Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» The Voice of Italy 2018
Da Saix91 Ven 16 Mar - 14:24

» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Donne della Canzone Italiana

Pagina 8 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Lun 21 Nov - 21:40



lucy, quindi non conosci nemmeno questa? Suspect

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da Lucy Gordon il Lun 21 Nov - 21:43



non ne conosco una ................. faccio da sola graziee.......


ma io stò qui anche per sapere qualcosa in più, se no che ci state a fare
avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mar 27 Dic - 23:22



una canzone che adoro

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mar 27 Dic - 23:31




_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mar 27 Dic - 23:47




_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mar 27 Dic - 23:54





Spoiler:

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mer 29 Feb - 22:20




_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da anny_skod il Gio 1 Mar - 1:04

Cos'è questa canzone e quest'artista


avatar
anny_skod
satellite artificiale
satellite artificiale

Messaggi : 1336
Data d'iscrizione : 06.03.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mer 7 Nov - 23:39



unica

finalmente l'ho trovata

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da picpiera il Ven 9 Nov - 19:04

@Ubik
credo di non averla mai ascoltata
avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da picpiera il Ven 9 Nov - 19:07

ubik ha scritto:

mi piaceva tanto questa della Patty
avatar
picpiera
inviata specialissima
inviata specialissima

Messaggi : 6649
Data d'iscrizione : 07.03.11
Località : liguria

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Ven 8 Mar - 21:56


Ornella l'altra sera nell'omaggio a Dalla ha fatto veramente pena pensare che ci ha regalato queste perle

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Mar 2 Apr - 20:22

MIA MARTINI RESTERÀ, GLI IDIOTI CHE L’HANNO UCCISA NO

Aldo Nove dedica un libro a Domenica Bertè, morta per per chi diceva che portava jella, per i debiti, abbandonata da tutti meno che da un pugno di amici: “Come Amy Winehouse, Mia non si è uccisa. Ha preso farmaci e alcool, capito di star male, provato a chiedere aiuto”…

