Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» ... e le stelle si fanno guardare
Da miki Ven 3 Mar - 15:23

» Sanremo 2017 - notizie e commenti
Da Saix91 Gio 9 Feb - 15:49

» ...mettiamoci comodi
Da Bellaprincipessa Mer 4 Gen - 11:21

» Addio a.....
Da anna Sab 30 Lug - 12:49

» The Voice of Italy 2016 - Live
Da Saix91 Mar 24 Mag - 15:09

» Eurovision Song Contest 2016 - Semifinali - Finale
Da anna Lun 16 Mag - 18:01

» X Factor 10 Notizie e commenti
Da anna Mer 11 Mag - 18:57

» Il Cinema sulla stampa
Da anna Mer 11 Mag - 18:55

» Il Giradischi
Da ubik Mar 10 Mag - 23:14

» Marco Mengoni
Da anna Sab 7 Mag - 19:59

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Pagina 4 di 38 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 21 ... 38  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Ven 29 Apr - 23:59



li adoravo

il sollevamento con cui chiudono la danza è un capolavoro

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Sab 30 Apr - 0:24



qui sono veramente fantastici

l'inizio è carinissimo e per tutto il pezzo inventano una quantità di passi, figure e sollevamenti particolari e nuovi

il tutto sulle musiche del lago dei cigni in una parodia della danza classica

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Sab 30 Apr - 1:08

Mondiali 2011: ottimo rientro per Virtue/Moir, anche Cappellini/Lanotte convincono - in aggiornamento

Inserito il Ven, 29/04/2011 - 21:52.



Ha debuttato oggi anche la danza, con la Short Dance. La classifica promette grandi duelli nel libero di domani, con i campioni mondiali e olimpici Tessa Virtue e Scott Moir in testa - leggeri, veloci e incantevoli come li ricordavamo dallo scorso anno - tallonati da vicino dagli avversari di sempre Meryl Davis e Charlie White; meno di un punto li separa, 74,29 contro 73,76. Saldamente terzi, con 70,97, i campioni europei Nathalie Péchalat e Fabian Bourzat, con il loro intenso valzer dal "Dottor Zhivago".
Al quarto posto una delle coppie giovani in prepotente salita, Maia e Alex Shibutani, che hanno tenuto dietro le due coppie russe, Bobrova/Soloviev e Ilinykh/Katsalapov. Le differenze di punteggio sono però minime, infatti gli Shibutani capeggiano un gruppetto di quattro coppie, che comprende anche i canadesi Weaver/Poje, nell'arco di nemmeno due punti, tra i 65,07 e i 66,88. Domani sarà lotta grande.
Non sono distanti nemmeno i nostri Anna Cappellini e Luca Lanotte, ottavi con 64,12, a meno di un punto dai canadesi. Buon rientro anche per loro, soprattutto hanno dato l'impressione di aver ritrovato la gioia di pattinare.
Gara positiva anche per la nostra seconda coppia, Charlène Guignard e Marco Fabbri, che al loro primo Mondiale centrano l'obiettivo della finale col 18.o posto.

E' stato davvero un piacere rivedere in pista così in forma Tessa Virtue e Scott Moir, dopo tutto quello che hanno passato in questa stagione, leggeri, veloci, sorridenti. Molto accattivante il loro valzer-tango, eseguito benissimo, con grande precisione, unisono perfetto e belle linee. Tutti livelli 4 per i loro elementi, eccetto la seconda serie di Golden Waltz che ha avuto il livello 3. La loro midline è stata premiata da uno stratosferico GoE di +2,43. E' arrivato anche il loro record della SD, anche se non era difficile, avevano avuto solo i Four Continents per eseguirla. Aspettiamo ora il loro libero, questo del tutto inedito nella sua interezza (a Taipei lo avevano solo iniziato prima di ritirarsi).
Un po' meno convincenti del solito Meryl Davis e Charlie White, che sono sembrati un po' trattenuti, forse per non sbagliare dopo l'imprecisione commessa all'inizio nei twizzles, leggermente fuori unisono, che hanno avuto il livello 3. Tutto bene poi comunque a livello tecnico, entrambi le serie di GW hanno avuto il livello 4, come la midline e il velocissimo sollevamento finale. Molto buona la presentazione della loro Traviata, in cui sono riusciti a spuntare un cinque centesimi in più dei rivali nei components, per le migliori transitions. Nuovo record anche per loro.
Buona prestazione, fluida, scorrevole, sicura, per i campioni europei Nathalie Péchalat e Fabian Bourzat. Bene i twizzles, ottima la midline, solo la seconda serie di GW ha avuto il livello 3, mentre gli altri elementi hanno ricevuto il livello massimo. Hanno interpretato con intensità e maturità il loro tema musicale, e, se nei components sono stati valutati meno delle precedenti coppie, anche per loro è arrivato il nuovo record personale.
Record che comunque è stato superato da quasi tutte le prime dieci coppie, solo Weaver/Poje e Crone/Poirier sono rimasti al di sotto.
Continua la scalata alle classifiche dei fratelli Shibutani, al loro primo Mondiale, che si portano in quarta posizione con 66,88. Tutto molto preciso per loro, che sono dotati di un unisono impressionante, soprattutto nei twizzles iniziali. Solo la seconda sequenza di GW non ottiene il livello 4. Ancora un po' immatura, non ben caratterizzata, la loro presentazione, hanno comunque pattinato il loro valzer con un piglio sbarazzino, adatto alla loro giovane età.
Solo quinta e sesta le due coppie di casa, sostenute da un pubblico scatenato.
Eleganti nei loro costumi neri e bianchi, molto classici, Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev (65,88) hanno pattinato con grande energia e intensità, dando una forte interpretazione al loro valzer dal musical Chess che ha meritato components ovviamente migliori di quelli degli Shibutani. Hanno però pagato qualcosa nel tecnico: se i twizzles sono stati precisi e la midline perfetta, la prima serie di GW ha avuto il livello 3 e il sollevamento finale solo il livello 2. Punti che sono costati parecchio, si vedrà domani se riusciranno, sospinti dal tifo di casa, a recuperare il non grande distacco.
Anche Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov (65,51) hanno pattinato con grande energia e velocità notevolissima, spuntando qualcosa di più dei compagni di squadra nel TES; tutti livelli 4 per loro, eccetto che nei twizzles e nella midline che hanno avuto il livello 3. Buoni i loro components, meritati sia per abilità di pattinaggio sia per essere riusciti a rendere bene una musica non proprio facilissima, poco conosciuta, come il valzer di Schnittke. Due talenti.
I canadesi Weaver/Poje (65,07), settimi, hanno pattinato davvero bene, a livello tecnico il loro punteggio è superiore a quello delle due coppie russe, tutti livelli 4 eccetto che la prima sequenza del GW. Hanno invece pagato nei components. Raffinata, classica, la loro interpretazione del morbido valzer At Last, più brillante la parte di quickstep, forse però troppo differente dalla prima parte.
E veniamo ad Anna Cappellini e Luca Lanotte (64,12). C'era una grande attesa per il loro ritorno alle gare, dopo la lunga pausa dal ritiro dalla seconda tappa di Grand Prix. Con programmi nuovi (il libero), provati in gara solo al Mont Blanc Trophy, e nuove responsabilità, sono la nostra prima coppia di danza adesso. Ebbene, il rientro è stato certamente positivo. I due ragazzi sono apparsi sicuri, concentrati ma capaci di pattinare con freschezza e gioia, comunicativi. Bene la parte tecnica, con due buone sequenze di GW, di livello 4 entrambi, twizzles precisi, bel sollevamento; solo la midline ha avuto il livello 3 ma è stata comunque ben eseguita.
Buon balzo in avanti nel punteggio gli americani Chock/Zuerlein (61,47), noni, al loro primo Mondiale. Anche per loro un contenuto tecnico di buon livello, mentre hanno ancora da crescere nella presentazione. Sono invece solo al decimo posto i canadesi Crone/Poirier (61,06), che hanno iniziato bene con un bel sollevamento e due sequenze di GW di livello 4, poi la midline e purtroppo l'errore sui twizzles, in cui Vanessa perde il ritmo. Morbida e fluida la loro interpretazione, anche se il loro Fallin', pur evocativo, come valzer è davvero molto particolare.
Si piazzano alle loro spalle con 57,68 i francesi Carron/Jones, per loro solo un'imprecisione nella midline, e gli originali tedeschi Zhiganshina/Gazsi (55,53) che pagano twizzles non eccelsi; hanno nell'interpretazione brillante e molto "recitata" il loro punto di forza.
Buon esordio ai Mondiali per Charlène Guignard e Marco Fabbri (49,80), che non si fanno intimorire più di tanto e ottengono i livelli massimi nei twizzles (solo una piccola sbavatura), nella prima sequenza del GW e nel sollevamento finale. La midline è invece di livello 2. Hanno pattinato con buon unisono ed energia, adesso li aspetta la finale, in cui scenderanno per primi sul ghiaccio.
Incredibilmente fuori dalla finale i cechi Mysliveckova/Novak, che hanno commesso errori nella midline e nei twizzles, di quasi 10 punti al di sotto del loro record personale.

http://www.artonice.it/?q=it/node/10404

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Sab 30 Apr - 15:41



(ANSA) - MOSCA, 30 APR - Carolina Kostner ha vinto la medaglia di bronzo ai campionati mondiali di pattinaggio sul ghiaccio in corso a Mosca. L'azzurra ha rimontato ben tre posizioni: ieri, dopo il programma corto, aveva chiuso sesta. La medaglia d'oro e' andata alla giapponese Miki Ando (195,79 punti), seconda la campionessa olimpica, la sudcoreana Yu Na Kim (194.50). Per Carolina Kostner 184,68 punti.


_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da anna il Sab 30 Apr - 15:43



:festa: :festa: :festa:

_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da anna il Sab 30 Apr - 18:21

l'esibizione di Carolina



la vincitrice Miki Ando



la seconda, Yuna Kim


_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da luna il Sab 30 Apr - 19:49

complimenti!!!
avatar
luna
inviata guerriero
inviata guerriero

Messaggi : 3739
Data d'iscrizione : 07.03.11
Età : 34
Località : monza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da anna il Sab 30 Apr - 19:56

intervista dopo premiazione a carolina Kostner, carinissima, educata e modesta


_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Sab 30 Apr - 20:17

Mondiali 2011 FP donne: sorridi Miki, l'oro è di nuovo tuo. Argento per Yuna Kim, bronzo per una Kostner mai così grintosa

Inserito il Sab, 30/04/2011 - 14:38.



Finale emozionante, soprattutto per il testa a testa Ando-Kim. La sfida la vince l'allieva di Nikolai Morozov che bissa la vittoria ottenuta quattro anni fa imponendosi con un totale di 195.79 contro il 194.50 della coreana. E chissà cosa starà passando per la testa di Brian Orser...

Piccoli pettegolezzi a parte Miki Ando parte benissimo con 3Lz2Lo. Tiene con grande grinta l'arrivo del 3Lo cui segue una bella flying sit. Ottima anche la combinata con entrata in angelo. Qualche problema su 2A2T (arrivo titubante). Liscio come l'olio il secondo 3Lz, ottimo il 3S, bene il 3T, benissimo 2A2LoLo. Tanti salti (ben cinque) nella seconda parte di disco per Miki che conclude con la sequenza di passi (livello 3). Davvero un buon programma, sebbene, forse, non convincente come lo short di ieri. 130.21 vicino al personal best stagionale.

C'era una grande attesa per Yuna Kim e, soprattutto, per il suo libero su musiche coreane, dedicato al suo Paese. L'apertura è grandiosa, con 3Lz3T. Non altrettanto bene la combo con il 3S (arrivato non in modo perfetto) seguito solo dal Toeloop semplice. Errore doppiato con il Flip che esce semplice. Kim recupera sulla tripla 2A2T2Lo e con il secondo, ottimo, 3Lz. Per quanto riguarda il programma in sè, forse anche a causa degli errori, non lo si può certo definire particolarmente coinvolgente nella prima parte. Decisamente meglio nella seconda con l'ottima sequenza di passi e le spirali molto ben coreografate. Nessun problema sui salti finali, 3S e 2A. Non felicissima mentre esce di pista la campionessa olimpica, e non sbaglia, perché Miki le rimane davanti.

Sventolano le bandiere tricolori per Carolina Kostner, terza (184.68) che sul ghiaccio di Mosca si trova decisamente bene. Non sembra particolarmente sicura di sè prima di posizionarsi al centro della pista. Ma, fortunatamente, è solo un'impressione! Ottimo l'inizio con un 3F gigante e uno stupendo 2A. Molto veloce sul ghiaccio l'azzurra presenta la combo 2A3T. Benissimo sul 3S, purtroppo aperto il Loop seguito dal 2T. Carolina non demorde e riprova il Loop che esce, seppur non scivolato, finalmente triplo. E poi, proprio sul finale, dopo la splendida sequenza di passi (livello 4) arriva la tripla 3S2T2T. Bene anche le trottole, la prima (la combinata) livello 3, le altre livelli 4. Components superbi, praticamente tutti sopra l'8.

La "strega" Alena Leonova (183.92) parte con il turbo (e con un'acconciatura accattivante) con 3T3T, segue il 3Lz (filo non preciso) e un ottimo 3Lo. Solo doppio il Flip in combo con il 2T. Buona la tripla 3S2T2Lo, senza problemi il 2A, entra anche il 3F. Dire che Alena è felice è un eufemismo. La ragazza ci mette tutta la sua gioia nella sequenza di passi. Bel libero con, finalmente, una buona interpretazione. 124.17 sbriciolato il precedente SB.

Alissa Czisny (quinta con 182.25), incantevole nel suo costume di gara, parte male con una caduta sul 3Lz. Ma è bravissima a lasciarsi l'errore alle spalle. Alissa sa pattinare su una nuvola e si riprende subito con la combo 3F2T, ben atterrata nonostante il filo di partenza non ottimale. Bene sulla tripla 3T2T2Lo, ottimo il 3Lo. Eccellenti le spirali, arriva poi la combo 3Lz2T e un ottimo 2A. Buono l'ultimo 3T e quindi spazio a una morbida sequenza di passi e alle trottole che per Alissa sono davvero la specialità della casa.

Luci e ombre per la prestazione di Mao Asada, sesta (172.79), già penalizzata dall'errore sull'Axel nello short. La campionessa del mondo in carica apre il suo libero proprio con il famigerato 3A che però viene degradato dal pannello. Fluida la combo 3F2Lo, bene il 3Lz (a parte il solito errore sul filo), perde molti punti sull'entrata della combinata, non riuscendo a mantenere la posizione angelo iniziale. Segue la combo 2A3T (due piedi e rotazione scarsa). Ottima la tripla 3F2Lo2Lo, non entra purtroppo il Salchow, solo semplice. Buona la layback in Bielman e chiusura di programma originale con una splendida spirale.

Giornata no per Ksenia Makarova che scivola al settimo posto (167.22) (il suo libero è addirittura il nono). La russa scende in pista ultima e non deve essere facile. Terzo posto in bilico, dopo l'ottima performance di Carolina Kostner, e tutto il peso di pattinare sul ghiaccio di casa. Esce il 3F d'apertura, bene anche 3T3T seppur il secondo salto non sia particolarmente scivolato e poi degradato dal pannello tecnico. Bene il 3Lo (ogni salto di Ksenia è sottolineato da un grande applauso). Il bronzo la Makarova lo saluta con la caduta sul secondo 3Lo. Bene la tripla 2A2T2Lo, bene anche 3S2T che, però, esce dal calcolo per la ripetizione del secondo salto (si tratta del terzo doppio Toeloop), buono l'Axel.

Una vera scarica di energia e adrenalina la giapponesina Kanako Murakami che, 16 anni e al debutto mondiale senior, trascina il pubblico moscovita sulle note de "La maschera di Zorro". Kanako apre con una velocissima 3T3T (il secondo salto sottoruotato), segue 3Lz (decisamente da rivedere il filo), bene il 3F in sequenza con il 2A, esce solo singolo il secondo 3F, poi 3Lo (rotazione scarsa), 2A, ottima tripla 3A2Lo2Lo e, soprattutto, una sequenza di passi meravigliosa, costruita perfettamente su ogni battuta musicale. Kanako chiude ottava a quota 167.10.

Non al meglio la performance di Kiira Korpi, comunque molto ben pagata dal pannello tecnico. La finladese, che chiude nona (164.80), parte benissimo con la combinazione 3T3T, poi arriva il primo errore, solo doppio il Lutz in combinazione con il 2T. Stupendo il 3Lo, ma purtroppo Kiira cade sul 3F, non entra il 3S (solo doppio). Bene 3Lo2T2Lo e buono il 2A in chiusura.

Scala la classifica Elene Gedevanishvili, solo quindicesima dopo lo short e decima in classifica finale con 156.24. Sulle note de "Il fantasma dell'Opera" di "changhiana" memoria la georgiana piazza in apertura 3Lz2T, seguito da un 3Lz ancora migliore del primo. Non si lascia demoralizzare dalla caduta sul 3T ed esegue, preceduta da un angelo, 2A2T2T, 3S, 3T2T, 2A. Molto felice al termine del suo programma che le regala il suo personal stagionale (104.63).

http://www.artonice.it/?q=it/node/10408

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Sab 30 Apr - 20:47

Mondiali 2011 FD: la danza mondiale si pattina a casa Zueva/Shpilband

Inserito il Sab, 30/04/2011 - 19:11.



Gara spettacolare per l'oro che si gioca sempre tra Tessa Virtue/Scott Moir e Meryl Davis/Charlie White, ma questa volta vede gli americani avere la meglio su canadesi. Maia e Alex Shibutani, all'esordio mondiale, seguono le orme di Artur Gachinski e si accaparrano la medaglia di bronzo, approfittando anche della caduta di Nathalie Péchalat e Fabian Bourzat, terzi dopo la short dance.

Meryl Davis e Charlie White (185.27) presentano un Tango molto intenso, tecnicamente spaventoso. Splendida la trottola con un'entrata molto particolare di Meryl. Passaggi intricati, gambe intrecciate, sollevamenti molto originali, praticamente livello 4 in ogni elemento tranne che per la diagonale (livello 3). Altrettanto pazzeschi i GOE, nessuno sotto il 2. Piovono anche i dieci nel settore components, in particolare per la coreografia (ben tre).

Tessa Virtue e Scott Moir (181.79) si "accontentano" dell'argento ma, senza dubbio, sono quelli che più hanno saputo trascinare la folla. Pubblico scatenato sui ritmi latineggianti pattinati a una velocità folle. E, lasciatecelo dire, Tessa ha dimostrato una sensualità notevole. I canadesi pagano qualche punto sul cerchio, livello 3 e sulla diagonale, livello 3. Per il resto sono fantastici, nei twizzles, fatti a inizio di programma in modo quasi "inaspettato", nella trottola e nei sollevamenti.

Maia e Alex Shibutani (163.79), all'esordio senior (16 anni Maia e 20 Alex), sfruttano la loro grande occasione. Velocissimi sulla trattola, molto precisi sul cerchio, ancora velocità super per il rotational, fatto con una facilità sorprendente. Perfetti sui tre set di twizzles. Programma molto "vecchia Hollywood", assolutamente godibile. I due ragazzi possono ancora crescere in interpretazione, ma la scuola Zueva/Shpilband ha senza dubbio trovato un nuovo "cavallo di razza" su cui puntare.

Serata sfortunata, invece, per i campioni europei in carica, finiti ai piedi del podio. Nathalie Péchalat e Fabian Bourzat (163.54) partono con grande decisione e pulizia, perfetti sui tre set di twizzles. Sollevamenti originali, coreografia curata in ogni dettaglio, bei fili ma purtroppo questa volta accade l'imprevisto. Fabian perde l'equilibrio in un passaggio e finisce per cadere portandosi dietro anche Nathalie. Grandissima delusione per la coppia che nel podio ci credeva davvero. Il viso di Nathalie sul Kiss & cry dice tutto, Fabian non attende neanche il secondo punteggio e se ne va.

Quinti Kaitlyn Weaver e Andrew Poje (160.23). La seconda coppia canadese parte con grande energia sulle note di "Diamonds are the girls best friends". Escono bene dai twizzles, buona la trottola seppur non velocissima soprattutto nella seconda parte. Molto d'effetto il rotational, entrata particolare anche per il curve, spettacolare il sollevamento in linea. Per loro tutti livelli 4, tranne la diagonale, livello 3. Coreografia eccezionale, trascinante sorpattutto nella seconda parte.

Sesti Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev (154.50) che partono velocissimi con i twizzles ma non sono perfetti come agli Europei. Splendido il sollevamento in linea. Dmitri però sembra molto teso, insicuro e nella sua pattinata ci sono delle esitazioni, soprattutto da sottolineare un'incertezza sul cerchio (livello 1). Decisamente non fluidi come in altre occasioni, sul finale anche un piccolo problema con la gonna per Ekaterina.

Settimi Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov (154.50). Il loro Don Chisciotte parte con un brivido: il boato del pubblico copre l'inizio della musica e Nikita viene colto di sorpresa. Il ragazzo si riprende bene ma, evidentemente, quel piccolo incidente ha minato la sua concentrazione. E arriva qualche incertezza che relega il libero al decimo posto.

Splendido ottavo posto per Anna Cappellini e Luca Lanotte (153.77). Gli azzurri debuttano nel mondiale di quella che potremmo chiamare la loro "terza era agonistica", sotto lo sguardo attento di Paola Mezzadri e Nikolai Morozov. Fluidi, morbidi e perfetti sul set di twizzles messo proprio a inizio programma. Impeccabili i sollevamenti. Interpretazione molto convincente, gli azzurri riescono a creare un'atmosfera impalpabile, molto romantica. Quasi tutti livelli 4 tranne nel cerchio (livello 3) e nella diagonale (livello 2). Finalmente sorridenti Anna e Luca possono ritenersi davvero soddisfatti del gran lavoro svolto. Questa è la strada giusta da percorrere, una free dance che rispecchia pienamente il loro stile, uno stile che i ragazzi evidentemente si sentono cucito addosso e che non deve essere stravolto (forse in quel di Lione avrebbero dovuto rendersene conto).

Buona performance anche per Charlene Guignard e Marco Fabbri, sebbene i due ragazzi perdano una posizione rispetto alla short dance. Bene i twizzles, buona la trottola, un'indecisione sul curve lift. C'è sicuramente ancora da lavorare, ma, all'esordio e dopo soli due anni di partneraggio, la coppia ha dimostrato di avere qualità.

http://www.artonice.it/?q=it/node/10411

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Sab 30 Apr - 20:49

i vincitori: Meryl Davis e Charlie White (U.S.A.)



che sollevamenti
e che magiche trottole

_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Mer 11 Mag - 0:20

Faiella/Scali ci ripensano: torniamo ad allenarci





Solo poche settimane fa Federica Faiella e Massimo Scali annunciavano l’addio alle gare tramite il loro sito ufficiale.
Oggi, dopo i Mondiali moscoviti appena conclusi, arriva la notizia che i due azzurri starebbero ripensando a un rientro; una gran bella notizia per tutti i fan e gli appassionati!
Vi riportiamo le dichiarazioni apparse sul sito www.faiellascali.com:

Dopo avere guardato i Mondiali in tv, c'e' stata una lunga conversazione tra me e Fede, durante la quale abbiamo anche rivisto su youtube i nostri programmi degli Europei di Berna, ed abbiamo capito che possiamo dare ancora molto a questo sport.
La decisione di smettere e' stata sicuramente presa in un momento di grosso sconforto dopo il risultato degli Europei e la stanchezza piu' mentale che fisica della stagione olimpica passata e di tutti i problemi legati alla situazione fisica di Fede.
Senza nulla togliere ai team che hanno partecipato al mondiale di Mosca, pensiamo che il nostro talento e le nostre capacità artistiche sul ghiaccio continuino ad avere pochi rivali nel mondo, e la nostra passione per questo sport è stata per noi un richiamo irresistibile.
E' per questo che appena Federica si sara' rimessa dalla convalescenza legata alla caduta che le ha fratturato una vertebra, ricominceremo ad allenarci a Philadelphia. Non faremo programmi a lungo termine, prendendo anno per anno la nostra decisione sul proseguimento della nostra carriera.


Che dire, una notizia davvero inaspettata e che non può che farci piacere. In bocca al lupo a Federica e Massimo allora!

artonice



_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da ubik il Mer 11 Mag - 0:37




_________________
Le idee sono simili a pesci. Se vuoi prendere un pesce piccolo, puoi restare nell'acqua bassa. Se vuoi prendere il pesce grosso, devi scendere in acque profonde. D. Lynch

Fu così che Olo arrivò a conoscere se stesso; e come quei pochi uomini che lo avevano fatto prima di lui, arrivato in cima a questo pinnacolo di conoscenza si trovò ai piedi di una montagna. T. Sturgeon
Avevano parlato, poco, ma quanto bastava per scegliersi. Ci sono parole come le conchiglie, semplici ma con il mare intero dentro. A. D’Avenia
avatar
ubik
admin ubik
admin ubik

Messaggi : 22273
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da Lucy Gordon il Mer 11 Mag - 12:52

.........il pattinaggio ..........non ci ho capito mai un piffero
una volta lo seguivo un pochino e mi ricordo sta scema.......brava brava.........poi si è data alle foto sconcie e all'alcolismo

ma qui è lei il vero Cigno bianco e nero .......chi se la ricorda?







avatar
Lucy Gordon
agente critico
agente critico

Messaggi : 2903
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da anna il Lun 23 Mag - 14:17

Tuffi, Tania Cagnotto cade dal motorino e rischia di saltare i Mondiali

C'è tensione intorno alla campionessa di tuffi Tania Cagnotto, caduta da motorino. La campionessa rischia di saltare i Mondiali di specialità previsti dal 16 al 31 luglio a Shangai. La sportiva stava raggiungendo la piscina quando è caduta dal motorino, riportando la frattura dello scafoide del polso destro e la microfrattura del perone della gamba destra. La campionessa è stata subito sottoposta a cure mediche.

nanopress


_________________
"L'arma più potente nelle mani degli oppressori è la mente degli oppressi". Steven Biko: 



L’unico approccio umano alla guerra è l’abolizione, com’è successo con la schiavitù. Gino Strada

Be the change you wish to see in the world - Mahatma Gandhi
avatar
anna
admin anna
admin anna

Messaggi : 18296
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Lo sport - Siamo tutti atleti e allenatori

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 38 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 21 ... 38  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum