglio l'attuale line-up dei Temptations visto che il solo sopravvissuto della formazione "classica" del 1960 è il 69enne Otis Williams. E poi si attendono grandi duetti, come ad esempio uno con Stevie Wonder e uno con Kid Rock. L'incasso sarà versato al Motown Historical Museum. I biglietti più salati sono quelli che comprendono l'ingresso Vip pre-gala e il party Afterglow: in vendita a 1000 dollari a cranio. La Motown rimase a Detroit dal 1959 al 1972 prima di spostarsi a Los Angeles. Si prevede anche un omaggio a Michael Jackson, anche perché Gordy mise sotto contratto il cantante quando il futuro King of Pop aveva appena dieci anni.

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Gio 19 Mag - 11:28

In dirittura d'arrivo l'autobiografia di Pete Townshend degli Who


Pete Townshend, al lavoro sul materiale che costituirà le proprie memorie già dagli anni Novanta, si accinge a terminare il lungo lavoro. La casa editrice newyorkese HarperCollins, tra i cui autori spiccano Paulo Coelho e Tolkien, ha affermato che l'autobiografia del chitarrista degli Who sarà pubblicata nel corso del prossimo anno. "Per me questa autobiografia non è una questione di vanità, è un rito di passaggio", ha riferito il musicista e compositore che il 19 maggio compie 66 anni. "Il rock'n'roll è un lavoro duro, per quanto cinicamente o comicamente venga dipinto dai suoi detrattori. Sono fortunato ad essere vivo e anche ad avere questa storia pazzesca da raccontare, piena di incredibili avventure e macchinazioni creative". HarperCollins, fondata in Scozia nel 1819, ha acquisito i diritti in lingua inglese del libro e ha riferito di non sapere se il volume conterrà
anche dettagli sul famoso incidente del 2003; in tale anno, come forse si ricorderà, Pete fu trattenuto dalla polizia britannica per materiale pedopornografico ma il musicista si difese affermando che stava semplicemente compiendo delle ricerche online per il suo libro. Townshend ha lasciato intendere che d'ora in poi si dedicherà molto alla stesura: "L'anno che ho di fronte a me, e che trascorrerò scrivendo, scatenerà l'ultimo pezzetto vitale di crescita che viene ora richiesto al signore in età pensionabile che una volta scrisse 'I hope I die before I get old'. Voglio scrivere un libro che sia divertente da leggere, ma soprattutto sincero".

rockol

Music Press - Pagina 4 561231 auguri a Pete

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mar 24 Mag - 10:22

I 70 anni di Bob Dylan



Oggi Robert Allen Zimmerman, ai più noto come Bob Dylan, compie 70 anni. Tutto il mondo lo celebrerà ma lui, come sempre, preferisce rimanere in disparte e sottrarsi ai festeggiamenti. Schivo, enigmatico e spesso contraddittorio di carattere ma ineguagliabile quando si tratta di scrivere canzoni, il menestrello di Duluth ha cambiato come pochi la storia della musica popolare del Novecento. Affermatosi nei primi anni Sessanta come trovatore folk impegnato e seguace di Woody Guthrie, dopo essere stato (a torto) identificato come nuovo paladino della sinistra americana ha scioccato tutti con la sua "svolta elettrica", facendo incontrare il mondo della canzone di protesta con quello del rock'n'roll e aprendo la strada allo sviluppo rock moderno.
Rockol in occasione del compleanno di Bob Dylan ha realizzato uno speciale che comprende un nostro personale omaggio, un tributo da parte del cantautore e dylanologo d'eccezione Tito Schipa Jr., una photo gallery biografica che ripercorre le tappe fondamentali della carriera di Bob e ovviamente le nostre recensioni dei suoi dischi più importanti. E non solo: per l'occasione abbiamo allestito anche un sondaggio sulla nostra pagina Facebook, che farà scegliere proprio a voi le migliori canzoni del grande cantautore americano.




Questo era un Dylan d'annata, risalente al 1975. Difficile ricordare tutte le canzoni. Basta però citarne alcune per capire la sua grandezza: "Blowin' in the wind", "A hard rain's a-gonna fall", "Like a rolling stone" e "Hurricane". E l'elenco potrebbe continuare molto a lungo. A noi non resta che fargli i nostri più sentiti auguri, in attesa che il 22 giugno torni ancora una volta in Italia per salire sul palco dell'Alcatraz di Milano per l'ennesima tappa del "Never ending tour". Go on, Mr.Zimmerman. Noi continueremo a seguirti.

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da Strawberry Fields Mar 24 Mag - 11:31

http://www.corriere.it/politica/11_maggio_24/disco-bossi-ritrovato_3f1eea7c-85d8-11e0-99e7-3448c5a7b9b0.shtml

n collezionista ha ritrovato il 45 giri
Ecco il disco di Bossi: ascoltatelo
Il capo della Lega, con lo pseudonimo di Donato, nel 1964 incise due canzoni: «Ebbro» e «Sconforto»

BRESCIA - Dove eravamo rimasti? Al fatto che Mirko Dettori musicista con la passione per le canzonette d’epoca, aveva scovato in un vecchio cassetto di casa sua un cimelio assoluto per i «feticisti» non solo dei vecchi 45 giri, ma anche della politica. Si tratta del disco – di cui si era sempre favoleggiato ma che nessuno aveva mai rintracciato né tantomeno ascoltato – inciso nel 1964 dall’allora ventunenne Umberto Bossi. Dettori aveva messo in vendita su un sito specializzato quella «chicca» per una cifra iperbolica, 250 mila euro, che lui per primo aveva definito una provocazione. Come è andata a finire? «In questi mesi», racconta il musicista che vive a Brescia, «di offerte ne sono arrivate: siamo naturalmente lontani dalla “sparata” iniziale, ma anche da quotazioni che più realisticamente si possono portare a casa. Si sono fatti avanti tanto appassionati di musica quanto militanti leghisti».

RARITÀ - Sul vinile, edito per la scomparsa casa discografica Caruso, Bossi – che nella sua breve carriera musicale usava lo pseudonimo di Donato – sono incisi due brani, scritti dal senatur in coppia con il musicista Umberto Mazzucchelli: Ebbro, che è un boogie woogie, e Sconforto, definito secondo i canoni dell’epoca «rock lento». Adesso vengono svelate piccole porzioni di quei brani, non certo destinate a cambiare la storia della musica ma di sicuro ad attirare la curiosità sulla biografia di un personaggio che, molti anni più tardi, ha intrapreso una strada del tutto diversa. Bossi per primo, rievocando i suoi trascorsi canterini, bocciò quell’esperienza: «Erano proprio brutte canzoni». Mirko Dettori non si sbilancia in giudizi, ma stuzzica lo stesso le corde emotive del senatur: «Se riascoltando la sua voce di ventenne proverà almeno un po’ di emozione, sarò contento».

Claudio Del Frate
24 maggio 2011

Spoiler:
Posso cambiarela mia canzone della settimana Music Press - Pagina 4 561231 Music Press - Pagina 4 2546660598 Music Press - Pagina 4 2546660598 Music Press - Pagina 4 2546660598 Music Press - Pagina 4 2546660598
Strawberry Fields
Strawberry Fields
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1139
Data d'iscrizione : 06.03.11

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mar 24 Mag - 11:40

@ straw

Spoiler:
Music Press - Pagina 4 88695 ti piace vincere facile? Music Press - Pagina 4 2546660598 Music Press - Pagina 4 2546660598 Music Press - Pagina 4 2546660598

Music Press - Pagina 4 1532903768 naturalmente chi non potesse farne a meno può andare ad ascoltare sul sito del corriere oppure aspettare che venga caricato sul tubo

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Gio 26 Mag - 11:09

Bono rivela titoli di canzoni del nuovo album degli U2

Bono, intervistato dalla rivista irlandese "Hot Press" per un servizio essenzialmente sul presidente Barack Obama, ha risposto ad un paio di domande sui prossimi progetti discografici degli U2. Il prossimo album "vero e proprio" della band "probabilmente" uscirà nel corso "del prossimo autunno". Il giornalista Olaf Tyaransen ha chiesto al frontman, visto che inizialmente gli U2 avevano programmato di pubblicare un nuovo disco in questo periodo, in concomitanza con l'ultima tranche di concerti nordamericani, se l'album in questione fosse il favoleggiato "Songs of ascent". "No, in realtà ne abbiamo in ballo un po'", ha risposto il cantante ridendo. E poi: "Abbiamo 'Songs of ascent', che è una specie di album estatico, ambient, canzoni molto belle. Ma è un disco da vetrate artistiche, elegiaco. Penso che alcune sue canzoni si possano descrivere come belle. C'è una canzone che si chiama 'Mount Zion', bella. C'è una canzone che si chiama 'Soon', c'è una canzone che si chiama 'Every breaking wave'. Poi c'è...siamo andati in studio con RedOne per fare della musica da club e adesso abbiamo della roba da club veramente straordinaria, una si chiama 'I'll believe her when she sings'. Fammi pensare se adesso riesco a ricordarmele tutte...'North star', questa in realtà è una ballata, è una bella canzone che in realtà abbiamo già suonato sul palco un po' di volte in tour. E poi noi, quella specie di album rock...anche se penso che 'rock' sia la parola sbagliata...la prossima specie di album 'normale degli U2 come band', l'abbiamo iniziato a fare con Danger Mouse. Brian Burton, Danger Mouse. Il quale è una specie di mix tra Brian Eno e Danny Lanois. E' un tipo cerebrale, ma con profonde riserve di istinto che lui preferisce sempre rispetto all'intelletto. Su di noi ha un bell'impatto perché ci incoraggia parecchio a distoglierci da tutte le cose che conosciamo". Bono prosegue affermando che il gruppo ha al momento circa 10 canzoni con Danger Mouse, 18 canzoni per "Spider-Man" e 20 strumentali per "Spider-Man". Il giornalista ha poi chiesto al cantante se vi sia una data di pubblicazione per il prossimo album degli U2. "Penso il prossimo autunno. Cioé, come sempre, sarà pronto quando è terminato anche se a me sembra sempre che un album degli U2 non sia mai completato. Quando sarà quasi finito, lo pubblicheremo. E sarà probabilmente il prossimo autunno. Vogliamo fare le cose per bene. Cioé, perché uno vorrebbe un altro album degli U2? C'è un sacco di gente che ha nostri dischi, perché uno in più? Deve essere veramente bello".

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Gio 26 Mag - 21:03

I tenorini italiani conquistano gli Usa: entrano nella Top Ten


Il gruppo vocale Il Volo composto da Gianluca Ginoble, Ignazio Boschetto e Piero Barone, tutti 16enni, sono sbarcati in America, continuando l'avventura iniziata con Antonella Clerici a 'Ti lascio una canzone'. Prima si sono esibiti sul palco di 'American Idol' (nel video) e al 'Tonight Show' di Jay Leno ottenendo un grandissimo successo. Questa settimana il loro album di debutto è entrato al decimo posto della classifica dei cd più venduti degli Usa, solo Andrea Bocelli e Domenico Modugno erano riusciti nell'impresa

il video QUI Suspect Suspect Suspect

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Sab 28 Mag - 17:23

Wind Music Awards, il resoconto della prima serata


Alla fine, ha avuto ragione Liam Gallagher. Salendo sul palco dell’Arena durante le prove dei Wind Music Awards del pomeriggio di venerdì, il cantante dei Beady Eye aveva esibito un cappotto, proprio mentre su Verona batteva uno dei rari raggi di sole di una giornata grigia, che presagiva la pioggia.
Quando, in serata, i Beady Eye sono saliti sul palco per l’esibizione vera e propria, l’Arena era spazzata da un vento freddo, residuo di un violento temporale che aveva costretto a sospendere per lungo tempo le esibizioni. Insomma, ci voleva il cappotto.
Pioggia prevista, quindi, ma forse non nella quantità che poi effettivamente è arrivata. La serata era cominciata liscia, pur sotto un cielo grigio che non prometteva nulla di buono. Dopo un'intro danceggiente, inizio suggestivo con Zucchero, prima con “Soffio caldo”, poi con “E’ un peccato morir”. Dopo la prima premiazione (il sindaco Tosi premia il cantante per con un riconoscimento della città di Verona), l’Arena si scalda con “Vedo nero”, a cui segue un altro premio, per “Chockabeck”, consegnato da Dori Ghezzi. Subito dopo arriva il momento forse più intenso della serata, i Negramaro, unico gruppo completamente live, che partono con Sangiorgi chitarra e voce, passano a band piena e quindi duettano anche con Elisa. Inizia a scendere qualche goccia di pioggia, ma c’è tempo per una bella e divertente esibizione di Renato Zero , che si presenta con un copricapo indiano e, attorniato da ballerini in divisa bianca, propone un medley dei suoi successi,
Seguono, con brevi pause per la pioggia, Biagio Antonacci (accompagnato anche dai Club Dogo) e Ligabue, che per scaldare il pubblico sale tra le gradinate dell'Arena. Dopo di che, il nubifragio che sospende tutto per quasi un’ora. Al rientro è Elisa a rompere nuovamente il ghiaccio, con una suggestiva performance che parte con “Sometimes ago” per terminare in duetto con Giordano Sangiorgi su “Ti vorrei sollevare”. A questo punto, però, un po’ di gente inizia inevitabilmente a sfollare, mentre la pioggia continua a scendere a intermittenza, e mentre arrivano altri artisti: bello il duetto Mannoia Cremonini, e molto bella anche la performance piano e voce di quest’ultimo su “Mondo”. Mengoni, Modà, Nina Zilli, Fabri Fibra, Raphael Gualazzi, Noemi, Virginio, Carmen Consoli, Allevi, Marco Carta, Roberto Vecchioni, J-Ax fanno il loro, tutti premiati da attori o personaggi dello spettacolo. Qualche perfomance salta per il ritardo: come quella de Il Volo, i tre “tenorini” che essendo minorenni dovevano salire sul palco prima di mezzanotte, cosa rivelatasi impossibile. Si recupererà forse nella seconda serata.
In generale, comunque, promesse rispettate: i Wind Music Awards sono sì una trasmissione televisiva, con tutti i tempi morti che ne conseguono tra un’esibizione e l’altra, con i cambi palco e vestito, che allungano i tempi per il pubblico in platea. Ma la struttura dello show è centrata sulla musica, con interventi non troppo invasivi e di raccordo da parte dei conduttori Teo Mammuccari e Vanessa Incontrada. Pochi siparietti, quindi e diversi numeri - soprattutto i duetti - che vanno oltre la “comparsata” televisiva classica, e con tutti gli artisti che cantano diverse canzoni canzoni ciascuno ogni tanto in playback, più spesso comunque voce su base. Il tutto finisce oltre le tre di notte, con pochi stenui spettatori in platea. Domani si replica, con un altro cast d’eccezione, sperando nella clemenza del del tempo.
rockol


Wind Music Awards, il video del backstage della prima serata


E' stata una serata intensa, la prima dei Wind Music Awards, svoltasi ieri sera. Le immagini ufficiali le vedrete in TV il 7, 14 e 21 giugno su Italia1, mente nelle news di Rockol potete leggere il resconto di quello che è successo. Rockol era nel backstage dell'arena, e tra un temporale e l'altro abbiamo fatto due chiacchiere con Fabri Fibra, Cesare Cremonini, Negramaro, Stefano Bollani e Raphael Gualazzi, incrociato Zucchero e Beady Eye e tanti altri. Ma soprattutto abbiamo filmato questo ed altro: a voi le immagini del backstage della prima serata.




I Wind Music Awards continuano questa sera: in scaletta: Niccolò Agliardi, Malika Ayane, Alessandra Amoroso, Annalisa, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Alessandro Casillo, Francesco De Gregori, Emma, Ghost, Litfiba, Modà, Simona Molinari, Erica Mou, Max Pezzali, Pooh, Povia, Francesco Renga, Alfredo Serafini, Daniele Silvestri, Subsonica, Renato Zero e Hooverphonic
rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Dom 29 Mag - 14:54

WIND MUSIC AWARDS 2011: MODA’ MATTATORI CON 4 RICONOSCIMENTI, PREMIATI ANCHE MARIA DE FILIPPI E I SUOI TALENTI

L’estate in musica un tempo era una prerogativa del Festivalbar, immancabile appuntamento per migliaia di persone che assistevano dal vivo o in tv alla manifestazione del patronVittorio Salvetti. Oggi tocca ai Wind Music Awards far rivivere quell’atmosfera di festa e spensieratezza. Le registrazioni della quinta edizione si sono concluse ieri sera all’Arena di Verona, dopo che la pioggia battente di venerdì si è abbattuta impietosa sugli spalti: l’entusiasmo del pubblico è stato messo a dura prova ma alla fine ha resistito anche a dispetto del ritardo accumulato sulla tabella di marcia.

Tanti gli artisti presentati da Vanessa Incontrada e Teo Mammucari: c’erano Emma Marrone, Raphael Gualazzi, Biagio Antonacci, Litfiba, Renato Zero mascherato da indiano d’america, Pooh, Alessandra Amoroso, Luciano Liguabue, Modà, Negramaro e tanti altri che nelle due serate hanno accontentato tutti i gusti. L’anfiteatro ha accolto anche ospiti internazionali del calibro di Liam Gallagher con i Beady Eye, gli Hooverphonic e la cantautrice anglo-pakistana Rumer.

Non solo musica ma anche spettacolo per un evento che deve funzionare bene anche in televisione. Oltre ai riconoscimenti per gli album più venduti, sono stati consegnati sei premi “Arena di Verona” ai personaggi che si sono impegnati per il mondo della musica. Tra questi figura anche il nome di Maria De Filippi per il talent scouting di Amici. Oltre a lei, un premio è andato a Giorgio Panariello, uno per i dieci anni di carriera ai Negramaro che al playback hanno preferito l’esibizione live. Poi ancora un premio a Zucchero consegnato dal Sindaco di Verona, uno a Fiorella Mannoia per il suo impegno nel sociale, e un altro a Gino Paoli per la carriera.

Tanti riconoscimenti sono andati agli ex talent: Emma Marrone per “A me piace così”, Alessandra Amoroso per “Il mondo in un secondo”, Marco Mengoni per “Re Matto Live”, Noemi per “Noemi”, Virginio Simonelli per “Finalmente”, Annalisa Scarrone per “Nali” e Marco Carta per il disco d’oro (30.000 copie) di “Il cuore muove”, album che in realtà è risultato un mezzo flop rispetto ai precedenti.

Ma i veri mattatori di questa quinta edizione sono i Modà che hanno ritirato ben 4 premi per i loro brani “Sono già solo”, “La Notte”, “Arriverà” e per l’album campione di vendite “Viva i romantici”. Il premio delle associazioni del settore discografico di Confindustria Cultura Italia FIMI, PMI e AFI è invece andato a Niccolo’ Agliardi, Simona Molinari, Erica Mou, Povia, Daniele Silvestri, Roberto Vecchioni e Zero Assoluto.

Le serate sono state arricchite dai duetti come quello di Biagio Antonacci con i Club Dogo in Ubbidirò che ha letteralmente spopolato. Ovazione anche per Elisa e Giuliano Sangiorgi con Ti vorrei sollevare e di nuovo i Negramaro con Elisa in Basta così. Fiorella Mannoia e Cesare Cremonini hanno cantato Le tue parole fanno male, mentre Mario Biondi e Anna Tatangelo L’aria che respiro.

Ecco tutti gli artisti che si sono esibiti e che vedremo nei tre appuntamenti trasmessi da Italia 1 il 7, 14 e 21 Giugno: Giovanni Allevi, Biagio Antonacci, Stefano Bollani, Carmen Consoli, Cesare Cremonini, Gigi d’Alessio, Due di Picche (Neffa e J-Ax), Elisa, Fabri Fibra, Raphael Gualazzi, Ligabue, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Modà, Negramaro, Noemi, Nomadi, Daniele Silvestri, Roberto Vecchioni, Virginio Simonelli, Renato Zero, Zero Assoluto, Nina Zilli, Zucchero. Nella seconda serata Alessandra Amoroso, Annalisa Scarrone, Biagio Antonacci, Malika Ayane, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Camila, Lucio Dalla e Francesco De Gregori, Emma Marrone, Ghost, Hooverphonic, Il Volo, Litfiba, Modà, Erica Mou, Nek, Max Pezzali, Pooh, Francesco Renga, Subsonica, Renato Zero.
DM.it

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Mar 31 Mag - 10:54

"Ho scelto di andar via dall'Italia
per cantare meglio la nostra realtà"
Ivano Fossati sta registrando il suo nuovo album nel cuore della Provenza tra vecchi dischi in vinile e strumenti supertecnologici: "Cerco un equilibrio tra ragione e sentimento"


ST. REMY DE PROVENCE - Il "viaggiatore" si è messo nuovamente in movimento. Ivano Fossati ha passato il confine ed è andato in un posto assai particolare per iniziare a lavorare al suo prossimo album. È andato a St. Remy al centro della Provenza, nel triangolo tra Marsiglia, Avignone e Arles. È il paese dove è nato Michel de Nostradamus, ma a Fossati la lettura del futuro, dei segni, il vaticinio, non interessano molto. Lui, genovese, 60 anni a settembre, è certamente più interessato alla realtà, a quello che vede e che vuole raccontare: "Scrivere canzoni è un mestiere particolare. Non puoi dettare regole a te stesso e io, in particolare, non ci riesco proprio", ci dice Fossati, "Detto questo è comunque vero che le canzoni risentono di quello che vivi, di quello che capita attorno a te, e questo gli permette di non essere solo finzione. È quasi una banalità dirlo. Altrimenti sarebbero soltanto piccole menzogne".

Fossati ci accoglie nelle stanze dello Studio Le Fabrique, un'antica magione immersa nel verde. Nelle grandi stanze della fattoria Fossati si è ritirato con i suoi musicisti, "in piena tranquillità", dice sorridendo, mentre ci accompagna verso la sala principale, trasformata in uno studio di registrazione. "Non ci siamo arrivati per caso in un posto come questo", dice il cantautore, "avevo trovato uno studio a Nizza, uno spazio moderno, bello, ma costruito in un seminterrato. Pietro Cantarelli mi ha detto "aspetta, fammi vedere se trovo qualcosa di meglio". Non voleva proprio stare in un posto "chiuso". Ed ha trovato questo piccolo angolo di paradiso". La Fabrique non sembra uno studio di registrazione, è una grande casa accogliente, calda, piacevolmente "antica", così come è sentimentalmente "antico" il modo in cui Fossati lavora al suo nuovo disco: "Lavoro a un album, non a una collezione di canzoni scollegate. Mi piace ancora l'idea di realizzare un disco, con un suo inizio, uno sviluppo tra un brano e l'altro e una fine. Non voglio dire che non mi piaccia la rivoluzione digitale in corso, capisco che le cose cambiano e che c'è un'intera generazione che vuole ascoltare musica in un altro modo. Ma questo non vuol dire che io debba lavorare facendo solo singoli. Le due cose possono convivere. Potrei dire con un pizzico d'ironia che cerco un equilibrio tra ragione e sentimento".

Del resto lo Studio Le Fabrique dove Fossati lavora spinge naturalmente a ragionare sulla musica con i piedi saldamente posati sulla storia e sulla tradizione: Fossati è circondato dall'archivio del più grande critico musicale francese, Armand Panigel, scomparso nel 1995, un tesoro musicale composto da una delle più grandi collezioni di incisioni di musica classica, con oltre 200.000 dischi in vinile che coprono le pareti e con la loro presenza visibile, tangibile, offrono al cantautore uno splendido contrasto tra passato e presente: "È un luogo magnifico anche per questo", dice Fossati, "è un posto in cui ci si sente circondati dalla musica".

Nelle stanze della grande casa Fossati si è trasferito per alcune settimane, ma è già da tempo che il cantautore genovese ha passato il confine con la Francia, trovando a Nizza un riparo: "Mi serviva uscire dalle abitudini, muovermi fuori dall'Italia, sfuggire a un clima che francamente per molti versi rischia di diventare asfittico e arrivare qui, in Provenza credo sia stato provvidenziale. No, non ho lasciato l'Italia: vivere a Leivi, "sul cucuzzolo" vicino Chiavari mi piace ancora. Ma mi piace anche cambiare punto di vista, provare a vedere la realtà del nostro paese da fuori. E spesso non è facile, non è piacevole". Però, ogni tanto, le cose possono cambiare: "Va riconosciuto che questo nostro Paese è in grado di riservarci qualche buona sorpresa. Ma non capisco perché ci voglia sempre tanto tempo. Siamo storicamente un popolo abituato a sopportare, siamo forse i più pazienti "incassatori" d'Europa. Non è più una scusante valida, bisogna svegliarsi. Però le schiarite nel cielo sono segni importanti e oggi ce le possiamo godere. Magari è la pioggia che va".
Il disco nasce senza strumenti elettronici, con un approccio "naturale" alla musica, prodotto da Pietro Cantarelli e dallo stesso Ivano Fossati con l'aiuto di Marti Jane Robertson che siede tranquilla al desk nei panni dell'ingegnere del suono, ruolo che ricopre con passione da 17 al fianco di Fossati.

E poi c'è una band vera e propria, formata da Claudio Fossati, suo figlio, Max Gelsi, Guido Guglielminetti, Riccardo Galardini, Fabrizio Barale, lo stesso Cantarelli e il nuovo acquisto Gian Guido Ponzini. Fossati e Cantarelli sono un team collaudatissimo, lavorano insieme da oltre dieci anni e nella grande sala di registrazione si muovono all'unisono: "Il confronto è importante", dice Fossati, "è naturale scrivere canzoni da solo, ma le stesse canzoni prendono vita, forma, quando vengono condivise con gli altri. Io non sono un solitario, e questa dimensione "collettiva" qui a St. Remy, dove siamo tutti insieme a lavorare, è quella che preferisco". Il lavoro continuerà nelle prossime settimane, quando Fossati si sposterà nelle campagne intorno a Oxford, allo "Hookend Manor", "E lì respireremo una musica diversa. È stato lo studio di David Gilmour e Trevor Horn, ci hanno lavorato i Pink Floyd e i Radiohead...".
Ernesto Assante per repubblica

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Ven 3 Giu - 12:58

Music Press - Pagina 4 561231 per gli amanti della denz


Concerti, Flippaut Dance Reload: orari e scaletta. Domani la diretta su Rockol



Sono stati resi noti dall'organizzazione del festival orari e scaletta del Flippaut Dance Reload, evento interamente dedicato alla dance che animerà il pomeriggio e la serata di domani all'Arena Concerti della Fiera di Milano a Rho, alle porte del capoluogo lombardo. Sui due palchi che ospiteranno i dj set si alterneranno, tra gli altri, oltre ai colossi del big beat Chemichal Brothers, Albertino, storico addetto alla consolle di Radio DeeJay, l'alfiere della jungle Goldie, Loco Dice, Derrick May e molti altri. Ecco, nel dettaglio, il programma della serata:


Main stage:

ore 19:30 - Albertino
ore 20:30 - Alexis Taylor
ore 22:00 - Chemical Brothers
dalle ore 24, nell'ordine:
Tale of us
Loco Dice
Derrick May

Electro stage:

delle ore 21, nell'ordine:
Tyler Noze
Rudemates
Kavinsky
ore 00.30 - Goldie
a seguire: Pink Is Punk

Rockol vi terrà aggiornati sullo svolgimento del festival con una diretta che includerà notizie, commenti, interventi dal backstage e aggiornamenti in tempo reale via Twitter.

rockol

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da anna Lun 6 Giu - 14:40

La Repubblica XL
‎Mauro Ermanno Giovanardi dirige Parola Cantata (17, 18, 19 giugno, Brugherio, MI): tre giorni d'incontri e concerti con Franco Battiato, Cristina Donà, Brunori Sas, Manuel Agnelli e altri.



Parola Cantata
SECONDA EDIZIONE:
17|18|19 GIUGNO 2011


Il grande festival estivo sulla musica d’autore del nostro paese. Un vero e proprio happening, tre giorni di incontri, concerti, recital e molto altro con la direzione artistica di Mauro Ermanno Giovanardi. Parola Cantata è a Brugherio, alle porte di Milano!


Reduce dal successo ottenuto a Sanremo con il brano “Io confesso”, Mauro Ermanno Giovanardi, storica voce dei La Crus, ritorna a Brugherio, la città dove è cresciuto - come direttore artistico della seconda edizione di “Parola Cantata”: una tre giorni dedicata alla PAROLA d’autore con incontri, performance, presentazioni e concerti che vedrà tra i suoi protagonisti Franco Battiato, Enrico Ruggeri, Cristina Donà, Manuel Agnelli, Paola Turci e molti altri ospiti illustri del panorama musicale e culturale italiano.

Mauro Ermanno Giovanardi spiega così la suddivisione concettuale delle tre giornate del Festival:

“Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno ho deciso di mantenere la divisone “di genere” delle 3 giornate ovvero: femminile il venerdì, maschile il sabato e infine di usare la giornata della domenica come una sorta di jolly dove ogni anno potermi sbizzarrire e trovare un tema nuovo e diverso. In un mondo di uomini, e quello della musica non fa eccezione, mi è sembrato importante dedicare un’intera giornata alla parola femminile, perché vorrei che nella musica, come nella vita, ci fosse più spazio per le quote rosa”.
“Ogni punto della prima giornata propone delle dinamiche molto interessanti direttamente riconducibili ad un lavoro approfondito e di genere. Partendo da qui, poi di conseguenza è nato tutto il resto; il sabato dedicato alla visione maschile e la domenica che si sviluppa attorno al tema della parola che, per sua natura, trascende i mondi di appartenenza ed è patrimonio comune. Per far sì che le parole siano al centro del festival abbiamo deciso di dar vita a set esclusivamente acustici per dare più forza ai versi, ai testi, all’autoralità.”
Vi stupiremo!!!
parola cantata

programma


Spoiler:
1a giornata/venerdì 17 giugno:
VENERDÌ DI VENERE | La Parola Femminile
CANTANDO UN LIBRO
MICHELE MONINA (scrittore e autore) incontra il pubblico per presentare il progetto
Anatomia Femminile (Nda)
Cortile Casa del Popolo, ore 18.00 Ingresso gratuito

PRESENTAZIONE PREMIO BIANCA D’ APONTE
Intervengono Gaetano d’Aponte, Fausto Mesolella (Direttore Artistico del Premio)
Presenta l’incontro Roberta Balzotti.
Con la partecipazione di: Erica Boschero e Laura Campisi
Cortile Casa del Popolo, ore 19.00 Ingresso gratuito

CONCERTI
SUSANNA PARIGI
NATHALIE
PATRIZIA LAQUIDARA
CRISTINA DONÁ
PAOLA TURCI ACOUSTIC TRIO
Presenta: KETTY PASSA
Parco di Villa Fiorita, ore 21.30 Apertura Cancelli 20.30 Ingresso 12 € / 20 € con abbonamento per 2 giorni

2a giornata/sabato 18 giugno:
SABATO DI SATURNO | La Parola Maschile
PRANZO CON L’AUTORE
FRANCO BATTIATO si racconta in un convivio e un simposio post moderno.
Conduce Tiziana Cera Rosco
Lounge Bar Ristorante Controluce, ore 12.30
Ingresso 30 € su prenotazione

CANTANDO UN LIBRO
Matteo Guarnaccia nella presentazione del suo nuovo libro “Bob Dylan Fun Book”
Conduce Enzo Gentile
Biblioteca Civica, ore 16.00. Ingresso Gratuito.

HERBERT PAGANI: LA MIA GENERAZIONE
MARCO FERRADINI Presenta
La mia Generazione, il disco e spettacolo teatrale tributo a "Herbert Pagani"
Conduce Giordano Casiraghi.
Cortile Casa del Popolo, ore 18.00 Ingresso gratuito

INCONTRI: DIMMI COSA CANTI E TI DIRO’ CHI SEI
I DIVERSI APPROCCI ALLA SCRITTURA DI UNA CANZONE
Con Brunori sas, Luca Madonia e Manuel Agnelli.
Conduce Niccolò Agliardi
Cortile Casa del Popolo, ore 19.00 Ingresso gratuito

CONCERTI
LUCA MADONIA & ANDREA DI CESARE STRING QUARTET
MAURO ERMANNO GIOVANARDI
MANUEL AGNELLI
AMOUR FOU
BRUNORI SAS
Presenta: NICCOLO VECCHIA
Parco di Villa Fiorita, ore 21.30 Apertura Cancelli 20.30 Ingresso 12 € / 20 € con abbonamento per 2 giorni

3a giornata/domenica 19 giugno:
LA DOMENICA DEL VILLAGGIO | La Parola Parlata
PRANZO CON L’AUTORE
ENRICO RUGGERI si racconta e presenta il suo nuovo libro “Che giorno sarà”
Conduce Tiziana Cera Rosco
Lounge Bar Ristorante Controluce, ore 12.30 ingresso 30 € su prenotazione

CANTANDO LA STORIA
PAOLO COLOMBO (Prof. Di Storia Contemporanea all’Università Cattolica di Milano) e
GIOACCHINO LA NOTTE presentanto “Quella strana gioia di vivere. Felicità, storia e canzoni nell'Italia della Ricostruzione”
Biblioteca Civica, ore 16.00. Ingresso Gratuito.

CANTANDO UN LIBRO
Massimo Cotto presenta il suo “Grande libro del Rock (e non solo)” accompagnato da Claudio Agostoni
Biblioteca Civica, ore 17.30. Ingresso Gratuito.

E CONTINUO A CANTARE - Chiacchiere e aneddoti attorno a Piero Ciampi
Con Enrico De Angelis, responsabile artistico del Club Tenco, Giancarlo Onorato storico musicista, autore e artista a 360° e Mauro Ermanno Giovanardi
Cortile Casa del Popolo, ore 19.00 Ingresso gratuito

PREMIO L’ISOLA CHE NON C’ERA
Finale del concorso nazionale “L’Artista che non c’era” a cura della rivista Isola.
Ospiti d’onore i Perturbazione in versione acustica
Cinema Teatro San Giuseppe,
ore 21.00 Ingresso gratuito

PREZZI DI INGRESSO
Concerti: 12 € ingresso singolo, 20 € abbonamento, tutti gli altri eventi sono gratuiti eccetto "pranzo con gli autori": 30 € con prenotazione obbligatoria e numero limitato di posti


MEDIAPARTNER: Xl - La Repubblica, Rockol, Radio Popolare Network, City, NokiaPlay e Myspace Italia

PAROLA CANTATA
Happening Delle Musiche d'Autore
Brugherio - MB - 17/18/19 Giugno www.parolacantata.it

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 


Music Press - Pagina 4 Images?q=tbn:ANd9GcSmnzSHTwvRwkVSF585qfLN30jIM8UzxNp-VwWCPF1Hkf8ZrXWy
L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
anna
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 108

Torna in alto Andare in basso

Music Press - Pagina 4 Empty Re: Music Press

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.