Malcom Pagani per "Il Fatto Quotidiano"
Era di Maggio. La Citroën verde in giardino. Il rumore dei passi sulla ghiaia. I curiosi. La sorella. Il padre, figlio di un sarto "Geniale e violento". Renato in lacrime, senza più Zerofollie. Le sirene. L'ambulanza. I poliziotti. L'arresto cardiaco e la decenza in manette. Il fine pena mai di Mia Martini, l'untrice condannata dalle dicerie. Esposta all'ergastolo della superstizione: "Porta sfortuna, è una jettatrice".
Cancellata dai debiti. Lasciata sola a difendersi dall'emarginazione con un telefono in mano, una tuta, la postuma impudenza del magistrato di turno in sottofondo: "Aspettate l'autopsia, ci saranno sorprese" e un paio di cuffie sulle orecchie. La vera musica. L'ultimo appiglio. L'origine e la fine. Cronaca. Immeritata prosa. Smarrita poesia. "Adesso non c'è più" scrive Aldo Nove in coda al suo disperato Mi chiamo... e lo certifica quasi in versi, restituendo a Mia Martini la prima persona per raccontarsi.
Andando a cercare le note di Minuetto "complice il grande Califano" nel Penny's arancione della sua adolescenza e la lirica e il componimento nella biografia di Domenica Bertè. La ragazza che reagì in metrica finché ne ebbe la forza: "Perché parlate di me/ cosa c'entro io con voi?/ di sicuro non vorrei incontrarvi mai/ giocate pure con me senza problemi/ tanto non mi romperò/ sono di plastica infrangibile/modello scomponibile".
Quella che aveva preso in prestito il nome da Mia Farrow e il cognome da una gloria transnazionale: "Il Martini e la pizza li conoscono in tutto il pianeta" le suggerì Crocetta, il fondatore del Piper. Mia era nata in una Calabria di periferia e poi fuggita via in Lombardia, a 47 anni, in un satellite nei pressi di Malpensa, senza più voli da immaginare che non fossero di sola andata. "Ma come Amy Winehouse, Mia non si è uccisa. Ha preso farmaci e alcool, capito di star male, provato a chiedere aiuto", dice oggi Antonio Centanin in arte Nove, uno che con il mastice del pregiudizio e dell'inquadratura iniziale fa i conti fin dai tempi del suo Woobinda e dell'ultimo mondo cannibale in letteratura. "Una cosa da ridere di fronte a quel che ha subìto Mia".
Per pigrizia e semplificazione il recinto in cui rinchiuderlo era già delimitato. Ammaniti, Brizzi, Scarpa, Santa-croce e poi Nove, quello che profetico, prima di tutte le villette a schiera e i plastici di Vespa, si era presentato con un incipit: "Ho ammazzato i miei genitori perché usavano un bagnoschiuma assurdo, il ‘Pure and vegetal'". Il suo inno a Mia Martini è pubblicato da Skira (la casa editrice che divulga le opere di Francis Bacon) e non stupisce, perché per andare a fondo di una sofferenza, c'è bisogno di astrazioni e coincidenze. Bacon rimpiangeva il punto di vista: "Ho sempre sognato di dipingere il sorriso, ma non ci sono mai riuscito".
L'arte di Mia esplorava il dolore dell'amore. Nove si è calato nel meccanismo di un'esclusione sociale: "Ascoltando decine di testimoni ed evitando a riportare alcune storie troppo brutte. Le cose più vere spesso non sono verosimili, ma Mia è stata colpita da una stupidità così sorda che a ragionarci, spaventa".
Lei scrive: "Anche se tutti si toccavano le palle al mio passaggio, io ero lì". Sanremo, 1982. Una fotografia tra le tante.
Scrivo anche che per Mia gli anni 80 sono stati "Il luogo in cui prima c'era stato troppo". Credo sia vero. Era accompagnata da storie vergognose, fin dai 60.
L'arresto in Sardegna, fuori dal Pedro's, 4 mesi di carcere nel '69.
Per mezza canna, quando ancora non si chiamava Mia Martini. Sbattuta sui giornali, con il rimmel , le lacrime e il titolo: "Ecco la drogata". La sua esistenza è stata un'altalena. Rinunciava alla spazzatura commerciale, si impelagava in titaniche questioni di principio con le case discografiche e per coerenza, regolarmente, la pagava. "Sono un'artista pura" diceva. Lo era. Ma circondata da sciacalli e pescecani .
Si è chiesto perché non sia ancora qui?
Forse perché non le è bastato l'affetto. Quando sento dire: "È stata debole" mi indigno. Provate voi a convivere con 20 anni di solitudine e cattiveria. Crollerebbe chiunque.
Per scrivere ha parlato anche con Loredana?
No, ma ho parlato con il padre e con Gianna Bigazzi, la moglie di Gian Carlo che a Mia era stata molto vicina. Era timida, Mia. Non le piaceva apparire, covava un'indole visceralmente femminista e se voleva presentarsi con i bigodini in testa o con uno scialle viola, pur sapendo che nessuno voleva vedere l'artista per ciò che era realmente nella vita, lo faceva.
Come Califano, che per Mia scrisse due capolavori.
Non era nella squadra dei cattivi, il fantastico Califfo. Uno che nonostante le avventure che aveva affrontato, nei confronti di Mimì era stato sempre vero, sincero, affettuoso. Si volevano bene.
Aznavour era incredulo: "In Italia avete un simile miracolo e non ve ne siete accorti?". Oltre Ventimiglia era difficile invitarla anche nei tanti simil Castrocaro nazionali.
La chiamavano a suonare in alcune serate tv per poi tagliarla in sede di montaggio. Nel libro ci sono autisti che dopo averne intravisto la sagoma dal finestrino, la abbandonano sotto la pioggia nelle stazioni di provincia, gente che la scorge e urla: "cambiate canale!", ristoratori che si rifiutano di servirla e colleghi che al suo nome rinunciano all'ingaggio.
"Sono solo un essere umano" dice inseguito nei cessi della metropolitana prima di raggiungere la pace definitiva il protagonista dell'Elephant man di David Lynch. Era inseguita anche Mia Martini?
Per anni fu l'innominabile. L'irrazionale è più efficace di qualunque considerazione.
Mia Martini lo sapeva: "Meglio essere sospettati di avere l'Aids. Si può sempre fare un test per smentire la voce. Ma per la sfiga cosa fai? Una radiografia?".
Un meccanismo diffuso, allucinante, non nuovo alle accolite artistiche, agli ambienti relativamente piccoli e dominati da cattiva coscienza. Mario Praz, il nostro anglista più meritevole, ha vissuto in maniera infernale. Per anni fu l'innominabile.
Mia Martini lo è ancora?
Fino a quando non scomparirà quella generazione che in modo diretto o indiretto ha contribuito alla sua esclusione, non se ne verrà a capo. Di inviti in tv ne ho ricevuti pochi. Ho avuto l'impressione che ci fosse imbarazzo, che affrontare il tema disturbasse. Se avessi le prove, non foss'altro che per illuminismo etico, farei i nomi. Non importa. Io so che Mia Martini resterà. Idiozie e idioti, no.
dagospia

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da anna il Mar 2 Apr - 21:10

Io so che Mia Martini resterà. Idiozie e idioti, no.

è che sono tanti tanti, sembra pieno...

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da ubik il Gio 4 Lug - 0:15


_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 106
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Donne della Canzone Italiana

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 8 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum